HomeEvoluzione personale e consapevolezzaLa paura della morte… che ci rovina la vita    

Commenti

La paura della morte… che ci rovina la vita — 3 commenti

  1. il testo è molto bello così come tanti scritti su questo argomento . Il vero problema è che non esistono più veri Maestri in grado di accompagnare un’anima verso la propria ricerca interiore o che per almeno indichino la luna senza chiedere denaro. Persino siti di famosi guru del passato sono ormai diventati dei mercati di proposte dove si trova di tutto, dal viaggio astrale a quello ai caraibi alle decine di libri che devono essere pubblicizzati e venduti. Volete fare un corso di meditazione profonda ? Se avete soldi bene altrimenti passate un’altra volta. Siamo arrivati addirittura al Maestro online che appena viene contestato chiude i battenti del suo sito e si isola con quei pochi seguaci che non osano mettere in dubbio le sue affermazioni e soprattutto modi di vivere. Per non parlare delle religioni che sono ormai corrotte e insanguinate( Buddismo incluso) ed ormai alla frutta. Quindi superare con il fai da te la paura della morte sembra essere oggi l’unica soluzione. Ma il risultato non può che essere un’altro fallimento.

  2. Cara Gio il problema è che anche con il signore Gesù sorgono gli stessi problemi .. Le religioni ( tutte incluse quelle evangeliche) si sono appropriate del cristo per fare business tant’è che di veri padri spirituali che conoscono la meditazione e la praticano tutti i santi giorni non ve ne sono più. Quasi tutti i nostri monaci sono rinchiusi nei loro monasteri e danno un’idea di tristezza ( quasi mai ridono) che non rappresenta certamente una liberazione interiore. I sacerdoti si danno al lusso (per non parlare del sesso)ed è già tanto se ti ascoltano almeno una volta.. Il papa chiede di non respingere gli immigrati ma intanto le chiese ormai vuote di fedeli non vengono aperte per ospitarli .. che ipocrisia !! … Resta purtroppo come detto nel precedente commento, il fai da te .. buona vita marco colombo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Altri articoli nella categoria "Evoluzione personale e consapevolezza"

Quando l’unica strategia vincente è “Non giocare”

Esiste un Risveglio di molti, nel mondo, che però viene contrastato in tutti i modi da alcune “Forze Oscure” che cercano di fomentare l’odio, la divisione, la contrapposizione.
Ma non si tratta di una battaglia che si deve combattere: già il fatto che noi “si scenda in campo” è un primo successo per chi vuole alimentare lo sviluppo del male. La migliore strategia, in questo caso, è esattamente il contrario: non raccogliere il “guanto” della sfida, ma perdonare, facendo prevalere l’Amore sull’odio.
Come diceva Gesù: “se ti percuotono una guancia, tu offri anche l’altra e se ti rubano il mantello, tu offri anche la tunica”. Nessuna contrapposizione, nessuna battaglia, dunque, come poi Egli stesso afferma e dimostra, con il sacrificio della Sua stessa vita, sulla croce. Più prosaicamente, è la stessa raccomandazione che viene fatta al giovane Skywalker di “Star Wars”, “… non cedere all’odio”, perché altrimenti finisci verso il “lato oscuro” della forza…

Continua a leggere →