HomeEvoluzione personale e consapevolezzaTerza, quarta e quinta dimensione: cosa sono?    

Commenti

Terza, quarta e quinta dimensione: cosa sono? — 5 commenti

  1. Non credo che stiamo entrando nella quarta dimensione, io vedo tutta gente dormiente e succube di tutto quello che gli viene proposto, e ancora schiavo di questa societa’ecc..

  2. Propio cosi Giusy hai pienamente raggione.Molta gente dormiente .immersa in una apatia che fa paura,non si accorge che vegetare non vuol dire, vivere liberi lontani dalle schiavitu che la societa’ c’impone.

  3. Grazie per tutto cio’che pubblicate,e’tutto bello e interessante,per me di grande compagnia.Oggi incontrando la vostra WEB,ho ricevuto un gran regalo. GRAZIE.

  4. …leggo sempre con molta curiosità …cerco di capire quale è il mio rapportarmi con gli altri, sento di avere molto che non riesco a vivere a pieno e neppure riesco a svilupparlo a mio vantaggio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Altri articoli nella categoria "Evoluzione personale e consapevolezza"

“Non ce la faccio più!” O Cambi o… ti arrendi al Peggio

di Andrea Di Lauro
I monti sono maestri silenziosi. Le camminate in montagna mi hanno insegnato molto, su me stesso e la vita in generale. Una delle consapevolezze che l’alta quota mi ha lasciato, è quella che dice: “non sai quanto è lontano il tuo limite”.
Camminavamo già da quattro, cinque o forse sei ore ormai. Avevamo lasciato la vetta già da un po’. Per quanti sassi calpestavamo, la meta sembrava sempre inarrivabile. Non so quante volte ho ripetuto mentalmente (e non solo) “non ce la faccio più…”, fatto sta che ho faticato per altre sei ore quel giorno, prima di poter tornare a casa.
Come dicevo, le camminate in montagna mi hanno insegnato molto, soprattutto riguardo ai nostri veri limiti. Per quante volte io dicevo che non ce l’avrei fatta, che le gambe non ne volevano sapere di fare un altro passo, che avrei fatto meglio a dormire nel bosco, continuavo a camminare, sorprendendomi più volte delle folate di energia che mi arrivavano di tanto in tanto. Queste esperienze, quando ancora si facevano quelle uscite in “modalità survivor” da 12/14 ore non stop, mi hanno sempre fatto capire che il limite umano è sempre molto più lontano di ciò che pensiamo…

Continua a leggere →