Articolo in evidenza
HomeEsoterismoLe forme-pensiero

Potrebbero interessarti...



Commenti

Le forme-pensiero — 11 commenti

  1. Nel mio caso essendo gravemente ammalata a livello di dissociazione del sentire del pensiero e parlo costantemente di suicidio e sono anni che passo da una psichiatria a un altra e non posso gestire un pensiero che da anni non sento cosa succede visto che non e’ cambiato niente in 5 anni e urlo continuame posso rimanere quindi un eternità anche nell aldilà così visto che in terra non c e soluzione? vi prego cercate di darmi una risposta perché sono in condizioni disumane vicina al suicidio e dicono alcuni che di la sarà così uguale. allora a me chi mi salva se non ho più l io e il mio pensiero?

  2. per Serena … non conosco nello specifico il tuo problema e non sono medico, ma possiamo far fronte a qualsiasi cosa, perché siamo molto più potenti di quanto non ci abbiano portato a credere. Il nostro pensiero può tutto, ho avuto seri problemi nella vita ANCHE di salute ma per fortuna non ho mai pensato al suicidio perché ho sempre saputo dentro di me che a tutto c’è soluzione, che ognuno percorre la sua strada verso il successo senza sapere cosa c’è dietro l’angolo Perciò continua a vedere sempre buio. L’importante è avere fiducia, il Creatore è dalla nostra parte anche se le sofferenze ci annebbiano spesso la vista. Frequenta persone positive e non gente che ti commisera e ti dice che hai ragione, ma gente solare e che sappia dirti quello che ti diciamo noi. Il paradiso è dentro di noi, basta imparare a vederlo, leggi anche qualcosa sulla Legge dell’attrazione (evita “The Secret”, banale rispetto ad altri testi) e fai regolarmente meditazione. Trovi tanti consigli online e non è necessario pagare nessun maestro . Al tuo posto mi farei fare anche un oroscopo Karmico, aiuta molto le persone disorientate. E poi, pensa al tuo nome… Serena: fai che sia un nome, una garanzia!! Un abbraccio di cuore, facci sapere.

  3. a Serena.:
    Cara Serena, vorrei poter sfiorare con una carezza il tuo cuore. Vorrei poter sussurrare al tuo spirito che la vita in questa forma e in questa dimensione è un’opportunità, un passaggio di preparazione verso altre possibili forme e dimensioni. Vorrei poterti rammentare che i grandi Maestri ci hanno mostrato due importanti vie da seguire: Compassione e Amore. Sentimenti di cui, pure, siamo capaci di sperimentare vibrazioni e benefici. L’Amore stesso è la scintilla che dà inizio alle nostre vite. Tuttavia, succede, talvolta, di “perdersi”. Credo, però, che un campo, anche se incolto per lungo tempo, non perda mai la memoria del nutrimento che può dare a dei semi che vi vengano piantati. Così gli umani, anche se a lungo afflitti da mancanza di Compassione e Amore, per prima verso se stessi, possono recuperare questi preziosi semi e farne esperienza, nonostante i propri temporanei progetti autodistruttivi. Autorizzati ad Amare e comincia da te. Prova a rivolgerti piccoli gesti di attenzione. Ri-comincia ad Amarti. Evita di commiserarti e raccontati che ce la farai. Abbi fede in te stessa. Sogna di essere Felice! I Sogni si avverano!

  4. SD sono ancora in condizioni disumane . vorrei sapere per chi non ha più forme pensiero perche non percepisce più il.proprio pensiero se nell aldila un pazzo rimane pazzo senza ragionamento e senzaforme pensiero,qualcuno mi dia qquesta risposta. In eterno?,essendo impotente che non può fare niente rimarrei in eterno cosi?_allora sono già spacciata se nella aldila si va con forme pensiero che non ho di qua praticamente il mio inferno è già iniziato per l eternità?, mi risponda qualcuno esperto in questo

  5. Per favore un esperto mi risponda per chi ha perso l’uso della ragione e non ha pensiero cosa c’è di la, l’inferno fisso che vive di qua?

  6. Cara Serena non sono un esperto, ma chi sono poi gli esperti quando parliamo di queste cose? Ma ti rispondo ancora una volta: Credi veramente che dopo quello che stai passando in questa vita continuerai a soffrire dopo? Allontana, se puoi, questi pensieri dalla tua testa e affida la tua sofferenza oltre che agli psichiatri a Dio, che forse per te è solo un’entità lontana e inaccessibile ma che, nel mistero, non ti abbandonerà ne ora ne mai! Prega, stabilisci un legame indissolubile con chi ha permesso che tu esistessi anche se con queste immani sofferenze!

  7. Ciao Serena, le sofferenze della vita sono spesso funzionali e servono a migliorarci e a farci capire anche se al momento proviamo solo dolore. Ma PER FORTUNA quella terrena è una breve parentesi dell’Eternità. La vita è altro, sta a noi comprenderne l’essenza. Osservare se stessi senza giudicare o ipotizzare il futuro, l’aldilà o cosa ci aspetta aiuta a farci vivere più serenamente. Esiste solo il momento presente, il passato non esiste e iol futuro è un’illusione frutto delle nostre paure.

  8. Ciao Serena, ti scrivo in ritardo.

    L’io può essere un falso problema: è possibile, capita in tanti, che alcuni non riescono ad avere un vero “ego”, perché lo avrebbero già superato. Ma, inconsapevoli, rimpiangono un falso ego che non hanno, e non sanno come vivere in un mondo che presuppone un tale ego.

    Ti do un vero consiglio, fai gli esercizi di Steiner. Inizia con il primo, controllo del pensiero, pensiero obiettivo.

    bastano tre minuti al giorno. Cerca, nei giorni, di capire il senso e lo spirito dell’esercizio.

    Cerca di iniziare anche gli altri, soprattutto i complementari, sono un atteggiamento mentale, molto utile.

    Prova. prova la concentrazione, il primo.

    Son guariti in tanti.

  9. Cara Serena, mi auguro che nel frattempo tu stia meglio.. Se cosí non fosse potresti trovare la srada delle costellazioni familiari di Hellinger. Il tuo caso potrebbe esserr un destino irretito, potresti star portando avanti la parte di una persona esclusa o morta prematuramente nella tua famiglia e se questo è il caso un bravo terapeuta risolve la cosa in una sessione. Dei terapeuti che ho provat ip nessumo è a livello di quello che descrive Hellinger nei suoi libri, quindi bisogna trovare il teraeuta giusto un Bacio Lisa

  10. Cara Serena, penso che anche se non lo sappiamo noi siamo i terapeuti migliori di noi stessi, posso capire il tuo sgomento quando leggerai quello che ho scritto ma l’ho provato sulla mia pelle, ho avuto degli attacchi di panico quando ero incinta e sono anche epilettica, ma il dottore che mi aveva in cura mi ha girato le spalle e con la forza interiore e della preghiera sono riuscita a diventare mamma di una bimba che per me rappresenta un miracolo… se credi nella luce e cerchi di pensare positivo (so che è difficile) sicuramente ne uscirai a testa alta. Con affetto Orietta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Altri articoli nella categoria "Esoterismo"