Articolo in evidenza
HomeVerità nascosteIntegrato, disintegrato… o Libero

di Silvia F. M. Pedri

Il Sistema tenta continuamente di sottrarti energia, di umiliarti e manipolarti in modo da farti restare debole e inoffensivo.

Sistema cheti manipola e incatenaI media sono la mano imbonitrice del Sistema:

Indeboliscono, nutrendoti senza sosta, in modo manifesto e occulto, di informazione falsa, sviante, anche riguardo alla tua salute o alla salute del pianeta. Questa mira soprattutto a diffondere paura e a creare dipendenza.
Umiliano, facendoti sentire sempre inadeguato rispetto a chi ha più soldi di te, a chi è più bello di te o ha più successo, in base a standard fittizi creati apposta per l’uso.
Massificano, facendoti sentire che è regolare essere tutti uguali, con le stesse debolezze, le stesse malattie e gli stessi desideri, anche qui in base a standard fittizi.
Manipolano… beh a questo punto puoi fare quello che vogliono loro, fondamentalmente ubbidire, sostenere il sistema ed essere distruttivo e autodistruttivo. D’altra parte cosa puoi fare ormai con quelle poche forze mentali, emotive e fisiche che ti sono rimaste?

Che fare? Niente… è roba vecchia. Non ci puoi discutere, proprio perché sei diverso e non avresti argomenti. Puoi forse vedere e sapere dove collocarti all’interno del sistema, in base a dove ti senti meglio…

Stanotte ho fatto un sogno in cui mi veniva fatto notare che questa è una situazione simile, anzi identica, con le dovute proporzioni, a quella che io ho vissuto in un gruppo di sciamanesimo ormai parecchi anni fa, quando mi sono accorta che, in modi manifesti e occulti, quel sistema tentava solo di sottrarmi energia, umiliandomi e manipolandomi in modo che restassi debole e inoffensiva… e provvedessi al sostentamento del sistema stesso. Quando mi sono accorta di questo, non mi è restato che andarmene, senza indugi, senza sentimentalismi, senza rancori. Non potevo più ubbidire al ‘sistema’, e non potevo combatterlo… esattamente come succede con il ‘Sistema’.

Appena me ne sono tirata fuori, è iniziato un periodo di grande accelerazione: tutta l’energia che ero abituata a produrre e perdere, all’improvviso era tutta per me e mi portava senza che me ne accorgessi, a fare cose che non avevo nemmeno mai immaginato possibili per me.

Tornando ora a noi, alla prospettiva sociale più ampia che stavamo trattando, possiamo capire che non esiste solo il Sistema… Anzi tipico di questa civiltà e di questo periodo, è che esso si sta sempre più sgretolando. Si autodistrugge, in realtà. E di fatto non provvede più a nulla, mangia solamente, divora tutto. Si dedica con così tanto impegno e finezza alla sua opera di persuasione, proprio perché sta morendo, sono cioè gli ultimi colpi di coda del Drago. E’ dunque inutile restarci appesi, come un lattante con la mamma. La tetta è velenosa. Appesi lì, siamo nel posto giusto per morire di fame.

Liberarsi dal sistemaSe non si vuole o non si può essere competitivi all’interno del sistema, delle vecchie strutture economiche e sociali ancora dominanti, allora si scivola ai margini. E non avete idea di quanti universi in fermento sono già attivi in quella ‘zona marginale’! Nel Sistema puoi starci dentro dove e quando ti è utile, per osservare, per imparare… o eventualmente, perché no, se possibile per trarne beneficio, ma se sei incompatibile con esso, perché hai già troppa energia per i suoi gusti, e non sei utilizzabile… allora sì, ne vieni espulso.

Allora potresti aprire gli occhi. Potresti incontrare persone felici e creative là fuori, e venire a conoscenza di modi di essere e di cose che non avresti mai immaginato. Inoltre, quando scegli di non essere più schiavo, né aspirante tale, tutta l’energia che eri abituato a produrre e perdere, all’improvviso è tutta per te!

Tuttavia, non crediate che ai margini si stia passivi, non si sta in attesa che l’aiuto arrivi dalla terra o dal Cielo. Vi garantisco che ciò non accadrà. O meglio: si può scegliere se stare ai margini come perdenti o starci come vincenti. I vincenti hanno fede in se stessi e nelle leggi spirituali, sono intraprendenti e ostinati senza essere ossessivi, si mettono in gioco con il piacere di sapere quello che stanno facendo e con la serenità di essere se stessi. Essere se stessi è un atto profondamente rivoluzionario, provocatorio e dissestante. Molti intorno a te, si sentiranno per questo minacciati da questo tuo modo di essere e reagiranno. Energie buttate, le loro… e mi spiace per loro. Ma tu sei già oltre… e non si può più tornare indietro.

Questi vincenti sono ancora un sottobosco, ma stanno spuntando come funghi creando reti, utilizzabili poi da tutti, mettendo in circolo competenze e talenti, tutto il meglio che possono, la loro personale luce. Fanno fatica… ma fanno anche miracoli. La Terra e i Cieli sono luoghi pieni di risorse.

Essere se stessi vuol dire essere unici, non indebolibili, umiliabili, massificabili e manipolabili. Vivere con lealtà a se stessi e alla propria verità, supportare e farsi supportare da amici e alleati in sintonia… questo è essere invincibili. E’ la Luce che dà il vero potere creativo. E’ la Luce che si fa strada nelle tenebre e si apre la via. E’ la Luce che crea reti di risonanza.

Coltiviamo dunque insieme la Luce.

Articolo di Silvia F. M. Pedri

Fonte: http://silviapedri.com/2015/10/autogenerazione-della-nuova-umanita/

Potrebbero interessarti...



Commenti

Integrato, disintegrato… o Libero — 1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Altri articoli nella categoria "Verità nascoste"

Tecnologia Predittiva: la Sanità diventa Orwelliana

Sanità predittiva

di N. West
Senza dare nell’occhio, la Tecnologia Predittiva, in America, sta già prendendo piede.
Le operazioni di elaborazione e schedatura dei dati personali effettuate dal governo, insieme alla nuova grande industria del brokeraggio dei dati, non solo minacciano le più basilari norme a tutela della privacy, ma stanno fornendo al potere alcuni strumenti di gestione della vita dei cittadini, un tempo inimmaginabili.
Fino ad oggi è stato un tema dai connotati molto tecnicistici e noiosi, tuttavia, la notizia virale secondo cui Facebook starebbe usando alcuni algoritmi di proprietà per andare oltre la sorveglianza e manipolare le emozioni dei propri utenti in una sorta di grande esperimento psicologico, ha introdotto il tema nella cultura main-stream…

Continua a leggere →

2017: Fuga dall’Europa

Sottomissione agli Stati Uniti

di Francesco Mazzuoli
Quando, per chi lo ricorda, uscì sugli schermi del nostro sventurato Paese “1997: Fuga da New York” di John Carpenter, regista di horror e fantascienza a basso costo con al suo attivo alcuni titoli preveggenti, (oltre a quello testé citato, l’inquietante “Essi vivono”), le immagini di quella pellicola ci sembravano fantasie lontane, fantascienza appunto.
Oggi, dopo decenni di sonno comatoso, anche l’italiano medio – quello che si agita per la sconfitta della propria squadra in trasferta, ma che continua a seguire imperterrito i campionati truccati – inizia ad avvertire di essere precipitato in un mondo in cui la fantascienza è stata superata da una realtà mostruosa, tale da rendere “1984” di George Orwell, lettura di intrattenimento per scuole medie inferiori…

Continua a leggere →

Il Futuro: un falso tempo per ingannarti!

Il futuro non esiste

di Zen Gardner
Risvegliati ora o sarà troppo tardi! Il futuro non c’è. C’è solo l’adesso. Guardare al futuro è forse uno dei maggiori strumenti di inganno che la Matrix dell’imbroglio impiega per mantenere l’umanità in uno stato di animazione sospesa. Ma il guerriero cosciente si distacca dal caos e plasma la realtà con impavida determinazione.
Ogni volta che sento dire da qualcuno: “se continua così, tra venti anni non riconosceremo più il mondo intorno a noi” oppure qualcosa di simile, non posso fare a meno di restare sbigottito davanti a tale inconsapevole ignoranza di…

Continua a leggere →

L’aggressione all’infanzia prepara l’assalto finale del Male

Innocenza dei bambini

di Francesco Lamendola
Distratti, frastornati e manipolati da una informazione fasulla e menzognera, crediamo, andando ad acquistare il giornale tutte le mattine, o ascoltando ogni giorno un paio di telegiornali, di sapere quanto basta per capire cosa stia succedendo nel mondo; invece siamo sprovvisti perfino delle conoscenze più importanti a livello planetario.
Ciò si spiega in parte con il fatto che i mezzi d’informazione sono praticamente tutti, sia pubblici che privati, sotto il controllo diretto o sotto la sorveglianza indiretta dell’élite mondialista occulta, la quale, annidata nel cuore dell’alta finanza, pianifica il nostro futuro senza che ci sia data la possibilità anche solo d’intuire quel che bolle in pentola, e quali siano le reali forze in gioco sullo scacchiere mondiale…

Continua a leggere →

Il “buonismo” idiota, strumento del nuovo totalitarismo

Buonismo

di Francesco Lamendola
Il “buonismo”, la filosofia oggi universalmente sovrana e l’unica politicamente corretta, non è soltanto un atteggiamento sbagliato e irresponsabile nei confronti della vita, degli altri e di se stessi, vale a dire un atteggiamento degno di un perfetto idiota: è qualcosa di più, e di peggio.
Dietro il buonismo all’ingrosso, dietro il permissivismo, il perdono facile, l’indulgenza a un tanto il chilo, verso tutto e verso tutti (ma specialmente verso quelli che rappresentano, per una ragione o per l’altra, un referente e un simbolo ideologico, tali da…

Continua a leggere →

L’Economia… una Religione che distrugge la Felicità!

L'Economia, una Religione che distrugge la Felicità

Intervista di Giuliano Balestreri a Serge Latouche
Considerare il Pil non ha molto senso, esso è funzionale solo alla logica capitalista. L’ossessione della misura fa parte dell’economicizzazione. Il nostro obiettivo deve essere vivere bene, non meglio.
Per anni, abbiamo pensato che la crescita permettesse di risolvere più o meno tutti i conflitti sociali, anche grazie a stipendi sempre più elevati. E in effetti abbiamo vissuto un trentennio d’oro, tra la fine della Seconda Guerra Mondiale e l’inizio degli anni Settanta. Un periodo caratterizzato da crescita economica e…

Continua a leggere →

Il Progresso è finito: accendiamo la Lampada e prepariamoci alla Notte!

Accendere la lampada

di Francesco Lamendola
Pare che siano in molti a non averlo ancora capito, almeno a giudicare dai discorsi che si continuano a fare, anche da parte di “autorevoli” uomini politici, economisti e opinionisti: ma il Progresso è finito, è finito davvero!
Qualunque cosa si pensi di esso, dell’ideologia che si è costruita sulle sue promesse, a partire dal “secolo dei Lumi” se non prima, diciamo dalla Rivoluzione scientifica del XVII secolo, ora è tempo di prendere atto della sua conclusione. È finito, irrimediabilmente… e non tornerà.
Certo, possiamo sempre contare sugli scampoli della “crescita”, vale a dire sugli ultimi guizzi di vitalità di un sistema economico moribondo; possiamo fare come lo…

Continua a leggere →

Un misterioso ronzio

Ronzio di fondo chiamato Hum

Un misterioso ronzio notturno avvertito in tutto il mondo. Che cosa sia e che cosa lo provochi nessuno lo sa…
C’è uno strano fenomeno che sta interessando diverse zone del pianeta, uno strano rumore di fondo conosciuto come l’Hum. Si tratta di un costante suono ronzante a bassa frequenza, avvertito nei luoghi più disparati come Scozia, Gran Bretagna, America del Nord e Australia.

Il fenomeno, le cui prime segnalazioni risalgono a diversi decenni fa, è descritto dai testimoni come un suono che si insinua lentamente nel buio, e una volta incominciato, non finisce finché non ricompare…

Continua a leggere →

Integrato, disintegrato… o Libero

Liberarsi dal sistema

di Silvia F. M. Pedri
Il Sistema tenta continuamente di sottrarti energia, di umiliarti e manipolarti in modo da farti restare debole e inoffensivo.
I media sono la mano imbonitrice del Sistema:
– Indeboliscono, nutrendoti senza sosta, in modo manifesto e occulto, di informazione falsa, sviante, anche riguardo alla tua salute o alla salute del pianeta. Questa mira soprattutto a diffondere paura e a creare dipendenza.
– Umiliano, facendoti sentire sempre inadeguato rispetto a chi ha più soldi di te, a chi è più bello di te o ha più successo, in base a standard fittizi creati apposta per l’uso.
– Massificano, facendoti sentire che è regolare essere tutti uguali…

Continua a leggere →

H.A.A.R.P.: un’arma potentissima

H.A.A.R.P.: un’arma potentissima

H.A.A.R.P. è un gigantesco sistema di antenne ubicate a “Gakona” in Alaska, il cui scopo ufficiale è lo studio della ionosfera. In realtà è una potente arma per manipolazioni climatiche e tettoniche.
Impianti simili, altrettanto potenti, sorgono anche altrove, in Svezia, Russia, Francia, Italia… Ma quali sono i veri scopi di H.A.A.R.P.? Se n’è occupato “Alessio Di Benedetto”, docente di storia ed estetica musicale presso il conservatorio di Foggia ed esperto nel campo delle frequenze. I suoi studi illuminano, con mirabile chiarezza e sulla base di investigazioni scientifiche, la…

Continua a leggere →