HomeSpiritualitàMatrice Spirituale    

Potrebbero interessarti...



Commenti

Matrice Spirituale — 4 commenti

  1. Sono pienamente in sintonìa con quanto espresso nell’articolo. Se ne ho compreso bene la filosofia, direi che posso esprimermi con una celebre frase estratta dal Vang. di Giovanni: “essere NEL mondo, ma non DEL mondo…”. E questo, naturalmente, non giustifica la mancata applicazione del nostro nuovo (o antico?….) stato d’essere a causa della paura di attirarsi delle critiche o di essere sopraffatti, ma, semplicemente, far sì che “la parola si faccia carne” pur con i nostri limiti non ancora superati, ma su cui ci impegneremo nel nostro cammino. Ma ritengo che per fare tutto ciò, occorra essere dotati di umiltà. Anche verso sé stessi. Benedizioni a tutti

  2. Grazie Daria per i tuoi preziosi articoli e a chi li pubblica. Tanti spunti di riflessione e di approfondimento a temi su cui, come dici anche tu c’è molto fervore, forse troppo. Quindi concordo nell’istillare RAGIONEVOLI DUBBI e tener conto sempre se siamo davvero noi a pensare e convincerci di molti concetti oppure dettati ancora dai condizionamenti della nostra psiche più razionale. Molto di quello che scrivi mi risuona per filo e per segno e perciò vedo nel tuo lavoro un grande valore. Dici bene: siamo a un punto del nostro percorso/esperienza terrestre in cui si sta alzando un’onda gigantesca e non capiamo se ci faccia più piacere o timore. Molte convinzioni di ieri non ci appartengono ormai più (pur non rinnegandole), altre nuove si insediano cautamente con ragionevole dubbio e il film della nostra vita futura immaginata cambia copione continuamente, ma questo non turba, richiede però contemplazione continua dei mutamenti. a presto. Giovanni

  3. Alessandro, Giovanni, i vostri commenti mi hanno commossa e…gratificata! grazie

  4. Cara Daria , trovo questo tuo articolo il piu’ ispirato fra tutti perche’ trasmette un profondo calore . Per tutte le persone che da tempo hanno intrapreso un percorso “spirituale” , il superamento del concetto religioso possiamo darlo in un certo qual modo scontato , tanti insoddisfatti , in cerca di verita’ e di risposte fra i quali mi inserisco hanno improvvisamente scoperto nuove idee e teorie . Siamo passati da un concetto cattolico (piu’ o meno condiviso ) dove l’uomo e’ un burattino nelle mani di dio , non puo’ nulla se non per sua volonta’ o intercessione di qualche santo ecc.. un uomo che puo’ unicamente vivere di sofferenza e speranza , ad un uomo nuovo in collegamento con il tutto , un uomo che puo’ modificare la stessa materia in cui vive , un uomo per ora dimentico ma con un potenziale incredibile che pero’ sta gia’ di fatto creando , crea da sempre ma non lo sa e quindi crea male .
    Il punto come ben esprimi e’ che ormai tutte le teorie vecchie e nuove hanno saturato , sono entrate in gioco tante nuove possibilita’ ma nessuna concreta,nessuna utilizzabile , nessuna in grado di fornire risposte al piu’ importante interrogativo , perche’ ? vale veramente la pena di salvare tutto questo . io non lo so .
    il processo mentale che si mette in moto in queste ricerche e’ inarrestabile e logorante al punto , almeno per quanto mi riguarda di non avere piu’ la capacita’ di scegliere o pensare , quello che resta e’ un rifiuto totale .
    E allora ti chiedo , come possiamo fare per schermarci da questo dare e avere non richiesto e come proseguire .
    Che senso ha tutto questo , chi ne trae beneficio , non noi
    e di nuovo ha senso salvare questo sistema .

    grazie Daria , spero esca presto altro da te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Altri articoli nella categoria "Spiritualità"