HomeFisica QuantisticaLa “Matta” è uscita?    

Commenti

La “Matta” è uscita? — 1 commento

  1. Meglio tardi che mai.
    Dott. Gian Piero Abbate in merito alla “Matta” del suo articolo, e alla “materia oscura”, l’antimateria, ha mai esplorato l’Alchimia che ha principio sulla conoscenza della “Materia Prima” cioè il famoso Drago?
    Basilio Valentino, noto alchimista, fa luce sul processo alchemico che ha il suo principio e fine con la Materia e così descrive il Drago.
    Io sono il Drago velenoso, presente dappertutto, che può essere acquistato ad un prezzo irrisorio. La «cosa» su cui riposo, e che su di me riposa, sarà trovata in me da chi saprà frugarmi come si conviene. La mia Acqua ed il mio Fuoco distruggono e compongono. Estrarrai dal mio corpo il Leone Verde e quello Rosso; se non mi conosci perfettamente, il mio Fuoco ti distruggerà i cinque sensi. […]
    Io sono l’Uovo della Natura, che soltanto i Sapienti devoti e modesti conoscono, ed essi fanno nascere da me il microcosmo. […]
    I Filosofi mi chiamano Mercurio, mio sposo è l’Oro (filosofico); sono l’antico Drago presente in ogni parte della terra; sono padre e madre, giovane e vecchio, forte e gracile, morte e resurrezione, visibile ed invisibile, duro e molle, discendente nella terra e da scendente al Cielo, grandissimo e piccolissimo, leggerissimo e pesantissimo; in me l’ordine della Natura è spesso invertito incolore, numero, peso e misura; contengo la Luce naturale, sono oscuro e chiaro, vengo dal Cielo e dalla terra, conosciuto e considerato poco o nulla. Tutti i colori in me risplendono, e cosi tutti i metalli attraverso i raggi del sole. Sono il rubino solare, una terra nobilissima e chiarificata, per cui mezzo tu potrai trasmutare in oro il rame, il ferro, lo stagno ed il piombo.
    Gaetano Barbella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli nella categoria "Fisica Quantistica"