Sezione: Robert Monroe
Pagina corrente: Emozioni e volontà

Emozioni e volonta - Robert Monroe - Viaggi AstraliBasandosi su quanto osservato nei suoi numerosissimi viaggi fuori dal corpo, Monroe afferma che nel mondo astrale sembrano esistere vere e proprie leggi fisiche, analoghe a quelle che dominano il mondo fisico. In particolare, egli parla di una sorta di legge dell’attrazione, secondo la quale esseri simili si attraggono tra loro. Nel mondo astrale, e in verità non solo, due esseri sono simili quando hanno pensieri ed emozioni simili. Ciò vuol dire che la forza di attrazione ha natura “emotiva” e per fare un’analogia simpatica, si potrebbe dire che, come nel mondo fisico due masse si attraggono tra loro grazie alla forza di gravità, così nel mondo astrale due entità si attraggono grazie alla “forza dell’emotività”. A questo riguardo, Monroe riporta molte situazioni vissute nel mondo astrale, dove a causa di desideri o paure inconscie, egli si vedeva involontariamente teletrasportato in posti ignoti, in mezzo a persone sconosciute.

Il mondo astrale raccontato da Monroe, non è quindi solo una meravigliosa narrazione magica ed eccitante, ma è anche caratterizzato da quegli aspetti duri e potenzialmente spaventosi, che spesso caratterizzano la “realtà fisica”. Basta immaginare un luogo dove le distanze non esistono, o comunque possono esser percorse in un solo istante; dove gli esseri che lo popolano possono incontrarsi o scontrarsi senza quasi averne coscienza, come conseguenza di affinità inconscie, paure o morbosi desideri di cui ignorano, essi stessi, l’esistenza. Potrebbe sembrare un autentico inferno dantesco, dove il dannato è incessantemente sospinto dai propri istinti, a commettere sui suoi simili, lo stesso oltraggio che altri commisero su di lui.

In tutti i resoconti delle OBE di Monroe, si evince tuttavia l’esistenza di un’altra forza, la quale si contrappone ai desideri e alle paure: è la forza di volontà. La volontà, nel mondo astrale si oppone agli istinti e alle paure, alle emozioni e ai desideri, così come succede abitualmente anche nel mondo fisico. Nella vita quotidiana, questo sforzo è continuamente controbilanciato da forze che meccanicamente conducono i pensieri su strade già percorse, verso mete già esplorate e scenari talvolta illusori della mente. Entra, cioè, in gioco una serie di fattori come educazione, abitudini, esperienze personali, ambiente, credenze religiose ecc. La sinergia di tutti questi aspetti, spinge l’individuo di volta in volta, in direzioni diverse e talvolta agli antipodi. La stessa cosa succede nel mondo astrale, dove però si aggiungono altri aspetti come la mancanza di inibizioni e della pura razionalità.

Quindi, se il mondo astrale è il luogo dove ognuno non può che essere sé stesso, cioè nient’altro che i propri pensieri e le proprie emozioni, senza possibilità di maschere e finzioni, allora qui diventa “materiale” ciò che sulla terra è invece più astratto e celabile. La psiche o l’anima dell’uomo, comunque la si voglia chiamare, nel mondo astrale è energia concreta, i cui effetti sono visibili sulla materia. Tutte le OBE riportate da Monroe, parlano del suo sforzo di concentrazione per recarsi in un certo luogo o da qualcuno in particolare e di come sia facile perdere tale concentrazione e magari scivolare verso zone ignote. Sono, infatti, molti i casi in cui Monroe sbaglia destinazione, trovandosi di conseguenza in situazioni impreviste, davanti a persone sconosciute o incoscienti, che interagiscono con lui in modo inaspettato e non sempre amichevole.

Articolo di Mauro Vanzini
tratto da “I miei viaggi fuori dal Corpo”, di Robert Allan Monroe

Sezione: Robert Monroe
Pagina corrente: Emozioni e volontà

Articoli nella sezione: Robert Monroe

Robert Monroe

I meravigliosi viaggi astrali di Robert Monroe
Robert Monroe ha descritto nei suoi libri centinaia di meravigliosi viaggi astrali, viaggi della coscienza verso e oltre un altro mondo, un mondo immensamente più grande di quello in cui viviamo, un mondo infinito. Ogni singola esperienza di Monroe poteva durare da pochi secondi fino a molte ore, poteva essere il frutto di uno sforzo volontario, oppure un episodio spontaneo. L’esistenza di un mondo non fisico e di altre dimensioni sembra impossibile, tuttvia anche chi è scettico ammetterà, come almeno nell’immaginazione, tutto possa esistere e potrà allora provare ad immaginarsi che cosa sia veramente un luogo, dove ogni angolo è contemporaneamente un piccolo pensiero e un immenso universo, dove il tempo sembra non esistere, … leggi tutto

Esperienze fuori dal corpo (OBE): primi resoconti

Nella primavera del 1958, Robert Monroe incominciò ad avere i primi “sintomi” inspiegabili relativi a quei fenomeni di scorporazione, che da quel momento in poi non lo abbandoneranno più. Di notte, mentre si stava addormentando, o anche di giorno, magari durante un sonnellino pomeridiano, percepiva delle forti vibrazioni in tutto il corpo. Non si trattava di brividi o tremolii fisici, bensì di una sorta di corrente elettrica che lentamente pervadeva il suo corpo, non facendolo dormire e pilotandolo verso quelle stravaganti esperienze, di uscita della coscienza al di fuori del corpo fisico. Malgrado ciò, fin dalle sue prime esperienze fuori dal corpo – in inglese Out of Body Experiences o OBE  – Monroe mantenne un atteggiamento equilibrato e razionale. La … leggi tutto

La mano sotto il pavimento

Una notte molto tardi, Monroe ebbe uno strano sogno ad occhi aperti. Era sdraiato sul suo letto senza riuscire a prendere sonno. Ancora una volta, comparvero con forza le solite vibrazioni che ormai da mesi lo disturbavano. Sua moglie dormiva al suo fianco, e fuori dalla finestra vedeva il paesaggio illuminato dalla luna. Si sentiva perfettamente cosciente. Con il braccio che penzolava parzialmente fuori dal letto, provò ad “allungare la mano” fino a toccare le coperte sulla sponda del letto. Poi successe l’impossibile: spinse leggermente le dita contro le coperte, e dopo un iniziale senso di resistenza, queste attraversarono la stoffa e il legno del letto, arrivando a toccare il pavimento. Spinto dalla curiosità, provò a distendere ulteriormente il braccio … leggi tutto

Fluttuare nella stanza

Una notte, come accadeva ormai da tempo, Monroe fu colto dall’ormai ricorrente “disturbo”: vibrazioni simili a corrente elettrica, che gli percorrevano il fisico per intero. Questa volta invece si manifestarono in modo un po’ diverso, inizialmente solo nella testa, per poi diffondersi, pian piano, anche al resto del corpo. Non sapendo cosa fare per farle andar via, pensò di distrarsi pensando al suo hobby preferito, l’aliante, e mentre aspettava che le vibrazioni se ne andassero, si propose di andare l’indomani a fare un volo.
Subito dopo, ebbe la sensazione che qualcosa stesse premendo contro la sua spalla, qualcosa di piatto ed esteso. Allungò la mano per sentire che cosa fosse e capì che si trattava di una parete liscia. Allungando ancora … leggi tutto

In volo a casa di amici

Nel marzo del 1959, era già passato più di un anno da quando Monroe aveva vissuto le prime esperienze di decorporazione, ed aveva ormai acquisito una certa abilità nel gestire questo suo dono naturale. Dopo aver consultato diversi medici, psicologi e psichiatri ed aver superato la fase dei timori e delle preoccupazioni per la propria salute, era ormai convinto di voler indagare sé stesso e quello strano mondo che visitava nel sonno. Pur vivendo pienamente e normalmente la propria vita familiare e lavorativa, Monroe sapeva quindi approfittare del tempo libero, per tentare sempre nuovi viaggi di esplorazione.
La mattina del 5 marzo di quell’anno, Monroe era in viaggio per lavoro e si era da poco svegliato nella stanza del motel dove … leggi tutto

Il mondo astrale

Con i suoi appunti e le sue riflessioni, Robert Monroe voleva prima di tutto riportare ed analizzare le sue insolite esperienze, soggettive ma non uniche nella storia degli uomini, senza necessariamente affermare delle verità assolute. Al fine di poter esprimere i concetti necessari, coniò liberamente alcuni nomi molto intuitivi, come ad esempio Secondo corpo, o Secondo stato, per definire lo stato di “scorporazione”. Monroe, tuttavia, non si volle mai porre come un esperto conoscitore della materia. Nel suo libro “I miei viaggi fuori dal corpo”, egli dichiara apertamente di non essere in grado di comprendere o spiegare certe sue esperienze, anche per la mancanza di una preparazione specifica, sia in campo esoterico che ovviamente in campo medico e fisico. Auspicò quindi … leggi tutto

Emozioni e volontà

Basandosi su quanto osservato nei suoi numerosissimi viaggi fuori dal corpo, Monroe afferma che nel mondo astrale sembrano esistere vere e proprie leggi fisiche, analoghe a quelle che dominano il mondo fisico. In particolare, egli parla di una sorta di legge dell’attrazione, secondo la quale esseri simili si attraggono tra loro. Nel mondo astrale, e in verità non solo, due esseri sono simili quando hanno pensieri ed emozioni simili. Ciò vuol dire che la forza di attrazione ha natura “emotiva” e per fare un’analogia simpatica, si potrebbe dire che, come nel mondo fisico due masse si attraggono tra loro grazie alla forza di gravità, così nel mondo astrale due entità si attraggono grazie alla “forza dell’emotività”. A questo riguardo, Monroe … leggi tutto

Destinazioni ignote

In molti dei suoi viaggi astrali, Monroe si trovò “attratto” da una forza irrefrenabile, verso destinazioni ignote e persone sconosciute. Solo la concentrazione sulla mèta prefissata e un deciso controllo dei propri pensieri, potevano contrastare questi impulsi, che nascevano direttamente da dentro. La mattina del 27 novembre 1962, Monroe visse una delle sue numerose esperienze fuori dal corpo: dopo aver passato la consueta fase delle vibrazioni, riuscì a distaccarsi dal corpo senza problemi. Il suo programma prevedeva di andare a “trovare”, naturalmente in astrale, un certo suo amico. A questo scopo, si concentrò sul desiderio di vederlo, attuando una tecnica di concentrazione, appositamente messa a punto nel tempo. Questa tecnica era per lui ormai collaudata, ma tuttavia non infallibile e … leggi tutto

L’inferno e il paradiso

Capita di soffermarsi a pensare ai concetti di inferno e paradiso. L’inferno e il paradiso, nella sostanza del loro significato, non sono concetti propri di una particolare cultura o religione, ma affondano invece le loro radici nei sentimenti più profondi dell’uomo, nelle più cupe paure o nei desideri più sublimi. È forse per questo, che l’inferno e il paradiso da sempre ispirano nell’uomo raffigurazioni descrittive o simboliche di ogni genere, scene di terrore da una parte e di speranza dall’altra, rappresentazioni di meravigliosi mari tropicali illuminati dal sole o di terrificanti e oscuri squarci nel sottosuolo, infestati da molte infime entità.
Robert Monroe, nei suoi viaggi astrali, ha visitato più volte due regioni particolarmente “impressionanti”, due luoghi agli antipodi tra loro, … leggi tutto

Se fosse vero?

Le esperienze fuori dal corpo raccontate da Robert Monroe, sono avventure fantastiche che quasi chiunque definirebbe per lo meno singolari. Esse sono riportate con un metodo descrittivo ma sintetico, particolareggiato solo dove la cronaca dei fatti lo richiede. Robert Monroe riporta con rigore scientifico, vicende che parrebbero possibili sono nelle pagine di un libro di fantasia e per questo le reazioni di chi legge simili “testimonianze” possono ovviamente essere apertamente negative. Ci sono gli scettici, i quali le definirebbero pure invenzioni; oppue all’opposto ci sono i “credenti” del paranormale, che acconsentirebbero ad ogni stranezza. Infine, lasciando stare gli indifferenti, restano coloro che avendo simpatia per questi argomenti, cercano di giudicare il tutto senza pregiudizi e con autentico interesse.
Nei resoconti dei … leggi tutto

L’anima sopravvive: ciò che tutti desiderano

Leggendo il libro “I miei viaggi fuori dal corpo” di Robert Monroe, viene naturale identificare il corpo astrale con l’anima dell’uomo. Di conseguenza nasce forte il desiderio di affermare che dopo la morte la vita possa continuare! E sebbene in realtà questa ardita affermazione abbia per oggetto solamente il desiderio di sopravvivere e non la veridicità delle esperienze fuori dal corpo descritte da Robert Monroe, si sentono comunque piovere al riguardo, diverse obiezioni.
Molti potrebbero obiettare infatti che è difficile credere a qualcuno, il quale asserisce che i propri sogni non sono fantasie, ma vita reale (sebbene vissuta in stato di decorporazione), portando come uniche prove al riguardo, valutazioni soggettive, come ad esempio l’intensità emotiva delle esperienze o la verosimiglianza di … leggi tutto

Incontri con i morti: le prove oggettive

Basandosi sulle proprie esperienze fuori dal corpo, Robert Monroe sostiene che il mondo astrale sia percorso da diversi tipi di entità, tra i quali: i corpi astrali dei vivi dormienti e i corpi astrali delle persone morte. Egli riporta parecchie prove evidenti, di incontri avuti con i corpi astrali di persone vive, mentre sono solo alcuni, i casi in cui racconta di incontri con trapassati. E descrivendo quei pochi casi, uno dei quali riguardante il proprio padre, intende dimostrarci come dopo la morte fisica, il corpo astrale sembri ancora pienamente “operativo”. Di seguito, vengono riportati due episodi da lui vissuti che evidenziano proprio questo aspetto.
Il bambino malato
Un giorno, appena lasciato il corpo fisico, Robert Monroe sentì un deciso richiamo verso … leggi tutto

Libri e varie...

Leader della Risata

di Alberto Terzi, Bruna Ferrarese

LEADER DELLA RISATA - LIBRO
di Alberto Terzi, Bruna Ferrarese

Da anni si studia gli effetti benefici della risata, ciò che essa può provocare a livello fisico e mentale, ora questo studio è diventato una vera disciplina!
 Le teorie che spiegano perché si ride sono numerose e le discipline interessate in generale all'umorismo vanno dalla sociologia alla filosofia, dalla psicoanalisi alla psicologia e alla neurologia.
 Negli ultimi trent'anni è nata anche una nuova disciplina, la gelotologia (dal greco ghelos=riso), che studia e applica il riso come terapia per stimolare e attivare i complessi meccanismi coinvolti nel processo di guarigione.
 Su tali presupposti si è basato lo "Yoga della Risata", che da vent'anni Madan Kataria e la moglie Madhuri stanno seminando nel mondo.
 Si tratta di una pratica semplice che, oltre a risultare al primo impatto curiosa, si è rivelata col tempo anche efficace per il benessere delle persone e la prevenzione della salute.
 Grazie a un paziente nutrimento della propria spiritualità, impegnati a scoprire e attivare il dono unico per cui si è presenti nel mondo, a partire dalla nostra risata interiore si può coltivare la Bellezza della nostra essenza e contribuire alla Bellezza delle persone che incontriamo e alla Bellezza dell'Universo con cui siamo connessi.
 Questo libro testimonia l'enorme lavoro già realizzato con l'intento di promuovere un arricchimento reciproco tra i diversi praticanti e insegnanti.
 È bastato un cenno per scoperchiare un vulcano.
 La peculiarità di questa pubblicazione è la sua praticità, l'assenza di aspetti teorici non vissuti e testati e la presenza di indicazioni più calzanti per la realtà italiana.
 Leggendolo si scoprirà l'importanza di aprire un vero e proprio dialogo con gli insegnanti e i praticanti le diverse varianti dello Yoga, quella disciplina che sta dando molti benefici ai cittadini stressati e che, combinata con lo Yoga della Risata, potrebbe generare un'alchimia magica e potente in termini di cambiamento e incremento del benessere....

Lo Spirito Interiore della Risata

I 5 segreti della Risata terapeutica - "Quando ridi cambi e, quando tu cambi, tutto il mondo cambia con te"

di Madan Kataria

LO SPIRITO INTERIORE DELLA RISATA  - LIBRO
I 5 segreti della Risata terapeutica - "Quando ridi cambi e, quando tu cambi, tutto il mondo cambia con te"
di Madan Kataria

Una nuova travolgente tecnica di benessere!
 Questo libro è la testimonianza completa di un percorso con lo Yoga della Risata che ebbe inizio in India nel 1995. Lo Yoga della Risata aiuta moltissime persone nel mondo, offrendo svariati benefici a livello fisico, mentale, emotivo e sociale, aiutando a realizzare cambiamenti duraturi negli atteggiamenti e nella percezione della vita. 
 Questo libro non si limita a spiegare che cosa sia lo Yoga della Risata: insegna anche ad immergersi completamente nello spirito interiore della risata, una forza potente che vi permetterà di ridere non solo nei momenti felici, ma vi aiuterà soprattutto a superare le sfide che la vita vi presenta.
 Il LaughterYoga o Yoga della Risata è una disciplina unica che combina esercizi in grado di stimolare la risata con respirazioni profonde dello yoga. Iniziato con sole cinque persone in un parco pubblico di Mumbai nel 1995, il movimento è cresciuto a livello mondiale con oltre 6.000 club in più di 60 paesi.
 Dicono del Libro  “Lo Yoga della Risata è un sistema perfetto per ridere e per mantenersi in forma al tempo stesso. Approccia la risata come se fosse un normale esercizio fisico; così è facile ridere anche quando si è depressi o di cattivo umore. L’anno scorso ho ospitato lo Yoga della Risata nel mio programma TV. L’ho provato e funziona.” 
Oprah Winfrey - Conduttrice e autrice TV
 "Non riesco a pensare ad una qualunque tecnica corpo-mente che abbia preso piede in questo modo. Lo Yoga della Risata è in grado di aiutare a diminuire i costi della salute."
Dr. Andrew Weil - Fondatore e direttore del Centro di Medicina Integrativa della University of Arizona
 "E' quasi impossibile mantenere qualsiasi tipo di distanza o qualunque senso di gerarchia sociale quando ci si sta sbellicando dalle risate"
John Cleese - attore comico inglese...

Guarire Ridendo

La medicina senza effetti collaterali

di Jacopo Fo

GUARIRE RIDENDO
La medicina senza effetti collaterali
di Jacopo Fo

È ormai scientificamente provato: le persone incazzose e pessimiste muoiono come mosche.
 Ridere, invece, fa bene. Ridere è liberatorio, afrodisiaco, antibiotico, antistaminico, ricostituente, esaltante, piacevole e intelligente.
 Questo libro ti spiega il perchè, facendoti ridere.
 Perciò non è solo un libro : è anche una medicina....

Ridendo si Impara

Un metodo semplice ed efficace per migliorare la qualità della propria vita

di Michele Galgani

RIDENDO SI IMPARA
Un metodo semplice ed efficace per migliorare la qualità della propria vita
di Michele Galgani

Da quando l’uomo ha fatto la sua prima risata sa che ridere fa bene e, soprattutto, che non ridere per troppo tempo fa male. Il riso è uno dei modi più semplici e naturali per conoscere il mondo che ci sta intorno e per goderne. Inoltre è un potente analgesico contro i dolori fisici e psichici.
Cercare la risata significa anche cercare una parte fondamentale di se stessi: per poterla incontrare sempre più spesso è necessario amare ciò che siamo e quel che facciamo, instaurando una relazione sensata con ogni aspetto della nostra vita, buona o cattiva che sia. 
Attraverso un profondo lavoro su di noi e sul modo in cui ci poniamo nei confronti degli altri possiamo imparare a ridere e far ridere. In famiglia e sul lavoro, nel rapporto di coppia, nelle diverse stagioni della vita, per superare le piccole delusioni quotidiane o quando invece fronteggiamo situazioni molto serie e drammatiche, sono infinite le situazioni nelle quali (sor)ridere può essere un’ancora di salvezza e un modo per riacquistare fiducia.
 Per tale motivo Michele Galgani ha raccolto in questo volume preziosi suggerimenti e pratici esercizi che riguardano sia il linguaggio verbale sia quello del corpo, ispirato da una certezza fondata sulla sua lunga esperienza di terapeuta del riso: smettere di ridere è un po’come rinunciare a vivere....

Il Corpo che Ride

Curare con il buon umore

di Ginevra Sanguigno

IL CORPO CHE RIDE  - LIBRO
Curare con il buon umore
di Ginevra Sanguigno

Le missioni degli "Ambasciatori del sorriso" sono iniziative ideate dal medico americano Patch Adams e dal team del Gesundheit Institute, che da venti anni inviano volontari (medici e non) per portare gioia, amore, aiuto solidale nei paesi poveri, nelle regioni colpite dai conflitti o da tragici dopoguerra.
 Fra questi volontari ci sono in primis i clown, tra cui l'attrice Ginevra Sanguigno, ovvero Clown Gin Gin, che ne "Il corpo che ride" narra le avventure vissute in Romania, Bosnia-Erzegovina, Siberia, Costa d'Avorio, Afghanistan, Cambogia.
 Negli ospedali, per le strade, nelle case ha incontrato anziani malati, bambini affetti da Aids, uomini mutilati e ricorda come sul viso di ciascuno di loro ha visto sbocciare un sorriso al posto delle lacrime....

Yoga della Risata

Ridere per vivere meglio

di Alberto Terzi, Laura Toffolo, Madan Kataria

YOGA DELLA RISATA
Ridere per vivere meglio
di Alberto Terzi, Laura Toffolo, Madan Kataria

La proposta semplice e un po’ rivoluzionaria dello Yoga della risata, messa a punto da Madan Kataria, congiunge le potenzialità del ridere con quelle dello Yoga. Ne deriva un metodo spiazzante attraverso cui si può arrivare alla risata positiva senza seguire il percorso lineare dell’umorismo.
 Chiunque per strada potrebbe proporvi come risposta a tutti i vostri problemi una semplicissima azione: ridere il più possibile. Eppure è facile capire come ciò possa essere una proposta troppo semplicistica ed illusoria.
 Di fronte a tanti venditori di illusioni ci sembra questo un buon principio per scoprire i benefici delle risate senza perdere il contatto con la realtà e senza neanche togliere quel tocco di magia che ogni risata è in grado di creare con il suo potere contagioso.
 È un dato acquisito che la risata aiuti a sviluppare un processo di pensiero positivo. E non sembra lontano il tempo in cui essa potrà essere introdotta, dalla porta principale, nei luoghi di cura per integrare l’efficacia della medicina classica e funzionare anche come prevenzione.
 La risata è una medicina per il cuore, non solo perché tutela un organo indispensabile e prezioso del nostro corpo, ma soprattutto perché rafforza la metafora che lo identifica come propulsore e generatore di quell’affetto e amore che ognuno di noi considera l’alimento principe della vita.
 Il larghissimo successo di questa proposta ha determinato persino la nascita di una rete mondiale di club, la cui diffusione in Italia queste pagina vogliono promuovere.
  ...

Potrebbero interessarti...