Articolo in evidenza
HomeIl tempo non esisteLa fisica è più chiara se il tempo non esiste

Dal punto di vista della fisica, una volta che accettiamo che il tempo non è reale, molte idee che fino ad ora erano “strane”, diventano chiare. In meccanica quantistica, si parla di ΔE*Δt>h. Ciò significa che il prodotto della variazione di energia moltiplicata per l’indeterminatezza del tempo deve essere più grande di una costante, la costante di Planck, che è la dimensione del momento angolare di un elettrone in un atomo. Questa è la base del fenomeno della creazione di coppie di particelle. Una coppia di particelle può essere creata dal nulla in violazione del principio di conservazione dell’energia, purché entrambe le particelle scompaiano rapidamente: la varizione di energia, ΔE, moltiplicata per il tempo in cui esse esistono, Δt, deve essere inferiore a h.

Ma ha senso parlare di una indeterminatezza del tempo? Cosa significa Δt, se il tempo è reale e scorre continuamente? Possiamo capirlo nell’idea che il tempo equivalga semplicemente ad una sequenza di “istantanee” di stati passati: nessuno stato viene in effetti creato durante il tempo Δt.

Un elettrone si muove in uno stato più elevato nell’atomo. Che cosa accade durante la transizione ad uno stato inferiore? Gli unici dati che hanno significato nella sua storia sono i diversi stati “fotografati”, e non ci sono istantanee del tempo dell’elettrone durante la fase della transizione, mentre cambia di orbita. Questo chiarisce la mancanza di significato nella situazione dell’elettrone durante la transizione.

Questo può anche aiutare a chiarire la dilatazione del tempo nella relatività speciale: meno “fotografie” sono disponibili, per l’orologio in movimento, e più lento è il tempo.

Potrebbero interessarti...


Altri articoli nella categoria "Il tempo non esiste"

Il tempo e la Teoria della Relatività di Einstein

Il tempo e la Teoria della Relatività di Einstein

Nella mia esperienza, ho riscontrato che i fisici hanno una notevole difficoltà a capire il tempo. Considerate la Teoria della Relatività di Einstein, che è stata pubblicata nel 1905. Questa è una teoria molto semplice, e viene insegnata nelle scuole superiori e nelle università di tutto il mondo. Gli scienziati ne hanno verificato sperimentalmente le conclusioni molte volte, e non ci sono più dubbi sulla sua validità. Eppure, una volta ho provato a scrivere alcuni articoli su un aspetto semplice della relatività, e sorprendentemente ho trovato una notevole opposizione.

Immaginate … Continua a leggere →

Continua a leggere →

I buchi neri

I buchi neri

Prendiamo in considerazione un’altra idea confusa in fisica. Consideriamo un oggetto che cade giù per un buco nero. Nell’osservare l’oggetto, notiamo che il tempo rallenta man mano che l’oggetto si avvicina. Questo è perché il tempo rallenta in un campo gravitazionale. Appena l’oggetto si avvicina alla superficie del buco nero (orizzonte degli eventi), il campo gravitazionale è così grande che il tempo si arresta completamente. In altre parole, l’oggetto non entra mai nel buco nero, in quanto è praticamente impossibile raggiungerne la superficie.

La cosa strana nella relativitàContinua a leggere →

Continua a leggere →

La fisica è più chiara se il tempo non esiste

La fisica è più chiara se il tempo non esiste

Dal punto di vista della fisica, una volta che accettiamo che il tempo non è reale, molte idee che fino ad ora erano “strane”, diventano chiare. In meccanica quantistica, si parla di ΔE*Δt>h. Ciò significa che il prodotto della variazione di energia moltiplicata per l’indeterminatezza del tempo deve essere più grande di una costante, la costante di Planck, che è la dimensione del momento angolare di un elettrone in un atomo. Questa è la base del fenomeno della creazione di coppie di particelle. Una coppia di particelle può essere creata dal nulla in violazione del principio di … Continua a leggere →

Continua a leggere →

Potenziali avanzati e viaggi nel tempo

Potenziali avanzati e viaggi nel tempo

Nel 1940, Wheeler e Feynman discussero un problema di elettromagnetismo classico. Nel problema, le equazioni risultavano essere simmetriche rispetto al tempo, mentre l’osservazione mostrava una determinata direzione del tempo. Ad esempio, considerando un oggetto che viene colpito da una luce, nello stesso momento in cui la luce viene riflessa dall’oggetto, questo riceve energia e si riscalda. Ma secondo le equazioni dell’elettromagnetismo, sarebbe anche possibile che la luce venga emessa dall’oggetto in seguito al solo riscaldamento. Questo non ha senso! Wheeler e Feynman cercarono di trovare … Continua a leggere →

Continua a leggere →

Il tempo e la teoria del Big Bang

Il tempo e la teoria del Big Bang

La Teoria del Big Bang della cosmologia è un altro esempio della nostra accettazione innata del tempo. La Teoria del Big Bang afferma che secondo la Teoria della Gravitazione di Einstein, la Relatività Generale, l’universo si è espanso da un punto, a dove è oggi. Questo è successo circa 13,7 miliardi di anni fa. Il tempo è iniziato in quel punto.

Sebbene la maggior parte dei fisici accettino la teoria del Big Bang, essa è in realtà sbagliata. Questo è un punto sorprendente. Una teoria non valida che invece è universalmente accettata!

Una teoria valida è un sistema matematico … Continua a leggere →

Continua a leggere →

Nella fisica il tempo non esiste

Nella fisica il tempo non esiste

Libri recenti hanno dimostrato che il tempo – come concetto valido in fisica – non esiste. Questi articoli intendono chiarire e mostrare come ciò aiuti a comprendere vari altri concetti della fisica. Il principio sottostante è il positivismo. Questo chiarisce i “potenziali elettromagnetici avanzati”, l’equilibrio nell’uso delle trasformazioni covarianti, la natura dei buchi neri e il Big Bang. Si discuterà anche della natura di Dio e se ne mostrerà la coerenza con l’idea che il tempo non esista. Saranno anche aggiunti commenti su scienza e religione. Infine, una discussione sulla naturaContinua a leggere →

Continua a leggere →

La funzione d’onda dell’universo

La funzione d’onda dell’universo

L’obiettivo della ricerca scientifica è quello di trovare una funzione matematica che predica il futuro, a partire dal presente. Ciò significa che stiamo cercando qualcosa tipo ψ(t). Qualsiasi funzione ψ(t) può solo essere una funzione di stati temporali esistenti nel presente. C’è molto di più per l’universo rispetto agli stati del presente, ed è ciò che intendiamo dicendo che il tempo non esiste. Pertanto, la funzione ψ(t) può essere solo una descrizione parziale. Nella migliore delle ipotesi, la scienza può descrivere il mondo solo parzialmente.

Ciò costituisce un limite … Continua a leggere →

Continua a leggere →

Commenti

La fisica è più chiara se il tempo non esiste — Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *