Affrontare la morte di un genitore

La morte non avverte. Può essere intuita, ma non dichiara mai in modo esatto quando arriverà. Tutto si riassume in un attimo e quell’istante è categorico e determinante. Irreversibile. La morte dei genitori può portare con sé anche un senso di colpa nei loro confronti. Bisogna però lottare contro quel sentimento, poiché non serve a niente, se non a farci affogare sempre più nella tristezza, senza poter porre rimedio a nulla. Perché incolparci se abbiamo commesso degli errori? Siamo esseri umani e quell’addio deve essere accompagnato da un perdono: un perdono della persona che se ne va nei confronti di quella che resta, e di quella che resta nei confronti di quella che se ne va.

Libri e varie...

Più Coraggio per Vivere

Elaborazione del lutto con le costellazioni familiari

di Thomas Schafer

PIù CORAGGIO PER VIVERE
Elaborazione del lutto con le costellazioni familiari
di Thomas Schafer

Grazie alla sua pluriennale esperienza in campo sistemico, Thomas Schàfer spiega come elaborare il lutto per potersi aprire nuovamente alla vita.
 La morte e la vita fanno parte l'una dell'altra; chi ha paura di morire, generalmente, ha anche paura di vivere. Chi accetta pienamente la vita, con i suoi alti e bassi, compie un primo passo verso l'accettazione profonda del proprio destino. Tuttavia l'uomo ha sempre sognato di ingannare la morte.
 Con grande senso dell'umorismo, ma anche con serietà, alcune fiabe raccontano di eroi che hanno cercato di sconfiggere la morte. Tali fiabe affrontano la domanda di come sarebbe la vita se il tempo si fermasse e si potesse vivere in eterno. Sarebbe davvero auspicabile?
 Le Costellazioni Familiari hanno dimostrato che le fiabe possono rappresentare i copioni di vita e hanno rivelato quanto il tema della morte influisca sulla vita delle persone. Gli effetti di argomenti tabù, come l'accompagnamento alla morte, le promesse sul letto di morte o il trapianto degli organi, vengono alla luce sempre più spesso durante le rappresentazioni delle Costellazioni Familiari....

La Morte e il morire

Morte come rappresentazione del morire - La morte nella cultura sanitaria - L'assistenza psicologica al malato terminale - Comunicazione e trasformazione - Elaborazione del lutto - Aiutare a vivere, aiutare a morire

di a cura di Danilo Toneguzzi

LA MORTE E IL MORIRE
Morte come rappresentazione del morire - La morte nella cultura sanitaria - L'assistenza psicologica al malato terminale - Comunicazione e trasformazione - Elaborazione del lutto - Aiutare a vivere, aiutare a morire
di a cura di Danilo Toneguzzi

Un libro che permette di esplorare, approfondire, condividere esperienze e sfatare falsi miti intorno alla "morte".
 Il counselling è una professione che si è sviluppata nei paesi anglosassoni già da parecchi decenni. Anche in Italia risquote sempre più interesse, vista la consapevolezza della crescente necessità di forme di aiuto professionali in tutte quelle aree di intervento non specialistico: dal contesto educativo a quello sociosanitario, dal contesto aziendale e delle problematiche professionali alle situazioni personali di difficoltà nelle scelte di vita, nel superamento di momenti di crisi o nel rapporto con se stessi.
 Questa collana raccoglie contributi in merito alle conoscenze e alle abilità del counselling per renderle disponibili a quanti sono impegnati professionalmente in relazioni di aiuto: medici, psicologi, personale infermieristico, insegnanti, educatori, formatori, dirigenti.
 Questo volume raccoglie sei interventi di vari autori....

La Morte e la Vita Dopo la Morte

Morire è come nascere

di Elisabeth Kübler-Ross

LA MORTE E LA VITA DOPO LA MORTE
Morire è come nascere
di Elisabeth Kübler-Ross

Nel campo della ricerca sulla morte, la dottoressa Elizabeth Kübler-Ross si è meritatamente conquistata grande fama. Le innumerevoli ore che trascorse accanto ai pazienti allo stadio terminale le consentirono di fare scoperte in seguito confermate da altri ricercatori, ormai patrimonio acquisito di questo campo di studio. 
 Elizabeth Kübler-Ross non esitò a mettere a repentaglio il suo buon nome di scienziata affermando ciò che le esperienze dei morenti le avevano insegnato: la morte in realtà non esiste, "è un passaggio a un altro stato di coscienza, in cui si continua a crescere psichicamente e spiritualmente". "Per tanti secoli", disse, "si è cercato di convincere la gente a credere alle cose ultraterrene. Per me non è più questione di credere, ma di sapere: la morte è soltanto il passaggio ad una casa più bella!"....

Il Libro Tibetano del Vivere e del Morire

di Sogyal Rinpoche

IL LIBRO TIBETANO DEL VIVERE E DEL MORIRE
di Sogyal Rinpoche

Nella tradizione tibetana la morte non è mai stata considerata come un evento spiacevole e definitivo da negare e nascondere, ma come una preziosa maestra che, ricordandoci la fragilità e l'impermanenza della vita, ci insegna ad apprezzarne il valore.
 Questo libro è un manuale di pratiche guidate di contemplazione, meditazione e visualizzazione diretto sia a chi si trova di fronte alla morte, propria o di una persona cara, sia a chiunque voglia comprendere più a fondo lo stretto rapporto tra vita e morte.
 La seconda edizione italiana è una nuova traduzione dell'edizione inglese, riveduta e aggiornata, pubblicata negli Stati Uniti nel 2002....

Morire senza Paura

Come aiutare una persona che sta per lasciarci e noi stessi

di Fiorella Rustici

MORIRE SENZA PAURA
Come aiutare una persona che sta per lasciarci e noi stessi
di Fiorella Rustici

Un libro ricco di conoscenza sulla Dimensione della Morte, che descrive quello che accade alla persona prima, durante e dopo la morte del corpo, e cosa succede all'anima o forma astrale e a tutti gli strati energetici ad essa collegati, quando vengono frammentati. 
 Dopo la morte, la parte di anima più positiva ed evoluta spiritualmente entra nel Tunnel di Luce dove incontra gli Esseri che la conducono ai Mondi Superiori. Viceversa, le parti di anima collegate alla mente inferiore-animale, più degradate spiritualmente, attraversano il Tunnel delle Tenebre e le Dimensioni Inferiori. 
 Durante la fase finale della propria vita la persona rivede il film del vissuto e la sua coscienza osserva sia le azioni positive fatte con amore, etica e responsabilità, sia i mostri energetici che invece ha creato con cattiveria, odio, rancore, invidia, omissioni e paure. 
 L'autrice dà molti consigli su cose pratiche da fare e da far eseguire al malato nel tempo di vita che gli rimane, per ricaricarlo energeticamente e renderlo sereno e in pace con la propria coscienza. Ci dice, inoltre, come deve comportarsi e quali sono le caratteristiche che deve avere una persona che segue e aiuta un malato che sta per morire.
 Un libro importante per farci affrontare la morte con meno paure e più consapevolezza....

Il Tempo del Morire

Momento fatale o tempo compiuto

di a cura di Claudio Widmann

IL TEMPO DEL MORIRE
Momento fatale o tempo compiuto
di a cura di Claudio Widmann

La morte eccede le capacità di comprensione e oltraggia le illusioni di potere: appare prematura o tardiva, ingiusta o insensata; induce a prevenirla e a combatterla, sfida a provocarla e a procurarla. A volte pare un'incongruenza dell'esistere, altre volte l'epilogo congruente di un percorso di vita.
 Momento tra i più significativi di tutta la vita, matura insieme al decorso della vita, ma non è una funzione della durata, bensì del compimento: così che esistono vite brevi e compiute al pari di vite lunghe e complete, ma anche vite corte e spezzate accanto a vite concluse da tempo e innaturalmente protratte.
 La morte appartiene alla configurazione individuativa che ciascuno ha avuto in sorte; può essere cercata o rifuggita, ma il suo accadere viene stabilito nell'inconscio più che nella coscienza. A determinarne i modi e i tempi, non è tanto la volontà intenzionale quanto l'azione di archetipi, che le danno forma nei sogni e nelle immagini mentali prima che nella realtà.
 Il tempo del morire può essere arbitrariamente forzato o violato, ma nella sua essenza non è arbitrario né fortuito; ha, piuttosto, le qualità dell'accadimento sincronico e si colloca nel crocevia di un reticolo di significati più che in coda a una serie di cause. Il momento in cui accade non è un tempo qualsiasi, ma è il compimento dei tempi e sigla il completamento dell'intero percorso di vita....