L’uomo, ormai, può considerare come mondo esteriore anche ciò che risiede nella propria personalità, così come prima, considerava mondo esteriore ciò che agiva sui propri sensi e impara gradatamente con l’esperienza a trattare sé stesso, così come prima trattava gli esseri intorno a sé.

Se l’uomo aprisse lo sguardo in questo mondo dello spirito prima di essere sufficientemente preparato, si troverebbe dinanzi all’immagine della propria anima, come ad un enigma; i propri istinti e le proprie passioni gli si presenterebbero allora sotto forma di figure simili ad animali o più di rado, a forme umane.

Quando si penetra in quel mondo bisogna perciò adottare un modo completamente diverso di giudicare. Spesso le cose si presentano come immagini riflesse di ciò che realmente sono. Quando, per esempio, si vede un numero, bisogna leggerlo a rovescio, come si fa per un’immagine riflessa da uno specchio: quindi per esempio il numero 265 sarebbe in realtà il numero 562. Un desiderio che si riferisce a qualcosa di esteriore, si presenta invece come una figura che muove incontro alla persona che l’ha desiderata. Oppure le passioni, che cercano l’oggetto della loro soddisfazione nel mondo esteriore e che hanno la loro sede nella natura inferiore dell’uomo, possono assumere forma di animali o di figure simili, che si avventano contro lo stesso creatore.

Se il discepolo dell’occultismo, prima di ascendere alla visione superiore, ha imparato per mezzo dell’auto-osservazione calma e obiettiva, a conoscere le proprie qualità, allora, nel momento in cui la propria interiorità gli si presenterà come immagine esteriore riflessa, troverà il coraggio e la forza di comportarsi nel giusto modo.

Gli uomini che non hanno acquistato per mezzo di tale introspezione una conoscenza sufficiente della propria interiorità, non riconosceranno sé stessi in quell’immagine riflessa e crederanno trattarsi di una realtà a loro estranea. Quella vista perciò incuterà loro timore e sgomento. È assolutamente necessario che il discepolo dell’occultismo, attraversi quest’esperienza della visione spirituale della propria anima, confrontandola con la propria personalità fisica, per poter poi ascendere più in alto. Non si ripeterà perciò mai abbastanza, che la via sicura verso il mondo superiore, è quella che passa attraverso una seria conoscenza e valutazione della propria entità.

Le immagini che l’uomo incontra in principio sul cammino verso il mondo superiore, sono realmente immagini spirituali, poiché esse rappresentano sé stesso. Ma dentro a questo mondo di immagini, egli impara presto a conoscere qualcosa di nuovo: il proprio Sé inferiore gli sta dinanzi soltanto come immagine riflessa da uno specchio; ma nel centro di questa stessa immagine, appare la vera realtà del Sé superiore.

Ormai è venuto il momento di servirsi del fiore di loto a due petali, che si trova nella regione degli occhi. Se esso incomincia a muoversi, l’uomo acquista la possibilità di mettere il proprio Sé superiore in rapporto con entità spirituali superiori. Le correnti che emanano da questo fiore di loto, muovendosi rendono visibili gli esseri spirituali dei mondi superiori.

<!–nextpage–>

Articoli nella sezione: L’iniziazione

L’iniziazione

Gli articoli che seguono sono stati tutti tratti da un unico libro: “l’Iniziazione” di Rudolf Steiner.
Al fine quindi di una buona comprensione, si consiglia la lettura sequenziale dei suddetti, in modo da mantenere inalterata la struttura logica e narrativa del libro, così come venne creata e voluta dall’autore stesso.
L’iniziazione:

Come si consegue la conoscenza dei mondi superiori? (condizioni)

In ogni uomo esistono facoltà latenti, per mezzo delle quali egli può acquistarsi cognizioni di mondi superiori, riguardanti il mondo delle anime e il mondo degli spiriti. Si tratta soltanto di sapere come occorra adoperarsi per sviluppare tali facoltà e un  consiglio  al riguardo  potrà  venir  dato  soltanto da coloro che già posseggono quelle forze.
Da quando esiste il genere umano vi sono sempre state delle scuole chiamate occulte e l’insegnamento che qui si  impartisce viene denominato insegnamento occulto. Tale denominazione si presta naturalmente a malintesi e chi la sente per la prima volta, può facilmente essere indotto a credere che gli uomini capaci d’impartire tale insegnamento, trattengano arbitrariamente il  proprio sapere per se. L’aggettivo occulto si riferisce essenzialmente alla natura … leggi tutto

I gradini dell’iniziazione

Alcune  pratiche  servono  a  condurre  l’anima  dell’uomo  a comunicare coscientemente col mondo spirituale. I  tentativi  impazienti però  senza  serietà  e  perseveranza,  non conducono certamente a niente. I tre gradini che la disciplina spirituale ci indica, sono i seguenti:
la preparazione
l’illuminazione
l’iniziazione
Non  è  assolutamente  necessario  che  questi  tre  gradini  si susseguano così come indicato, in modo che per iniziare il secondo si debba avere già completamente percorso il primo, e per il terzo, il secondo. Sotto  certi  riguardi, infatti  si  può  partecipare  all’illuminazione  e perfino all’iniziazione, mentre per altri ci si può ancora trovare nello stadio della preparazione.
LA PREPARAZIONE
La preparazione consiste in un’educazione ben determinata della vita del sentimento e di quella del pensiero. Per mezzo di questa educazione il corpo dell’anima … leggi tutto

Punti di vista pratici

Se l’uomo coltiva se stesso nel modo descritto nei capitoli sulla preparazione, l’illuminazione e l’iniziazione, egli effettua nella propria anima e nel proprio spirito una organizzazione simile a quella che la natura ha prodotta nel suo corpo fisico.
Prima di quella elaborazione, l’anima e lo spirito sono ancora masse non organizzate e il chiaroveggente le percepisce  come vortici nebulosi a spirale, che s’intersecano e si presentano per lo più con debole lucentezza rossiccia, bruno-rossiccia, o anche rossiccia-giallastra.
Dopo l’educazione occulta cominciano a risplendere spiritualmente con colori verde-giallognolo, o turchino-verdastro, e presentano una struttura regolare. L’uomo arriva a tale struttura regolare e, con essa, alla conoscenza superiore, se stabilisce nei propri sentimenti, pensieri e stati d’animo, un ordine analogo a quello che la … leggi tutto

Le condizioni necessarie per l’educazione occulta

Le condizioni per l’ammissione alla scuola occulta, non sono tali da poter essere stabilite arbitrariamente da alcuno, ma sono determinate dalla natura stessa del sapere occulto. Dipende completamente dalla libera volontà di ogni singola persona, decidere se le convenga o meno assecondare quelle condizioni.
Chi volesse chiedere ad un maestro d’insegnargli la disciplina occulta, senza volerne però accettare le condizioni, somiglierebbe proprio ad una persona che dicesse: insegnatemi a dipingere, ma non chiedetemi di toccare un pennello.
Il maestro dell’occultismo non può dare niente, se non d’accordo con la libera volontà del candidato, di accettare le condizioni speciali della disciplina occulta. Chi non può o non vuole adempiere a quelle severe condizioni deve rinunziare per il momento alla disciplina occulta. Le condizioni … leggi tutto

Alcuni effetti dell’iniziazione

Una delle massime fondamentali della vera scienza occulta dice, che chiunque si dedichi allo studio della medesima, lo faccia con piena consapevolezza. L’occultista consigliando il discepolo che aspira alla conoscenza superiore, gli dirà al tempo stesso quale effetto quella pratica potrà produrre nel corpo, nell’anima e nello spirito.
Qui diremo soltanto di alcuni degli effetti che si verificano nell’anima del seguace dell’occultismo. Solo chi conosce le cose che verranno ora comunicate, può iniziare con piena comprensione, gli esercizi che conducono alla conoscenza dei mondi soprasensibili e soltanto una persona siffatta può essere un vero discepolo dell’occultismo. Ogni brancolare nel buio è severamente proibito nella vera disciplina occulta. Chi non vuole compiere la propria istruzione con gli occhi ben aperti, potrà diventare … leggi tutto

Modificazioni nella vita di sogno del discepolo

Un segno che il discepolo dell’occultismo ha raggiunto il gradino di evoluzione in cui egli riconosce il proprio Sé superiore, o che sta per raggiungerlo, consiste nella trasformazione che si verifica nella vita dei suoi sogni.
Questi erano prima confusi e arbitrari, mentre ora incominciano ad assumere un carattere regolare. Le loro immagini cominciano ad avere una concatenazione e un senso, al pari delle rappresentazioni della vita quotidiana. Il discepolo può riconoscere in essi legge, causa ed effetto. Anche il contenuto dei sogni si modifica. Mentre prima non vi percepiva che ripercussioni della vita quotidiana, impressioni trasformate dell’ambiente in cui vive, o dello stato del proprio corpo, ora le immagini che sorgono dinanzi a lui provengono da un mondo che finora … leggi tutto

L’acquisto della continuità della coscienza

La vita dell’uomo si svolge alternandosi fra tre stati: la veglia, il sonno popolato di sogni e il sonno profondo senza sogni. Si può comprendere come si possa arrivare alle cognizioni superiori dei mondi spirituali, quando ci si formi un’idea delle trasformazioni che, in chi cerca tali conoscenze, devono svolgersi nei riguardi di questi tre stati.
Prima che l’uomo si sia sottoposto ad una disciplina per arrivare alle suddette conoscenze, la sua coscienza è continuamente interrotta dalle soste di riposo del sonno. Durante queste soste, l’anima non sa niente del mondo esteriore e neppure di sé stessa. Soltanto a momenti, dal grande oceano dell’incoscienza emergono dei sogni, i quali si riconnettono a processi della vita fisica o a condizioni del proprio … leggi tutto

La scissione della personalità durante la disciplina spirituale

I PERICOLI DELL’INDIPENDENZA DELL’ANIMA
Durante il sonno, l’anima umana non accoglie comunicazioni per mezzo degli strumenti sensori fisici, perchè in realtà, sotto un determinato punto di vista, sta al di fuori del così detto corpo fisico. Essa è allora soltanto in rapporto con i corpi più tenui – il corpo eterico e il corpo astrale, i quali sfuggono all’osservazione dei sensi fisici, e la cui attività non si ferma durante il sonno – in questo modo, essa continua la sua vita nel mondo superiore.
Effettivamente l’anima, durante il sonno, è in piena attività, ma l’uomo nulla può sapere di ciò, finché non possegga organi spirituali di percezione, per mezzo dei quali, possa osservare ciò che si svolge attorno a sé. Quando … leggi tutto

Il Piccolo Guardiano della Soglia

Fra le esperienze più importanti che accompagnano l’ascesa ai mondi superiori, ci sono gli incontri con il “piccolo guardiano della soglia” e in seguito con il “grande guardiano della soglia”. Il discepolo incontra il piccolo guardiano, quando i fili che uniscono volontà, pensiero e sentimento, incominciano a disciogliersi nei corpi più sottili – il corpo astrale e il corpo eterico – mentre incontra il «grande guardiano della soglia», quando lo scioglimento dei legami si estende fin dentro alle parti fisiche del corpo, cioè, sopratutto, al cervello.
Il «piccolo guardiano della soglia» è un essere indipendente che non esiste per l’uomo, fino a quando questi non abbia raggiunto un adeguato gradino di evoluzione. Soltanto per mezzo di questo incontro il discepolo … leggi tutto

Vita e morte, il Grande Guardiano della Soglia

È stato mostrato, quanto sia importante per l’uomo l’incontro con il così detto «piccolo guardiano della soglia», poichè in esso, egli scorge l’essere soprasensibile che lui stesso ha prodotto e che gli rivela, fino ad un certo grado, la propria intima natura.
L’uomo, apprende anche come nel passato egli stesso abbia posto le basi del proprio presente. In lui, per esempio, esistono speciali tendenze, modi di essere e abitudini, della cui origine ora può darsi spiegazione. Anche i fatti essenziali della vita, salute e malattia, nascita e morte, gli divengono comprensibili. In generale, la vita visibile gli diventa comprensibile per mezzo delle cause invisibili. Conosce ormai in sé stesso, l’entità che in questo mondo visibile è costruita in modo imperfetto, ma … leggi tutto

Libri e varie...

L'inganno dell'Amore Materno

Come evitare che il "Troppo Amore" distrugga i figli e la coppia

di Anatolij Nekrasov

L'INGANNO DELL'AMORE MATERNO  - LIBRO
Come evitare che il "Troppo Amore" distrugga i figli e la coppia
di Anatolij Nekrasov

Se quello che ci hanno sempre detto riguardo al nostro ruolo di figli fosse sbagliato? Se la dedizione incondizionata di una mamma verso i figli non fosse in realtà “vero amore“? Se l’eccesso di amore materno potesse diventare un inganno esistenziale che condiziona e danneggia sia i genitori che i figli?
 Quando si parla di amore materno si sceglie di vedere sempre lo stesso lato della medaglia: il ruolo fondamentale di ogni mamma nella crescita e nell’educazione dei figli. Questo libro affronta invece il lato che nessuno ha mai il coraggio di svelare, il rovescio della medaglia: ogni mamma è anche donna e compagna.
 Difficile a credersi, ma il concetto di amore materno dovrebbe sempre tenere in considerazione anche il ruolo della mamma in quanto donna, dell’uomo e, soprattutto, della coppia.
 Questo libro è l'occasione per parlare dei problemi che il "presunto amore materno" crea in tutto il mondo: dalle piccole incomprensioni familiari ai divorzi, dalla morte dei bambini ai grandi problemi sociali e alle guerre.
 Difficile da accettare e da credere. Sconvolgente quasi. Ma prima di negarlo a priori, leggiamo, pensiamo, osserviamo, soprattutto noi stessi.
 Possiamo cambiare in meglio la nostra vita e quella delle persone che ci stanno accanto solo imparando ad amare davvero, senza inganni, senza illusioni, senza fraintendimenti. Semplicemente imparando a vivere correttamente il nostro ruolo di figli, amanti e genitori.
 Estratti dal libro “La causa vera delle disgrazie che coinvolgono i bambini è il ribaltamento del sistema di valori provocato da un eccessivo amore per i figli. Pare incredibile che la causa di grandi o piccole tragedie stia nei sentimenti dei genitori, soprattutto della madre, ma posso dimostrare che è davvero così”.
 “Il tema dell’eccesso di amore materno ha un carattere globale [...] e crea una gran quantità di problemi in tutto il mondo. Dalle piccole incomprensioni familiari ai divorzi, dalla morte dei bambini ai grandi problemi sociali e alle guerre [...]. Non affrettatevi a negarlo! Leggete, pensate, osservate la vita, e Voi stessi sarete sicuramente d’accordo con me”.
 “[…] scopo della vita è amare. Amare se stessa, le persone, gli uomini, la Terra, la vita in quanto tale. La maternità dovrebbe essere solo una conseguenza di questo amore, che la donna realizza esclusivamente se è lei a volerlo. Una conseguenza, non lo scopo principale della vita”.
 “L’eccessivo amore verso i figli e la preoccupazione per loro distruggono la libertà e disturbano la naturale espressione dell’amore dei figli per i genitori."
  Se volete che i figli siano felici siate felici voi stessi. 
Ai figli si può dare solo ciò che si possiede”.
 Anteprima - "L'inganno dell'Amore Materno" di A. Nekrasov Il tema dell’eccesso di amore materno ha un carattere globale, solo tra alcuni popoli risulta più debole, ma esiste e crea una gran quantità di problemi in tutto il mondo. Dalle piccole incomprensioni familiari ai divorzi, dalla morte dei bambini ai grandi problemi sociali e alle guerre: è questo lo spettro delle situazioni la cui ragione fondamentale è l’eccesso di amore materno.
 Non affrettatevi a negarlo!
 Leggete, pensate, osservate la vita; voi stessi sarete sicuramente d’accordo con me e troverete tantissime conferme a ciò che qui viene detto.
 Cambierà così la vostra visione del mondo e diventerete più saggi. 
E, ciò che è più importante, se voi stessi vi farete parte attiva in questo ambito, potrete cambiare molto, e in meglio, nella vostra vita e in quella dei vostri figli.
 Per continuare a leggere, clicca qui: &gt; Anteprima - "L'inganno dell'Amore Materno"
 Maternità e amore - Estratto da "L'inganno dell'Amore Materno" Ci sono precisi segnali che fanno capire come e quando l’amore materno è eccessivo.
 Il primo è la presenza nei figli di malattie e di difficoltà. Il secondo è la scarsa realizzazione del marito nella vita, le sue malattie e spesso anche le sue dipendenze. Il terzo, l’esistenza di problemi nei rapporti familiari.
 Ma perché nasce e cresce questo sentimento deleterio?
 Per continuare a leggere clicca qui: &gt; Maternità e amore...

Le Parole per Crescere Tuo Figlio

Il Futuro di chi Ami è in ciò che dici Adesso

di Alessio Roberti

LE PAROLE PER CRESCERE TUO FIGLIO  - LIBRO
Il Futuro di chi Ami è in ciò che dici Adesso
di Alessio Roberti

Le parole si possono scegliere e quando comunichiamo con i bambini questa è la scelta più preziosa che abbiamo a disposizione. 
 Insegnamenti, rimproveri, battute scherzose... ogni parola che rivolgi a tuo figlio può essere per lui
 
 - una sorgente di energia 
 - o la fonte di un inquinamento emotivo che lo condizionerà lungo il percorso del suo sviluppo.
  Per rendertene conto ti basterà pensare alle parole con cui i tuoi genitori o altri adulti hanno accompagnato la tua crescita.
 Vuoi imparare a scegliere le parole più giuste per accompagnare la crescita di tuo figlio? Questo libro nasce con l'obiettivo di trasmettere  a genitori, nonni, insegnanti e formatori, la teoria e la pratica della comunicazione con bambini e adolescenti. 
 Nelle sue pagine sono raccolti più di vent'anni di esperienza nel campo della comunicazione efficace, insieme alle riflessioni scaturite dallo studio e dall'applicazione dei modelli educativi elaborati dai più importanti esperti in materia.
 Le tecniche, gli esempi pratici, i consigli e gli esercizi che vi troverai ti aiuteranno a migliorare il rapporto con tuo figlio.
 Questo è un regalo che entrambi meritate. Oggi puoi scegliere come usare il potere positivo del tuo linguaggio per aiutare tuo figlio a crescere meglio. Come?
 
 - prendendo maggiore consapevolezza di quello che dici e di come lo dici
 - evitando gli errori più diffusi nella comunicazione con i bambini
 - imparando a usare il potere della parole per aiutare tuo figlio a costruire un’immagine di sé positiva e brillante
  Le parole di un genitore sono i mattoni attraverso cui un figlio costruisce le basi della propria crescita. Per gli effetti che possono ottenere, è davvero importante maneggiarle con cura.
 Il futuro di chi ami è in ciò che dici adesso... Il rapporto che stai costruendo con tuo figlio è basato sugli abbracci, le carezze e gli sguardi, così come sulla tua presenza e il tuo sostegno. Ma c’è qualcosa di più che fa da collante alla vostra vita quotidiana, e sono le parole.
 Impara a scegliere quelle giuste e, oltre a portare serenità e armonia nella tua famiglia, regalerai a tuo figlio una crescita sana ed equilibrata, basata sull'autostima e la sicurezza in se stesso.
 
 Ti sei mai chiesto se per riprendere tuo figlio usi le parole più adatte?
 Conosci le tappe attraverso cui si sviluppa il suo linguaggio?
 Sai come trasmettergli un sistema personale di giudizio, per metterlo al riparo dalle critiche che riceverà?
 Hai già provato l’effetto benefico del “noi” per superare un momento di crisi?
 Sai quali espressioni evitare per dargli ogni giorno il permesso di farcela?
  Questo libro nasce per trasformare ogni genitore in una persona consapevole del proprio linguaggio.
 Grazie agli strumenti pratici, agli esempi e agli esercizi contenuti nelle sue pagine:
 
 ti aiuterà a usare le parole giuste al momento giusto
 ti ricorderà quanto il tuo comportamento, nel bene e nel male, sia il primo modello di riferimento per tuo figlio
 - ti consentirà di interpretare certi suoi atteggiamenti ed espressioni
 - ti guiderà nella coltivazione della sua preziosa autostima 
 ti permetterà di prendere consapevolezza delle tue abitudini linguistiche, magari ereditate, per valutare se abbandonarle oppure no
 ti spiegherà perché il silenzio è una componente fondamentale della comunicazione
 ti fornirà gli strumenti per accompagnare e proteggere tuo figlio nel complesso mondo di Internet e Facebook 
  Alessio Roberti lavora da oltre 20 anni nel mondo della comunicazione, guidato dalla convinzione che le parole siano davvero in grado di fare la differenza nella vita delle persone.
Come formatore e genitore sa che se la comunicazione tra adulti esige impegno e consapevolezza, quella con i bambini ne richiede ancora di più. Da qui nasce il libro "Le parole per crescere tuo figlio" per aiutarci a riflettere e a migliorare la comunicazione con i bambini e i ragazzi.
 Contrasti in famiglia: come è meglio affrontarli? Trovarsi in disaccordo con altre persone è piuttosto normale e capita quasi ogni giorno. Quando i contrasti nascono in famiglia, è possibile gestirli in modo sereno ed educativo e trovare anche in questi momenti una buona occasione di crescita per te e tuo figlio.
 Dal mio punto di vista di genitore ed esperto di comunicazione, l'aspetto più importante è riuscire a far capire a bambini e ragazzi che ci si può volere bene anche se qualche volta non si è d'accordo.
 Quindi, una discussione tra te e il tuo partner può essere affrontata serenamente anche davanti a tuo figlio, naturalmente a patto che siate entrambi in grado di esprimere la vostra opinione senza insultare, alzare la voce o esprimere intolleranza.
 Crescendo testimone di conversazioni condotte in modo civile e dignitoso, tuo figlio imparerà che il disaccordo è qualcosa di naturale e che può essere affrontato con maturità.
 La differenza la farà proprio l'esempio che gli avrai trasmesso.Quindi, se vuoi dimostrare a tuo figlio che può esprimere la sua opinione senza che gli altri smettano di volergli bene, inizia a farlo tu stesso, sentendoti libero di dire quello che pensi nel rispetto delle altre persone.
 E quando il contrasto è tra te e tuo figlio, come è meglio affrontarlo?
 Continua a leggere: &gt; Contrasti in famiglia: come è meglio affrontarli?
 Dalla prefazione della Prof.ssa Maria Rita Parsi - Psicologa e Psicoterapeuta Le parole per crescere tuo figlio è un utile e agile prontuario per i genitori, gli insegnanti, gli educatori, gli animatori, gli adulti in genere che sono in contatto con l'infanzia, la preadolescenza e l'adolescenza di tanti bambini e ragazzi, spesso, però, senza avere gli strumenti, le competenze e le alleanze necessari per ascoltarli, aiutarli ed educarli. 
 Ha ragione lo psicoanalista Massimo Recalcati quando dice che Freud ha dato ai genitori una cattiva notizia – quella, cioè, che il mestiere del genitore è un mestiere impossibile. C'è anche una notizia buona, però, precisa Recalcati: "I genitori migliori sono consapevoli di questa impossibilità" e, aggiungo io, da essa partono per formarsi e informarsi, per poter sostenere, con amorevole competenza, il ruolo che essi esercitano, a partire dalle parole che usano con i propri figli.
 Dalla Prefazione del Dott. Luigi De Maio - Psichiatra, Neurologo e Psicoterapeuta Per i figli le parole sono come i gradini di una scala e, come tali, esse devono fornire una base sicura su cui poggiare prima i piedi instabili del bambino e poi il passo sicuro dell'adulto.
 Imparare a usare le frasi giuste e opportune è un percorso lungo il quale ogni genitore potrà arricchirsi con la ricompensa di un sorriso e con la certezza di aver fornito ai figli le basi di una sana crescita.
 E questo libro può davvero aiutarti a fare tutto questo.
  ...

Figli Divisi

Storie di manipolazione emotiva dei genitori nei confronti dei figli

di Amy J.l. Baker

FIGLI DIVISI
Storie di manipolazione emotiva dei genitori nei confronti dei figli
di Amy J.l. Baker

Quando un genitore riesce con la manipolazione a istigare un figlio contro l'altro genitore si parla di sindrome di alienazione genitoriale. Nella sua forma più acuta, i figli sostengono di disprezzare o temere l'altro genitore e rifiutano di avere qualsiasi rapporto con lui/lei.
 Soltanto di recente le conseguenze della sindrome sui minori che ne sono vittime sono diventate oggetto di studio.
 Amy Baker, in questo volume, descrive gli effetti a lungo termine della sindrome fra i quali si annoverano depressione, divorzio, abuso di sostanze, scarsa fiducia in se stessi e negli altri e alienazione dai propri figli.
 Basato su una serie di interviste confidenziali con persone che ritenevano di essere state vittime della sindrome, il libro affronta il problema dalla prospettiva dell'adulto, raccontando le esperienze di coloro che durante l'infanzia sono stati istigati, con le manipolazioni di un genitore, contro l'altro genitore....

Smettila di Reprimere tuo Figlio

Come la semplice formula di Madre Natura garantisce la crescita felice del tuo bambino da 0 a 21 anni

di Roberta Cavallo

SMETTILA DI REPRIMERE TUO FIGLIO  - LIBRO
Come la semplice formula di Madre Natura garantisce la crescita felice del tuo bambino da 0 a 21 anni
di Roberta Cavallo

La Mappa che svela le Leggi della natura
 per crescere un bambino felice e in salute da 0 a 21 anni
 "Per saper educare i bambini e fare le scelte giuste non bisogna leggere troppi libri,
 bisogna imparare a leggere loro. Lì è scritto tutto"
- Roberta Cavallo &amp; Antonio Panarese
 Leggilo e anche tu scoprirai:
 
  La mappa per la crescita felice che ti guiderà ogni giorno a essere autonomo, sicuro e a fare sempre le scelte giuste nella crescita di tuo figlio da 0 a 21 anni
  
  Il libretto delle istruzioni per comprendere i bambini e gli adolescenti attraverso 5 fattori che influenzano tutte le aree della vita: 
1. La fiducia e la complicità fra genitore e figlio
2. Le leggi di madre natura per la crescita felice fino a 21 anni 
3. L'alimentazione che garantisce la vitalità e il benessere 
4. La formula per mantenere tuo figlio in ottime condizioni di salute 
5. La realizzazione e la felicità dei genitori
  
  La presentazione di più di 30 casi pratici: dalle coliche al raffreddore, dai capricci ai pianti continui, dalla difficoltà con i compiti al continuo bisogno di attenzione, dall'otite alla tosse, dagli incubi notturni alle gelosie 
   
  
 "Il libro capace di trasformare genitori qualsiasi e a volte casuali in genitori consapevoli e in grado di permettere alla loro creatura di crescere ed evolversi in modo sano e felice"
 Valdo Vaccaro, 
autore del betseller Alimentazione Naturale
  
  
 Attenzione!
 Questo non è un generico libro sulla crescita dei bambini.
 Questo libro contiene i principi di Madre Natura che, 
se compresi, interiorizzati ed applicati,
 possono farti diventare un genitore consapevole e crescere tuo figlio sereno e felice.
 La domanda non è se i principi di Madre Natura funzionano o se ce la farai,
 la domanda è se ti metterai in discussione, 
se ce la metterai tutta per scardinare le false credenze oggi diffuse sulla crescita 
e se ti applicherai oppure no.
 Se hai intenzione di applicarti e allargare i tuoi orizzonti,
 se pensi che valga la gioia sapere come "funziona" tuo figlio dentro
 e come puoi sempre comprenderlo,
 leggi questo libro, mettilo in pratica
 e tuo figlio ti ringrazierà.
 La mappa per la crescita felice (in 5 passi) Tutti i bambini sono nati per essere felici!
 E tutti gli adulti sono nati per essere genitori felici, solo che la maggior parte di noi non lo sa e pensa sia una roba complicata o da mission impossible. Questo libro è stato scritto per colmare la distanza tra te e tuo figlio, tra il te di adesso e il te felice di essere genitore sempre all'altezza della situazione.
 Capitolo dopo capitolo, passo per passo, ti aiuterò a mettere insieme i vari pezzi, a comprendere che cosa ti serve per essere un ottimo genitore, per non stancarti e frustrarti, e cosa serve al tuo bambino per sentirsi davvero amato e per crescere sereno e in armonia.
 Continua a leggere : &gt; La mappa per la crescita felice (in 5 passi)
 Indice del libro Come tutto è cominciato... la nostra storia
 Capitolo 0 - Contiene la mappa per la crescita felice (in 5 passi)
 Capitolo 1 - La Formula per ottenere la Complicità tra genitore &amp; figlio
Problema: perché oggi è così difficile crescere un figlio?
Le 6 principali cause che rendono il "mestiere" del genitore così arduo e spinoso
La soluzione secondo natura: se sei un genitore, hai bisogno di un grande coraggio
Come far sbocciare ciò che i bambini portano con sé dalla vita spirituale
I Principi perduti per coltivare l'educazione secondo natura
Quando la miglior cosa da fare è non fare quello che fanno tutti
E come si fa a gestire il NO con i bambini?
Le 7 indicazioni pratiche per non perdere la rotta nelle situazioni di tutti i giorni
Quando mamma e papà diventano dei genitori "Super Sayan"
Il nucleo mamma-bambino: dove tutto ha inizio
L'esperienza di Roberta con Brunetta la capretta
 Capitolo 2 - La Formula per assecondare i Codici di Madre Natura
Problema: le difficoltà dei bambini e le difficoltà dei genitori di oggi
I 7 principali problemi dei bambini di oggi
I 5 principali problemi dei genitori di oggi
Soluzione secondo natura: i codici perduti
I Cicli settennali: come cresce un bambino secondo natura da 0 a 21 anni
Da 0 a 7 anni: la fase egocentrica dell'imitazione
Da 7 a 14 anni: la fase della fioritura
Da 14 a 21 anni: la fase della volontà
La "crisi adolescenziale" è una bufala
La maturità dei 21 anni
Perché un bambino perde la fiducia?
Suggerimenti pratici per preservare la fiducia e rispettare l'autenticità nel bambino
Autostima: cosa inibisce nel bambino la creatività e la fantasia
Roberta ti racconta 4 esperienze?

 Capitolo 3 - La Formula per mantenere tuo figlio in ottime Condizioni di salute
Problema: oggi consideriamo la malattia una normalità
Soluzione secondo natura: come nasce la malattia nei bambini... e non solo!
Il senso simbolico della malattia nel bambino e il legame con l'ambiente esterno
I 15 fattori che influiscono sulla salute fisica ed emotiva del bambino
Le 7 regole generali per quando un bambino è malato
Il potere delle parole e delle storie per risolvere piccoli e grandi disturbi
Quanto pesa la tua malattia? E quella di tuo figlio?
Le esperienze di Roberta: altri casi pratici
 Capitolo 4 - La Formula per garantire a tuo figlio il giusto Cibo
Problema: ci siamo dimenticati quale alimentazione la natura ha previsto per noi
Soluzione secondo natura: conoscere le cause alimentari delle malattie
Le vere conseguenze degli alimenti contro natura sul tuo corpo e quello dei tuoi figli
I 9 falsi miti dell'alimentazione
Perché i bambini e i ragazzi non mangiano la frutta e la verdura?
8 indicazioni alimentari per il tuo cucciolo
18 benefici del frullato di frutta per i bambini e i ragazzi
E quindi cosa mangio?
Le linee guida dalla natura per mamma e papà
 Capitolo 5 - La Formula per vivere nella Consapevolezza
Problema: ci siamo dimenticati di essere felici e di gioire della vita
La soluzione secondo natura: la via breve per la maturità e la felicità
Il grande errore sui sentimenti e sulle emozioni
Le ferite della propria famiglia di origine: come passare dalla personalità infelice all'autenticità serena e gioiosa
I 7 scalini per raggiungere l'armonia nella coppia
Il problema di molti bambini di oggi: etichettati come ritardati o ingestibili dagli adulti, sono solo feriti, sensibili e non compresi
Un ultima riflessione secondo natura sul futuro dei bambini
Accesso immediato alla mappa per la crescita felice
 Ringraziamenti 
Per approfondire 
Per proseguire il tuo viaggio... 
Gli autori
 I 5 passi per crescere figli felici e autonomi Bambini vivacissimi, che non si tengono, che non riescono a stare nelle regole, che non ascoltano, che hanno sempre più spesso problemi di attenzione e relazione sia con i coetanei sia con gli adulti...
 Il quadro dell'infanzia e dell'adolescenza descritto da insegnanti, genitori, nonni, educatori, specialisti sta univocamente assumendo le stesse tinte, negative e poco piacevoli.
 I manuali sull'educazione dei figli impazzano: come farli mangiare, come farli dormire, come fargli fare i compiti... Ma quello di dare le regole ai genitori affinché loro le diano ai figli è una strada che può dare buoni frutti?
 Roberta Cavallo e Antonio Panarese, autori del libro Smettila di reprimere tuo figlio (Uno Editori) ci spiegano come superare le difficoltà nel rapporto bambini-genitori 
Estratto da Vivi Consapevole n. 35
 Continua a leggere: &gt; I 5 passi per crescere figli felici e autonomi...

Genitori dal Cuore

Semplici verità per vivere bene

di Jack Pransky

GENITORI DAL CUORE  - LIBRO
Semplici verità per vivere bene
di Jack Pransky

Questo libro è un bel viaggio di vita, intrapreso mano nella mano con i vostri figli, alla fine del quale tornerete a casa con una certezza in più: se ascolterete il vostro cuore e la vostra saggezza interiore, ogni situazione che vi si presenterà davanti avrà una soluzione limpida.
 E' un libro che aiuta i genitori a crescere ed educare i propri figli nel mondo contemporaneo con i suoi aspetti positivi e negativi, seguendo l'approccio Tre Principi.
 Il fumo, il sesso non protetto, la droga, l'alcol, l'utilizzo improprio della macchina, la gestione dei soldi, l'approccio con la scuola e poi il college, le cattive compagnie, le rivalità tra fratelli: sono alcune delle problematiche che una madre e un padre potrebbero incontrare nel loro viaggio come genitori.
 Quel che differenzia però questo testo da altri manuali è il modo, suggerito dall'autore, con cui affrontare le relazioni genitori-figli: quello di usare il cuore per cercare le soluzioni più giuste per ognuno di voi e per i vostri ragazzi.
 Essere genitori è il mestiere più splendido e al contempo difficile del mondo. Vi sarete chiesti molte volte se esista un "libretto di istruzioni" per ricoprire questo ruolo al meglio: la risposta è no. E non troverete "ricette" nemmeno in questo libro.
 Quello che invece vi offre Jack Pransky in Genitori dal cuore è l'immensa opportunità di trovare le risposte che cercate direttamente in voi stessi. Come? Attraverso la conoscenza e l'utilizzo dei Tre Principi e il vostro personale modo di metterli in pratica per educare i vostri figli.
 A monte c'è infatti una grande certezza: "Ogni bambino è una persona unica ed ogni relazione è unica e costantemente mutevole". Per questo non esiste modo di agire standard che si adatti ad ogni circostanza.
 Genitori dal cuore vi insegnerà ad avere fiducia e coraggio in voi stessi, ad affrontare ogni problema con la mente sgombra e serena, ad ascoltare davvero i vostri figli per capire cosa si celi dietro ad azioni che in quel momento non vi appaiono corrette. Vi insegnerà a far crescere senza sforzi i vostri bambini in modo responsabile e autonomo, e infine a comprendere con serenità quando sarà arrivato il momento di fare un passo indietro e lasciarli camminare da soli.
  ...

Prima I Genitori

Come genitori e figli imparano insieme

di Garry Burnett, Kay Jarvis

PRIMA I GENITORI
Come genitori e figli imparano insieme
di Garry Burnett, Kay Jarvis

Questo libro aiuterà i genitori a sostenere i propri figli nel percorso di apprendimento. Un testo essenziale per i genitori e nonni in cerca di consigli pratici e realistici su come sostenere il bambino nell’apprendimento, nella capacità di pensare e nell’utilizzo dell’immaginazione.1...

Potrebbero interessarti...