Canale Telegram ›››
HomeVerità nascosteQuando i giganti camminavano sul nostro pianeta    

Commenti

Quando i giganti camminavano sul nostro pianeta — 3 commenti

  1. Nei Veda ci sono molte descrizioni in proposito.
    Si dice che Krishna quando era manifesto in india circa 5.000 anni fà, avesse un’altezza di 2,60 m. e Bima che era considerato il gigante dei 5 fratelli Pandava era con buona probabilità 3 m., sposò una gigantessa ancora più grande ed ebbe un figlio da Lui considerato gigante, pertanto viene a pensare a 4 metri.
    Quando in india tempo fà fu trovato uno scheletro di 4 metri, tutti cominciarono a dire che era il figlio di Bima.
    Comunque sia, nelle 4 ère descritte nei Veda, la cui prima è il Satia Yuga, le persone sono più grandi, più evolute e molto più longeve ed anche il pianeta risulta più grande; poi infine nel Kali Yuga, l’èra attuale, si è molto più piccoli, caduti coscienzialmente, pieni di discordia ed ipocrisia senza più alcuna capacità mistica dove bisogna ricorrere a macchinari per non riuscire a fare ciò che in Satia Yuga facevano con capacità “mentali”.
    Personalmente non dò retta più di tanto a ricrcatori vari, era già tutto scritto eccetto quanto è alto il monte bianco o quanto dista tra Venezia e Milano.
    Ad ognuno le proprie considerazioni.
    Renzo NuvolHarì

  2. Prima di una apocalittica esplosione di meteoriti o vulcani può essere esistita una razza umana diversa o più razze estinte a causa di fenomeni di distruzione, come quella vulcanica verificatasi 75.000 anni fa.

  3. Né l’Antroposofia di Rudolph Steiner, né la Teosofia di Madame Blavaski, né il Movimento Gnostico del V. M. Samael Aun Weor, né le visioni del “dormiente” Edgar Cayce fanno mistero della vera storia evolutiva dell’umanità. Cercate e trovate, se è nel vostro destino. I giganti sono tutt’altro che un mistero, ed è il minimo che ne stiano venendo fuori le vestigia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli nella categoria "Verità nascoste"