Articolo in evidenza
HomeSpiritualitàVladimir Efremov, uno scienziato tornato dall’Aldilà

Potrebbero interessarti...



Commenti

Vladimir Efremov, uno scienziato tornato dall’Aldilà — 37 commenti

  1. Interessante esperienza, soprattutto se si pensa che ad averla vissuta è stato un Fisico/Matematico. Quello che riporta della sua avventura è a dir poco sbalorditivo.
    Tra le altre cose si noti che prima era ateo.
    Saluti

  2. Che trip allucinante, un viaggio così bello da destare stupore. Le parole riportate sono impressionanti, cariche di intento descrittivo. Ringrazio di cuore il matematico/fisico per aver riportato la sua esperienza, e i traduttori che son riusciti a recuperare il significato delle sue parole.

  3. Sicuramente una esperienza particolare che ricorda quelle riportate come esperienze di pre morte dal prof. Moody primario di rianimazione raccontate a lui da 150 dei suoi pazienti tornati in vita dopo morte clinica. La novità è che questa esperienza sia stata fatta da un ateo e in aggiunta russo dove c’è stato il predominio del materialismo dove la persecuzione cristiana ha riempito pagine di storia. Quello che riporta Efremov non dà e non può dare alcuna spiegazione scientifica della possibilità di collegamento tra i due mondi oltre alla spettacolarità dei fenomeni e la verifica di essi riscontrabile, se si accetta la sua veridicità, nella riparazione del suo televisore. Mi lascia perplesso che uno scienziato parli dello scorrere del tempo in senso inverso quando nel mondo che descrive il tempo non può esistere perchè tutto è contemporaneo cioè presente ed inoltre che ci possono essere solo poche costanti, penso che intenda le costanti fisiche del nostro unverso ma che possono cambiare il che vuol dire che non sono costanti. A me scienziato dal punto di vista della scienza non dice più di qualsiasi altra esperienza mistica provate da tanti santi cristiani diventa importante per tutto quel mondo di persone che vedono nella scienza il nuovo idolo da contrapporre a Dio senza sapere che i più grandi scienziati avevano fede in Dio. Ma sarebbe giusto che un Dio creatore desse solo agli intelligenti scienziati la capacità di sperimentarlo e non ad ogni singola persona ? La Scienza è verità di questo universo e scientificamente può solo analizzare fenomeni che possono essere stati originati dal Mistero ma che si manifestano in questo universo comprendendo come si possano manifestare.
    Francesco Grianti, professore universitario di Fisica e ricercatore INFN.

  4. @Francesco
    Buongiorno Francesco (professore universitario di Fisica e ricercatore…)

    Volevo solo farti presente che il Dottor Moody è un bravissimo dottore psicologo/parapsilogo che ha il merito indiscusso di aver portato a conoscenza di tutti le importantissime esperienze di premorte, ma non è un professore di rianimazione. Forse si sbaglia con qualcun’altro… Prof. Sam Parnia ecc. ecc.

    Saluti

  5. Io parlo di un libro scritto da Moody “La vita oltre la vita” di circa 15 anni fa con copertina rosso amaranto dove si diceva di aver intervistato persona riavutesi dopo la morte clinica all’interno di una sala di rianimazione, dico questo per avere la certezza della morte e chi aveva fatto l’introduzione parlava del dott. Moody come responsabile del reparto di rianimazione poi non sono andato ad indagare la sua posizione dato che molti altri casi analoghi si sono ripetuti e basta andare sul sito di Gloria Polo dove racconta la sua terrificante esperienza di pre morte. Ma quello che volevo dire è che da tutte queste esperienze non si traggono dati scientifici che si integrano nella nostra Scienza ma sono tutte informazioni generiche che chiunque abbia fatto questo viaggio può dare mentre ritengo molto più interessante vedere come agisce il Mistero o Dio in cui credo quando opera fenomeni per noi impossibili. Ho scritto recentemente un libro PENSIERO in cui ho riportato anche la spiegazione di un fenomeno paranormale testimoniato da più di venti persone presenti oltre ad aver trovato le tracce lasciate da Dio nella sua creazione di questo universo, insomma la sua firma.

  6. @Francesco

    Come detto precedentemente Moody è uno psicologo e non è stato mai responsabile di nessun reparto di animazione. Ha intervistato responsabili di reparti di rianimazione questo si. Probabile ci sia stato un errore da parte dello scrittore o del lettore. Comunque a parte questa piccola puntualizzazione… le esperienze di premorte sono “generiche” perché il fatto vero è che la scienza accademica non sa dove e come collocarle.
    Elizabeth Fenwick a tal proposito afferma:
    Anche se si possono trovare delle spiegazioni scientifiche in grado di giustificare alcuni aspetti delle Esperienze di Premorte, non sono riuscita a trovare nessuna spiegazione che sia in grado di giustificarli tutti contemporaneamente. Occorre spiegarli tutti nel loro complesso ed è proprio questo … che gli scettici non fanno. Nessuna delle spiegazioni puramente fisiche funziona. (Gli scettici) sottovalutano ampiamente il fatto che le Esperienze di Premorte non sono soltanto il verificarsi di un insieme di eventi casuali, bensì una faccenda altamente organizzata e dettagliata.

    Chi sono i coniugi Fenwick?
    Il Dott. Peter Fenwick è un membro del Royal College degli Psichiatri oltre che un neuropsichiatra di fama internazionale – uno specialista dell’interfaccia mente/cervello e dei problemi della coscienza. In Gran Bretagna è la più importante autorità clinica in materia di NDE ed è il Presidente dell’Associazione Internazionale per gli Studi sulle Esperienze di Premorte.

    Con la moglie Elizabeth, anch’essa scienziato professionista formatasi a Cambridge, il Dott. Fenwick ha condotto indagini approfondite sull’argomentazione sostenuta dagli scettici e dai materialisti, secondo la quale l’esperienza di premorte è causata dagli effetti fisiologici del cervello morente (Fenwick 1996).

    Tale assunto, avallato da alcuni psicologi contro le NDE, deve essere considerato alla luce della limitatissima conoscenza posseduta da questi ultimi in merito al funzionamento del cervello. A differenza del Dott. Fenwick, gli psicologi non posseggono, in materia di neuropsichiatria, quelle conoscenze approfondite derivanti dall’esperienza accademica e pratica, che sono indispensabili per potere fare ipotesi sulla fisiologia delle NDE. Il curriculum degli psicologi comprende soltanto uno studio molto essenziale della fisiologia. Un’occhiata a cinque manuali universitari in uso presso le Facoltà di Psicologia mostra che lo studio del funzionamento del cervello costituisce meno del 5% degli insegnamenti complessivi in materia di psicologia. Durante il loro percorso di studi, gli psicologi non praticano la chirurgia, e a maggior ragione non affrontano lo studio del ramo altamente specializzato della chirurgia neurologica umana.

    Certamente, chi si trova nella posizione del Dott. Fenwick possiede, invece, tutte le conoscenze tecniche necessarie per asserire con precisione se una NDE può essere spiegata o meno con quello che succede in un cervello agonizzante. Il Dott. Fenwick sostiene che questi psicologi scrivono delle grosse sciocchezze quando si avventurano in rami del sapere che esulano dalle loro conoscenze tecniche, conoscenze che non posseggono, non comprendono e che vanno al di là della loro attività quotidiana.

    Egli è sarcastico con gli scettici:

    Semplicemente non hanno le conoscenze necessarie … Si dicono tante sciocchezze sulle esperienze di premorte, e a dirle sono persone che non hanno a che fare quotidianamente con queste cose. Pertanto, io sono assolutamente certo che queste esperienze non sono causate dalla carenza di ossigeno, dalle endorfine o da qualunque altra cosa del genere. E certamente nessuna di queste cose è in grado di giustificare la qualità trascendentale di molte di queste esperienze, né il fatto che le persone avvertono un incolmabile senso di perdita quando se le lasciano alle spalle (Fenwick 1995: 47).

    Saluti

  7. Il libro scritto da Moody riporta solo quanto testimoniato da chi morto è tornato in vita senza nessuna posizione di scetticismo di fronte a tale fenomeno ma solo stupefatta osservazione. Quindi ben venga la posizione scientifica del prof. Fenwick a porsi come garante che tale fenomenologia non può scientificamente derivare da un cervello morente ma io non ho mai sostenuto posizioni di scetticismo dato che dopo quello che mi è capitato e che ho descritto nel mio libro PENSIERO la mia Fede in Dio non ha più nessun merito perché ho raggiunto la certezza della sua esistenza e della sua presenza. Ma da professore di Fisica e libero docente di Fisica sperimentale mi permetta di studiare come un oggetto materiale come una immaginetta della Madonna del Rosario di 100 cmq possa fare un volo di 2 metri davanti a più di 20 testimoni perché bisogna capire se dal Mistero è giunta l’energia che ha provocato quel volo (fenomeno paranormale) o l’energia era già presente in quel luogo. Io non ho fatto che applicare le leggi della Fisica classica ed ho concluso che l’energia utilizzata era l’energia cinetica di cui sono dotati gli atomi costituenti l’aria in quella stanza a quella temperatura ed a quella pressione ma dove ogni atomo si agita disordinatamente ed in ogni direzione. Se l’energia è quella dal Mistero deve essere giunta l’informazione che dal disordine ha riportato l’ordine in quegli atomi ad agitarsi per un tempuscolo tutti nella stessa direzione. Fatto il calcolo è risultato che gli atomi che avrebbero contribuito erano quelli che occupavano dietro l’immaginetta uno spessore di 0,28 micron. Ipotesi quindi molto plausibile, ma c’è di più, e cioè che il nostro universo soggetto alla legge di accrescimento della entropia, la legge della morte, la legge per cui spontaneamente tutto si muove dall’ordine verso il disordine e che origina il tempo legato alla irreversibilità dei fenomeni ….. ma quando si passa spontaneamente dal disordine all’ordine equivale a invertire la freccia del tempo come la chiama Ilya Prigogine. cioè avviene un time reversal impossibile in questo mondo e da qui la spiegazione anche di tanti miracoli come inversione del tempo che riporta il malato a prima che la malattia lo colpisse e tra i tanti possibili a Dio questa è una delle maniere con cui opera. Si legga il libro IL MIRACOLO edito da Rizzoli dove un giovane spagnolo torna a riavere la gamba che gli era stata amputata e seppellita due anni prima con tanto di testimonianze di magistrati, forze dell’ordine ed ecclesiastici. Saluti, Francesco

  8. L’articolo è affascinante ma contiene un incongruenza:
    – Il tutto somigliava molto a quanto descritto nei film “Solaris” e “Matrix” -.
    Efremov è morto nel 1978, poteva conoscere Solaris che è del 1975 ma non Matrix che è del 1999. Un aggiunta arbitraria del traduttore?

  9. @ Sergio

    “L’articolo è affascinante ma contiene un incongruenza”

    Non c’è nessuna incongruenza poiché Efremov è morto per qualche minuto e poi è ritornato in vita(le NDE sono morti temporanee non definitive). Per questo lui può fare, senza nessuna incongruenza, riferimento al film Matrix…

    Saluti.

  10. Non mi riferivo alla NDE (di cui non viene indicata la data) ma alla morte reale avvenuta nel 1978 (fonte Wikipedia).
    Saluti.
    Sergio.

  11. @ Sergio
    Ok, adesso ho capito cosa intendi… risolto l’arcano. Tu forse intendi questo: Vladimir Michajlovič Mjasiščev NATO a Efremov
    Non è la stessa persona… Efremov è anche una città Russa. Quindi quello riportato su Wikipedia è Vladimir Michajlovič Mjasiščev NATO a Efremov, non è Efremov(il suo cognome, non la città Russa) Vladimir, che tra l’altro è un Fisico.
    Saluti

  12. Chiunque voglia saperne di più, nella mia professionalità di professore di Fisica universitario oggi in pensione, gli consiglio di leggere il mio ultimo libro “PENSIERO” dove ho riportato in parte esperienze avvenute in sogno ma con verifiche nella vita reale per cui oggi la mia fede non ha più alcun valore perché è diventata certezza della vita oltre la vita, giuro che tutto ciò che ho riportato corrisponde a VERITA’ ed è straordinario sia per ciò che mi capitò all’età di 10 anni che quanto avvenuto 40 anni dopo prima con un sacerdote carismatico don Elia Bellebono e poi in casa con mia moglie Flavia. Per quanto riguarda la Fisica ogni fenomeno quantistico non è un fenomeno deterministico per cui sotto l’ombrello della probabilità si nasconde la realtà del Mistero che pur asserendo la sua esistenza nei singoli casi non permette alla Scienza umana galileana il controllo della ripetibilità perché ogni fenomeno è fenomeno paranormale. Dimenticavo, del mio libro PENSIERO ho voluto riservarmi ogni diritto d’autore per cui chi ne volesse una copia cartacea che ho editato personalmente dovrà richiederla a questo indirizzo fgrianti38@gmail.com riservato al libro. Gli risponderò personalmente e gli invierò le modalità per avere libro e ricevuta di pagamento. Francesco Grianti.

  13. E’ esperienza reale e riproducibile. E’ una esperienza che testimonia vita oltre la terra su altri pianeti in altre dimensioni di coscienza e testimonia la capacità della coscienza dell’uomo di raggiungere tali dimensioni senza l’utilizzo di macchinari o “veicoli spaziali “: https://www.youtube.com/watch?v=v0eUCvCV-14

  14. Mi dispiace per la signora Carmen Colazzo perchè quando si parla di riproducibilità scientifica si parla di esperimenti ripetibili da chiunque e ovunque ed a qualsiasi tempo come vuole Galileo Galilei, e questo nel caso in cui si voglia dare garanzia scientifica ad un fenomeno. Sbagliato sarebbe con arroganza scientifica negare l’esistenza di tali fenomeni che potrebbero anche esserci ma non sotto l’egida della verità scientifica. Sono cristiano e cattolico per cui credo in una realtà che esula dal domino della Scienza ma che essendo io scienziato ha infiniti agganci con le leggi scoperte dalla Scienza, si degni di leggere il mio libro PENSIERO dove troverà le tracce lasciate da Dio nel suo creato.

  15. Io credo che la scienza arrogante quella fatta da scienziati nati prima come esseri mortali e poi divenuti scienziati grazie a studi e lavoro di ricerca sia tempo dopo tempo smentita da ulteriori studi e aprofondimenti. E questo lo abbiamo visto nel corso dei secoli: si è sempre pensato ad un universo infinito (senza limiti conosciuti ) ma ora si scoprono moltissimi altri universi che alla stregua di quello in cui noi viviamo avranno altrettante possibilità di vita . Un demerito dello scienziato scettico a mio avviso è il non offrire possibilità a fenomeni inspiegabili con la ratio e indimostrabili se non tangibili. personalmente ho avuto quando ero giovane e inconsapevole un fenomeno che mi è sempre risultato inspiegabile ma che ora alla luce delle conoscenze acquisite riesco a spiegarmi. Per cui ben vengano ricerche in questo senso.

  16. La gente lontana dalla Scienza confonde spesso le teorie di cui sente parlare con le leggi che la Scienza scopre e convalida. La teoria della relatività o l a stessa meccanica quantisitica sono state avvalorate dalle misure sperimentali secondo quanto stabilito come base per ogni studioso di scienza (non di fantascienza) per decretare quanto previsto dalla teoria una VERITA’ dentro la natura, cioè una legge cui la natura obbedisce in particolari circostanze come la legge della gravità con le cui espressioni matematiche calcoliamo le traiettorie delle sonde spaziali. Ma la legge di Newton non prevederebbe mai che un raggio di luce immateriale possa essere “attratto” da una massa come avverrebbe invece per una qualsiasi altra massa. Questo era previsto dalla relatività di Einstein che fu confermata quando l’astronomo Eddington potè misurare la deviazione del raggio di luce di una stella che passava vicino al sole durante una eclissi di sole, ma dopo molti anni dalla pubblicazione della relatività. Questo per dire che chiunque faccia teorie di molti universi dove tutto è differente da quello che succdede nel nostro non ha alcun peso scientifico perchè nessuno lo potrà mai osservare. Per cui aggiungo soltanto che la Scienza non “arrogante” non può dire che non esiste un fenomeno paranormale o extranaturale ma non potrà mai metterlo sotto oservazione perchè tali fenomenologie non sono ripetibili come ogni altro esperimento di Fisica, ciò che può dire invece è che mai avverrà qualcosa che è contro i principi della Fisica a meno che qualcuno non riesca a dimostrarlo sperimentalmente.

  17. Io non ho parlato di scienza ma di esperienza riproducibile …….Se poi un giorno la scienza confermerà , bene , è un compito che non mi spetta in questa mia ” ultima incarnazione ” sulla nostra meravigliosa terra……..Ciò che mi è vero , è che insegno , a chi lo desidera (e tutti riescono a farlo ) di contattare la propria Guida Spirituale cioè l’altro ” pezzo ” di noi che ha Coscienza e Conoscenza a 360°……..Le Guide non sono soggetti alle leggi della materia addensata e loro Compito è istruirci alle Leggi del Tempo del non Tempo , “stranamente “,alcuni popoli cosi detti non civilizzati conservano questa Conoscenza………Mi fa riflettere quanto il ” progresso scientifico ” non sia ancora stato capace di costruire la Pace , eliminare le infelicità , le disuguaglianze , la fame…..ecc….. Eppure ci vantiamo di essere nell’ anno del Signore 2014………PACE DI LUCE IN OGNI QUI E ORA

  18. Si gioca sempre sulle parole, invece di esperimenti si parla di esperienze che sono avvenimenti personali anche i sogni di un drogato sono esperienze, ma non hanno nessun senso scientifico ne la scienza se ne interesserà mai né la scienza si è mai interessata di pace, infelicità o disuguaglianze che sono sempre questioni personalissime, per me che sono cristiano dico solo che se gli esseri umani avessero avuto la forza di applicare le indicazioni dateci da Cristo si sarebbe raggiunta la pace, la felicità e l’eguaglianza. L’uomo invece seguendo la sua logica egoistica è arrivato solo a dire “Non fare agli altri quello che vorresti non fosse fatto a te” ma questo lo fanno anche gli alberi e rappresenta una posizione passiva dell’uomo mentre Cristo ha detto “Fai agli altri quello che vorresti fosse fatto a te”, una posizione attiva che avrebbe creato il regno di Dio in terra. La mia guida è Cristo che con la sua parola è un suggerimento continuo di amore e di pace, le altre guide le lascerei a chi ci crede col rischio molto probabile che finiscano in mano a dei furbacchioni che usando termini scientifici senza saperne il significato incantano i più che di scienza ne conoscono molto poca.

  19. Condivido pienamente ciò che dici. Gesù Cristo è storia, la nostra storia. Tanti hanno tentato di mitizzarlo ma senza argomenti solidi. Studiosi indipendenti da ogni credo fideistico hanno ricostruito al di la di ogni dubbio la sua vita. Le sue opere si insinuano in maniera radicale nello spirito di chi ha la misteriosa disposizione di credere che Egli trascende l’umano per comunicare la parte eternamente animica dell’uomo. Riconosco che credere in Lui, nella sua guida, alcune volte può essere un processo lungo che impegna l’uomo in maniera oserei dire devastante perchè, vincolati pur sempre ad una umanità spesso debordante, è difficile con le sole proprie forze capire ed accettare questa sofferenza che ci opprime. E’ una sofferenza della specie che dobbiamo accettare ma che non possiamo comprendere con le sole possibilità umane. In fondo Dio, come diceva il grande Pascal, può essere una scommessa, una scommessa che per tanti si rivelerà vincente. Nella tragedia giornaliera della nostra storia, fatta di guerre, di catastrofi naturali, di discordie, di malattie, di sofferenze di ogni tipo uscire indenni è quasi impossibile perchè un male in ogni caso, per una deviazione d’origine, è stato piantato ma una sorta di catarsi è dietro l’angolo. Certo non ci aiuterà cercare verità nei tanti propositori di essa, che spesso si manifestano in maniera ingenua, ma che tanto spesso travestiti da agnellini, nascondono il lupo che in realtà c’è dentro di sè.

  20. Anche a me Gesù mi è Guida insieme alla mia Guida Spirituale personale e se Egli dovesse reincarnarsi cosi come lo conosciamo sceglierei di affidarmi a Lui piuttosto che alla scienza dell’ uomo …….Non è vero che il dovere della scienza non è pensare a costruire la Pace e la felicità degli uomini altrimenti sarebbe solo il volere troneggiare il potere del proprio ego e infatti i risultati sono sotto i nostri occhi………SCIENZA E’ SPIRITO , quante volte alcuni scienziati raccontano di essersi affidati chiedendolo all’Intuizione , coscienti che Essa si trova in quello spazio della Mente che appartiene allo Spirito !!!!!!!!!!!!!!!!!! PACE DI LUCE IN OGNI QUI E ORA

  21. Essere d’accordo è già molto, che questa sia una valle di lacrime lo diciamo già nelle preghiere, ma che stiamo allargando a dismisura questa valle dipende proprio dall’uso sbagliato dell’albero della Scienza del Bene e del Male . Quando la religione era politeistica si facevano sacrifici ai vari dei per chiedere il loro aiuto nella raccolta delle messi, per un viaggio in mare o per ogni altra necessità, la risposta del dio pagano a volte era favorevole a volte no. Con l’arrivo della Scienza e quindi della tecnologia abbiamo potuto dimenticare il politeismo perché i vari dei venivano molto meglio sostituiti dai concimi chimici, dalle supernavi, dalle previsioni meteorologiche satellitari insomma da tutta una tecnologia pronta ad esaudire obbediente ai nostri desideri con un’unica clausola avere denaro per comprarsi i nuovi dei tecnologici e dando così al denaro quell’immenso potere con cui oggi domina il mondo. Insomma non serve più pregare per ogni necessità, basta pagare e questo ha prodotto la secolarizzazione che ci porta anche a creare una serie di leggi che ci tolgano quei sensi di colpa cui ci ricorda la coscienza profonda che comunque non tace mai. Dio viene messo in un angolo, come la sua scomoda e dura parola ma resta un punto dove questa sicurezza umana crolla, la morte come raggiungimento finale della crescita entropica nella termodinamica di equilibrio dove dentro il nostro corpo non ci sarà più trasferimento di energia. Allora anche come scienziato di Fisica ho seguito e seguo i momenti critici dei malati condannati a morte certa dalla scienza medica quando è impotente e dove la coscienza profonda risorge e fa rinascere la speranza ed è da questa esperienza che ho avuto lo spunto di scrivere il mio libro PENSIERO che mi sono autoeditato e che racconta esperienze degli ultimi 20 anni della mia vita, chi lo volesse può scrivermi a fgrianti1938@gmail.com perchè essendo molto personale non ho voluto cedere i miei diritti di autore.

  22. Gentile sig.ra Carmen non voglio certamente toglierle la sua guida spirituale ma vede per me Cristo è il Figlio di Dio che tornerà alla fine dei tempi perché solo Dio poteva venire a proporci la via del sacrificio volontario per avere proseliti, e se lei conoscesse la Fisica vedrebbe che la via facile della Termodinamica di equilibrio è la via della morte fisica e morale ma questo l’ho spiegato in un altro libro “Quell’ultima partita edito da JACA bOOK” nel 1990. La legge della Vita invece si nasconde tra le strutture dissipative della Termodinamica del non equilibrio dove dal disordine del Caos si forma un sistema organizzato e stabile ma questa legge non ci è dato di conoscere ne oggi ne mai lo sarà, la cosa importante è sapere che Satana propone sempre quasi verità ed a Dio va chiesto grande discernimento per non cadere in trappola.

  23. E tanto è grande il mio discernimento e il mio essere Fede che dal 2008 mi alimento esclusivamente di energia pranica mentre sono in meditazione e preghiera . Sono in ottima salute psicofisica-spirituale e immune dal potere delle egregore…….Caro Fratello Francesco ” MAI DIRE MAI “……..UN ABBRACCIO DI LUCE IN OGNI QUI E ORA

  24. Onoro la tua esperienza con gli ammalati Francesco , anch’io potrei raccontare tanto avendo assistito molti terminali e accompagnati con la mia Fede all’ Appuntamento più importante della loro Vita……Il Ritorno a Casa è un’avvenimento Serio nel suo Essere Gioia Suprema anche se purtroppo la religione cristiana lo ha sempre dipinto diversamente con la paura del giudizio divino……..Ad onore del vero dimentichiamo sempre che siamo fatti ” ad immagine e somiglianza del Padre ” e che dunque Gesù non è l’unico Figlio di Dio , inoltre non ha forse detto Gesù ” Ciò che io ho fatto anche voi potete farlo “…….Qual’è la Pigrizia che ci porta a dimenticare non solo ciò che siamo ma anche e soprattutto Chi Siamo?????????? ……..BACIO DI LUCE

  25. Condivido pienamente questa precisazione e la ringrazio per averla riportata nella piena luce cristiana dove i COMANDAMENTI avendoci creati liberi hanno un signficato ben più importante e profondo di quello di una legge che porta la punizione se non viene osservato. I comandamenti sono consigli per tutelare la nostra libertà ma vanno seguiti non con la paura della frusta ma con l’amore verso il Padre che ci avvisa del pericolo. Errare humanum est, perseverare diabolicum ed infatti l’errore fa parte della nostra materialità il perseverare nell’errore viene dalla volontà e ci rende schiavi del vizio, schiavi dell’alcool, schiavi della droga, schiavi del ladrocinio e della corruzione schiavi del demonio e non per nulla Papa Francesco ha detto che i corrotti sono già stati condannati perchè il loro ormai è uno stile di vita. Ma quando interpretavo così i comandamenti ai ragazzi del catechismo mi hanno fatto capire che era meglio che non facessi il catechista. Adesso quando mi capita lo faccio agli adulti per aprirgli le porte della speranza che qualcuno ha chiuso.

  26. Salve, sono Mario Palestro, l’autore che ha tradotto l’intervista (sul mio canale c’è anche il video) Il motivo per cui scrivo è che alcuni cialtroni negazionisti stanno mettendo in discussione l’esistenza del curriculum di Vladimir Efremov e i suoi lavori scientifici, adducendo tesi strampalate come la non esistenza nel web di nessun articolo, nè di niente (insomma, stile cicap – gettare fango senza aver fatto le dovute ricerche). Ebbene, per chi volesse dare uno sguardo a qualche lavoro scientifico di Efremov, lo può visualizzare in questo sito scientifico: http://iopscience.iop.org/1742-6596/244/4/042021/pdf/jpconf10_244_042021.pdf
    Oppure, se si vuole vedere lo staff completo che spedì il primo uomo nello spazio, Yuri Gagarin, ecco il link, Efremov è il sesto a partire da sinistra: https://www.spbstu.ru/history/part14/part14.html

    Saluti. (Mario Palestro)

  27. Se la religione cristiana, e specialmente il cattolicesimo, parla di una eternità non fatta esclusivamente di beatitudine non è perchè ami particolarmente questa proposizione ma perchè è Gesù stesso che ne parla esplicitamente nei Vangeli! Negare e far passare il tutto come elaborazioni del Cristianesimo è fuorviante!

  28. Io posso parlare e scrivere solo delle mie esperienze personali pur gioiendo di qualsiasi altra esperienza che ricorda le mie……..Quando il lavoro personale di Crescita Spirituale Consapevole , (non parlo di religione perchè non sono cattolica ne appartengo a nessun’ altra affiliazione ), ti porta a sperimentare ciò che chiamiamo il Non Tempo /Spazio ti rendi veramente conto che aldiquà e aldilà esistono solo nel QUI E ORA DELL’ ETERNO PRESENTE. Lo si sperimenta fisicamente senza bisogno di vivere esperienze ” al limite ” , è possibile vedere , affacciarsi in altre dimensioni , parallele è inesatto perchè sono l’ una dentro l’ altra , so che è difficile per la mente razionale capire ma lo era anche credere che è la terra che gira intorno al sole……….SPERIMENTATE E……..
    .BUON VIAGGIO A TUTTI…..CARMEN

  29. Penso che potremmo gioire anche delle esperienze positive personali degli altri che non ricordano necessariamente le nostre, intendendo come positività soprattutto l’acquisizione, o il suo inizio, di una dimensionalità individuale che non alimenti il super io e che porti realmente a comprendere che non vi è alcuna partita da giocare con ciò che è altro da noi, non vi è nulla da trasmettere o esteriorizzare con atteggiamenti di prevaricazione o con la pervicace evidenza di una ridondanza culturale o spirituale che ci sembra appartenere a noi stessi! Tutto per noi è definito e limitato da un inizio e da una fine, il tempo che percepiamo è un dado che è stato gettato nell’incomprensibile groviglio della vita, un gioco che sta ad ognuno di noi portare avanti con le dotazioni che singolarmente gli sono state fornite. Se tutto ciò che ci sta davanti o dietro ha avuto una sua esplicazione nel parametro tempo, dando un suo dimensionamento a tutto ciò che si è svolto e si svolgerà su questa terra, dobbiamo certamente considerarlo nell’ottica dell’imprescindibile e del necessario. Non comprendo l’eventuale possibilità di afferrare il tutto in un eterno presente!

  30. Intervento sicuramente erudito ma dopo tanta erudizione risulta incomprensibile la conclusione dato che interpreta l’eterno “presente” che ci sarebbe al di fuori di questo universo con l’eterno presente estrapolato dal nostro concetto di tempo chiusi dentro questo universo.

  31. grazie Mario per le precisazioni.
    se conosci altri lavori di Efremov ti chiedo di comunicarmeli
    tanto per smentire i soliti negazionisti e per metterli al muro
    di fronte all’evidenza.
    saluti

  32. Per me questi racconti sono tentativi ulteriori di affrontare il mistero angooscioso della morte definitiva dell’individuo. Quando essa avviene non esiste possibilità di ritorno, col cervello e il corpo avviato all’annullamento biologico.
    Le NDE sono esperienze confortanti ma che presuppongono che il corpo sia ancora vivo, non basta affermare che otto minuti di blocco circolatorio costituiscano la prova del decesso di una persona.

    Grazie per l’ospitalità

  33. Ciao salvo,dal tuo canto non può essere diversamente, c’è un però; prova a pensare (ripeto sempre, che per un elasticità di pensiero non devi rimanere connesso al tuo corpo, materiale perché; ” è materia”, ed avere una apertura mentale così effervescente da poter superare ogni concetto logico). Perciò prima che tu fossi ancora concepito,e poi nato; già esistevi, rassegnati è così, altrimenti non potrebbe essere , poi secondo un ordine [ quantisticamente ] abilitato sei stato concepito sei nato, quello che poi sei diventato,lo hai stabilito tu con il tuo essere, secondo quel famoso ( ordine ) che immerso in questo spazio, in questo tempo, in questa dimensione,assumi acqua, respiri aria, non dimenticare che l’acqua, l’aria ed altre composti ( sono ) sempre le stesse, che avevano alimentate i nostri avi già da migliaia di anni,la sostanza primordiale è sempre la stessa, e non ti meravigliare conserva anche una memoria storica, io non so dirti ne come ne dove, ma deve essere così per ragioni di forza maggiore; perché una cosa è sicura, così affermò qualcuno : niente si crea e niente si distrugge ma tutto incomparabilmente si trasforma.
    La materia che accomuna l’universo è il carbonio ,
    ( 6 elettroni, 6 neutroni, 6 protoni.) erroneamente confusi da qualche parte nella bibbia; attribuiti alla ” bestia”; questi tre elementi aggregano la materia, dopo la morte non siamo più aggregati, come materia torniamo ad essere energia, quello che eravamo prima. Non pensare mai che possa servirti ancora il corpo fisico,quello materia era e materia resta, nell’altra dimensione ti sarebbe solo di impiccio.
    Quello che invece ti porti è quell’energia che hai accumulato nel corso della tua esistenza, e poi sarà al cospetto di tutte le altre energie che unite all’energia che ci ha generato, ne ritorneremo parte integrata della stessa. * Egli * la rivuole.

  34. Solo per dire che quanto detto da lavoisier “nulla si cerea nulla si distrugge ma tutto si trasforma” fu detto al tempo dell’illuminismo dominante dove chiaramente tutto deve essere ciclico per non avere ne un inizio ne una fine. Quanto detto è parzialmente vero se si riferisce ad una trasformazione chimica dove gli elementi costituenti restano gli stessi ma ci si dimentica che in ogni trasformazione spontanea si perde l’ordine con cui gli elementi erano aggregati prima della trasformazione. Quando si brucia il ramo di un albero nella sua cenere si ritrovano gli stessi elementi che c’erano nel ramo iniziale ma perché allora non capita mai che dalla cenere si riformi proprio quel ramo iniziale ? Qui sta il crollo di ogni convinzione di ciclicità perché noi abbiamo la cognizione del tempo proprio perché le trasformazioni spontanee non sono reversibili e procedono nella direzione che va dall’ordine al disordine come vuole la legge di accrescimento della entropia, cioè la legge dell’ovvio o se volete la legge della morte s=klnp incisa sulla lapide del suo scopritore ateo ludwig boltzmann nel cimitero di vienna. Un’altra notazione bisogna farla agli elettroni protoni e neutroni che non sono elementi ma particelle elementari che costituiscono tutti gli elementi chimici descritti nella tavole di mendelejev.

  35. Io credo su tutto ciò che ha scritto, ed a quello che ha veduto, e ciò che ha detto di Dio, della sua voglia di rimanere perché lì si vive una vita speciale, che qui non esiste. Io lo sto vivendo da molti anni dopo la morte di mio figlio, Dio ha permesso a mio figlio di venirmi in sogno e parlare con lui e molte volte sempre nel sogno di viaggiare, e sempre di avere delle risposte. La mia vita è cambiata grazie a Dio, ora testimonio anche io questa nuova realtà del nostro futuro quando avverrà. Un caldo abbraccio.

  36. Voglio ricordare che quando si dorme e ogni atto di orgoglio viene sopito lo spirito è libero di muoversi sia nello spazio (dejavù) che nel tempo (sogni del futuro) e quindi il collegamento spirituale con chi vive l’altra VITA è possibile ma ricordandosi che solo le anime salvate possono incontrarsi con noi per volontà di Dio. Nessuna magia spiritistica potrà mai costringere un’anima beata a mettersi in contatto reale con noi perché l’anima beata è superiore ad ogni volontà umana e soggetta a Dio, mentre, e questo è importante, le formule sataniche possono richiamare solo anime dannate perchè essendo dannate sono in uno stato inferiore rispetto all’essere umano vivente perché ancora non giudicato. Attenzione quindi a muoversi umanamente nei meandri infiniti dello spiritismo che giustamente la Chiesa cristiana condanna a difesa dell’essere umano.

  37. Certo la chiesa è cauta, io credo, che quando lasciamo questo mondo, il nostro spirito va incontro al primo giudizio, e sapremo quale sarà la nostra via eterna o nella gioia o nella sofferenza. Non centra niente di spiritismo in quello che dico e penso. Le anime quelle che non si staccano da questo mondo diventano anime dannate, invece le anime che partono e volano come i nuovi angeli sono anime che hanno chiesto perdono a Dio e si sono salvate. Un caldo saluto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Altri articoli nella categoria "Spiritualità"