HomeSpiritualitàIl denaro come strumento di crescita spirituale    

Potrebbero interessarti...



Commenti

Il denaro come strumento di crescita spirituale — 4 commenti

  1. SONO D’ ACCORDO PAROLA DOPO PAROLA ed è ciò che vado ripetendo da anni . E’ l’ INTENZIONE con cui si usa non solo il denaro ma anche tanti altri strumenti che facilitano il nostro vivere quotidiano a fare la differenza…….Quando l’ Intenzione parte dal Cuore allora avviene il Cambiamento cosi tanto aggoniato dalla Crescita Spirituale delle Coscienze……..LLUCE DI GIOIA A TUTTI QUANTI

  2. Sono totalmente d’accordo. Mi occupo di finanza avanzata e da anni porto avanti, anche se con fatica, una visione positiva, etica e costruttiva dell’uso del denaro. Articolo molto valido, grazie.

  3. Il denaro, dal mio punto di vista, non può essere uno strumento di crescita spirituale in quanto coloro che ne possono accumulare enormi quantità (ce permettono il controllo sulla vita altrui) sono le persone con meno scrupoli. Più ne accumuleranno, più schiavizzeranno gli altri impedendogli una vita normale. E’ sufficiente guardarsi intorno per notarlo.

  4. Buongiorno a tutti. Il denaro, secondo me, e’ per sua nobile natura un VEICOLO INDIPENDENTE di ricchezze (sia materiali che spirituali), nel senso che nel denaro ci sono tutti i nostri polli, le nostre uova, i nostri vestiti, i libri, le vacanze, i regali, i sogni, ecc. e liberamente gira e gira e gira. L’errore e’ stato trasformarlo culturalmente in PRODOTTO PRIVATO VENDIBILE (wall street e tutte le borse mondiali) cosicche’ tutti i nostri polli , le nostre uova, i nostri vestiti, ecc. non sono piu’ I NOSTRI ma sono di proprieta’ del mercato usuraio mondiale. Per fortuna qualche mente brillante della storia, anche abbastanza recente, ha fatto la giusta domanda ”Chi e’ il propietario della moneta all’atto dell’emissione?”(Giacinto Auriti) domanda a cui ancora nessuno ha voluto dare una risposta concreta e semplice. Poi che dire di questa economia malata e perversa basata sul DEBITO partorita dalla mente di qualche diavolaccio con il colletto bianco e cravatta. L’economia non sara’mai una scienza finche’ il debito non sara’ convertito in CREDITO disponibie per tutti i popoli del mondo.
    Ma vai a dirlo alla AZIENDA INTERNAZIONALE EBRAICA BANCARIA.
    Oppure immaginare utopisticamente una societa’ in cui i verbi vendere e comprare non esistano e al loro posto ci sia semplicemente DARE E AVERE allora il denaro non servirebbe piu’. Buon proseguimento…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Altri articoli nella categoria "Spiritualità"