Vita dopo la morte seondo Jung

Carl Gustav Jung nel 1944, pubblicò “Psicologia e alchimia”; in quello stesso anno ebbe un incidente, una frattura e un successivo infarto. In coma, visse un’esperienza di pre-morte, un’esperienza extra-corporea e una visione di un luogo luminoso, che descrisse nel suo testo autobiografico: “Ricordi, sogni e riflessioni”: «Quel che viene dopo la morte è qualcosa di uno splendore talmente indicibile, che la nostra immaginazione e la nostra sensibilità non potrebbero concepire nemmeno approssimativamente… Prima o poi, i morti diventeranno un tutt’uno con noi; ma, nella realtà attuale, sappiamo poco o nulla di quel modo d’essere. Cosa sapremo di questa terra, dopo la morte? La dissoluzione della nostra forma temporanea nell’eternità non comporta una perdita di significato: piuttosto, ci sentiremo tutti membri di un unico corpo».

Libri e varie...

Jung - Scritti Scelti

di Joseph Campbell, Carl Gustav Jung

JUNG - SCRITTI SCELTI
di Joseph Campbell, Carl Gustav Jung

Più di un motivo fa di questa raccolta un vero e proprio strumento culturale. Innanzi tutto la scelta dei testi. Dai diciotto volumi delle opere complete di Carl Gustav Jung sono stati tratti quei saggi che, caratterizzati da felicità di scrittura e facilità di lettura, vanno a toccare, punto per punto, tutti i temi della psicologia analitica. Il curatore del libro è Joseph Campbell, studioso di miti e religioni, che della psicanalisi junghiana fu sottile conoscitore, acuto interprete e abile divulgatore.
 Il curatore del libro è Joseph Campbell, il grande studioso di miti e religioni, che della psicanalisi junghiana fu sottile conoscitore, acuto interprete e abile divulgatore. 
 Questi i principali testi raccolti nel volume: 
 
 - Gli stadi detta vita 
 - Istinto e inconscio 
 - L'io e l'inconscio 
 - Psicologia analitica e arte poetica 
 - Simbolismo onirico e alchimia 
 - La differenza fra il pensiero orientale e quello occidentale...

Realtà dell'Anima

Edizione integrale di riferimento

di Carl Gustav Jung

REALTà DELL'ANIMA - LIBRO
Edizione integrale di riferimento
di Carl Gustav Jung

Un grande della psicologia ci racconta alcune delle sue teorie più affascinanti in alcuni dei suoi saggi più importanti.
 Questo volume contiene alcuni degli scritti più brillanti di Carl Gustav Jung e offre al lettore una visione suggestiva del pensiero del grande analista svizzero.
 In un primo gruppo di saggi - tra cui Il problema fondamentale della psicologia moderna e L'applicabilità pratica dell'analisi dei sogni -, utilissimi per chi desidera sapere che cosa è la psicologia analitica, Jung dà una chiara esposizione dei principi e degli scopi del suo metodo, mentre in un secondo gruppo tratteggia le grandi personalità di Paracelso, Freud, Joyce, Picasso da un punto di vista psicoanalitico.
 Infine Jung affronta i grandi problemi morali del secolo ormai trascorso sull'individuo nella società moderna, la massa e la religione....

Mysterium Coniunctionis

Ricerche sulla separazione e composizione degli opposti psichici nell'alchimia

di Carl Gustav Jung

MYSTERIUM CONIUNCTIONIS - LIBRO
Ricerche sulla separazione e composizione degli opposti psichici nell'alchimia
di Carl Gustav Jung

Il Mysterium coniunctionis è l’impresa che impegnò gli ultimi anni della vita di Carl Gustav Jung, la summa delle sue riflessioni sull’alchimia.
 Nell'ampio panorama della produzione junghiana, questo libro rappresenta l'opera più importante degli ultimi anni.
 Oggetto di questi studi che tennero impegnati Jung per oltre trent'anni è la tradizione alchemica.
 È proprio grazie all'alchimia che riuscì ad agganciare le esperienze e intuizioni acquisite mediante la sua diretta e personale «discesa dell'inconscio» a un materiale parallelo e disponibile obiettivamente.
 Per Jung l'alchimia non rappresenta soltanto l'antecedente storico della moderna psicologia del profondo, ma soprattutto, con il suo infinito serbatoio di simboli e immagini, costituisce la prima rappresentazione di quegli archetipi sui quali ha innalzato l'edificio della psicologia analitica....

L'uomo e i Suoi Simboli

di Carl Gustav Jung

L'UOMO E I SUOI SIMBOLI - LIBRO
di Carl Gustav Jung

I simboli creati dall'uomo e il loro significato.
 Se non fosse stato per un sogno questo libro non sarebbe mai stato scritto: un sogno - di cui parla John Freeman nell'Introduzione - che convinse il fondatore della scuola della "psicologia analitica" a presentare le sue idee fondamentali a quanti non avevano una specifica preparazione psicologica.
 In un primo momento Jung aveva decisamente rifiutato l'idea di Freeman (che fu poi il coordinatore del lavoro) di scrivere un libro per il "lettore medio": "[...] mi disse di no. Me lo disse nel modo più cortese ma con grande fermezza: in passato egli non aveva mai cercato di popolarizzare la sua opera e non era sicuro che ciò potesse esser fatto allora in modo soddisfacente; in ogni caso si sentiva ormai vecchio, piuttosto stanco e incapace di tener fede a un impegno così gravoso".
 Fu poi un sogno, come dicevamo, a convincere Jung, e i sogni hanno la massima importanza nella psicologia analitica.
 Il principale contributo di Jung alla conoscenza della psiche umana fu il concetto di inconscio come vero e proprio "mondo", altrettanto vitale e reale del mondo conscio e "riflessivo" dell'ego, ma infinitamente più esteso e ricco: solo conoscendo e accettando l'inconscio l'uomo può realizzarsi completamente.
 Il linguaggio e i "personaggi" dell'inconscio sono i simboli, e i sogni i suoi me/zi di comunicazione.
 Ogni sogno è una comunicazione diretta, personale e significativa rivolta al soggetto sognante, che fa uso di simboli comuni a tutti gli uomini, ma trasmessi con una modalità assolutamente personale e perciò interpretabili solo in chiave individuale.
 Jung non volle essere l'unico autore del libro: volle che esso costituisse lo sforzo collettivo di un gruppo di stretti collaboratori e discepoli ai quali egli aveva cercato di trasmettere i suoi metodi e il suo insegnamento: Marie-Louise von Franz, Joseph L. Henderson, Aniela Jaffé e Jolandc Jacobi.
 All'età di ottantatré anni Jung elaborò l'intero piano dell'opera e dedicò gli ultimi mesi della sua vita a scrivere il suo contributo e alla redazione delle parti scritte dai quattro collaboratori.
 Dopo la sua morte la dottoressa Von Franz si assunse la responsabilità complessiva della conclusione del lavoro secondo le esplicite istruzioni date da Jung....

L'analisi dei Sogni - Gli Archetipi dell'Inconscio­ - La Sincronicità

di Carl Gustav Jung

L'ANALISI DEI SOGNI - GLI ARCHETIPI DELL'INCONSCIO­ - LA SINCRONICITà
di Carl Gustav Jung

Con la scoperta, da un lato, dell'inconscio collettivo e delle sue strutture costitutive, gli archetipi, e, dall'altro, del processo di individuazione, della funzione prospettica dei sogni e del principio di sincronicità, Carl Gustav Jung non ha solo ampliato i confini della psicologia del profondo, oltre l'orizzonte della psicoanalisi freudiana, annettendo all'indagine territori inesplorati.
 Ha proposto ai suoi contemporanei, e a tutti noi, un modello inedito di vita umana integra, totale e aperta all'infinito: un modello con cui è chiamato a confrontarsi anche chi non condivida le ipotesi teoriche che sono alla sua base....

L'io e l'Inconscio

Edizione integrale di riferimento

di Carl Gustav Jung

L'IO E L'INCONSCIO  - LIBRO
Edizione integrale di riferimento
di Carl Gustav Jung

L'Io e l'inconscio è il primo tentativo compiuto da Jung di esporre in modo sistematico l'insieme di ipotesi sulla natura, struttura e dinamica della vita cui aveva dato il nome di «psicologia analitica».
 Tappa fondamentale nel suo percorso di avanzamento teorico, è qui che Jung articola definitivamente i concetti di inconscio «personale» e «collettivo», in queste pagine sono introdotti i concetti chiave di Animus e Anima, prendono forma le definizioni di archetipo e Ombra.
 Con questo libro Jung avvia il lungo dibattimento speculativo sull'individuazione che avrà come approdo finale la rivelazione dell'inconscio....