Multiverso cosmologico o locale?

La “ramificazione” della realtà prodotta dalle diverse scelte.

di Paolo Di Sia
La conoscenza dell’uomo relativa all’universo si è evoluta nel corso del tempo, passando dal sistema solare alle stelle della Via Lattea, dalle stelle lontane alle galassie più distanti nel campo visivo. Oggi la cosmologia ritiene che interi altri universi potrebbero esistere oltre a quello in cui ci troviamo. La meccanica quantistica sta rivelando novità inusuali e aspetti fuori da ogni tipo di logica tradizionale. I fisici e i filosofi hanno a lungo argomentato sul profondo significato della teoria dei quanti, trovandosi d’accordo sul vasto regno che si trova al di là dei comuni sensi dell’uomo. Una delle letture più affascinanti delle equazioni della teoria quantistica è la cosiddetta interpretazione a molti mondi, avanzata dal fisico Hugh Everett III intorno al 1950…

Continua a leggere →


Anomalie spazio-temporali colpiscono la Terra

Campo elettromagnetico/gravitazionale Terra

Anomalie spazio-tempo stanno colpendo la terra, facendole cambiare piano dimensionale. Cosa vuol dire questo con esattezza?
Il discorso, oltre che spirituale, è estremamente reale e scientifico, e può essere spiegato perfettamente da un concetto noto come ‘funzione d’onda quantica’ o ‘onda di probabilità’, che è un concetto legato alla fisica quantistica. In verità, l’universo è molto più complesso di quel che pensiamo. Alterazioni della realtà avvengono in ogni istante attorno a noi, ma non le avvertiamo grazie ad una funzione che si chiama ‘coerenza della realtà’, per la quale avvertiamo solo un universo reale e coeso.
Noi viviamo tutti i giorni immersi in un mondo tridimensionale con i suoi limiti (apparenti) e le sue leggi fisiche. Ma, in certe ere, a intervalli regolari, il nostro pianeta – che è più di quel che sembra – viene attraversato da un’alterazione spazio-temporale, una sorta di energia quantica che contiene informazioni di una nuova time-line che viaggia nel cosmo…

Continua a leggere →


Multiverso e Viaggi Interdimensionali

Multiverso

Abbiamo tutti sentito parlare di dimensioni parallele ed universi alternativi. Molti teorici ritengono che la nostra realtà sia solo una delle infinite frequenze coesistenti all’intero di un multiverso.
C’è chi sostiene che la nostra realtà sia continuamente visitata da esseri provenienti da altre dimensioni, e chi è convinto che qualsiasi decisione assunta da qualsiasi essere umano, crei dal nulla nuovi universi, nei quali prenderebbe corpo ognuna delle possibili scelte, in una intricata ramificazione ad albero, costruita da tutte le possibili opzioni e relative conseguenze, un…

Continua a leggere →

Buchi neri, buchi bianchi, buchi verme, extra-dimensioni

Buco nero

di Paolo Di Sia
University of Verona – E-mail: paolo.disia@libero.it – Web: www.paolodisia.com

Un buco nero (black hole) è una stella nell’ultima sua fase di evoluzione, la cui gravità è così intensa che nulla, nemmeno la luce, può sfuggire a questa forza. Quindi, per definizione, un buco nero non può essere visto, poiché nulla può tornare indietro verso di noi per darci informazioni in merito. Allora come è possibile evidenziare un buco nero?

Gli scienziati del settore si concentrano sullo spazio che ci circonda e osservano cosa succede. Si vede ad esempio che ci sono…

Continua a leggere →

Fisica classica e quantistica nel cuore dello spazio-tempo

Fisica classica e quantistica nel cuore dello spazio-tempo

di Paolo Di Sia
Abstract:
In questo intervento viene presentata l’idea di universo computazionale con le specifiche caratteristiche di non continuità, determinismo and computazionalità. Il modello ha interessanti legami con le teorie di unificazione delle forze fondamentali della Natura, le quali riflettono le loro peculiarità sulla struttura profonda dello spazio-tempo. Le caratteristiche sopra indicate per l’universo dividono gli studiosi, anche se le idee proposte vengono ammesse da importanti modelli unificati moderni, come la gravità quantistica

Continua a leggere →

Tutto è Uno: il Monismo

Monismo

di Tiziano Bellucci
I limiti della conoscenza umana si fondano sulla non conoscenza di una verità occulta, ben chiara invece ai popoli antichi, perdutasi nei tempi dalla svalutazione inflitta dalla concezione materialistica; tale verità è inconosciuta alla maggior parte degli uomini ed è il fondamento su cui si basa il senso della vita dell’uomo e la sua missione.
“L’uomo non è affatto separato dal mondo, ma è uno con esso. Non esiste la molteplicità. Il mondo nella sua realtà non è affatto distinto, ma costituito di una sola unità”. Tale “condizione reale”, o “stato…

Continua a leggere →