La personalità dopo la Morte

Morire

Dott.ssa Carla Sale Musio
Quando il corpo muore anche la personalità muore, e resta solo l’essenza interiore che si ricongiunge con il mondo immateriale della Totalità e delle emozioni.
Focalizzarsi esclusivamente sugli aspetti concreti dell’esistenza ha un prezzo da pagare, poiché incatena alla sofferenza quando arriva il momento del trapasso. La cultura materialista ha inibito la percezione di tutto ciò che non si può toccare (e monetizzare) e ci conduce a sperimentare il dolore quando la concretezza incontra il proprio limite.
Nel momento della morte il corpo perde la vitalità cedendo il posto ai legami affettivi, che acquisiscono una maggiore pregnanza…

Continua a leggere →

Tu Non Sei Dio - Libro
Fenomenologia della Spiritualità Contemporanea
Andrea Colamedici, Maura Gancitano

Vincere le tre paure dell’uomo moderno: morte, povertà, solitudine

Paura

di Francesco Lamendola
L’uomo moderno è attanagliato da tre grandi paure: la paura della morte, la paura della povertà, la paura della solitudine. Quasi tutte le sue angosce, quasi tutte le sue nevrosi, quasi tutti i suoi comportamenti irrazionali e distruttivi sono riconducibili ad esse.
Si dirà: ma l’uomo ha sempre avuto paura di queste tre cose, sempre, in tutte le epoche e sotto ogni cielo. In realtà, non è vero, o meglio… ne ha avuto timore, ma non fino al punto da perderci la testa; non fino al punto da permettere loro di condizionare tutta la sua vita, i suoi pensieri, i suoi atti.
Solamente l’uomo moderno ha concesso loro un potere così grande; solamente l’uomo moderno ne è divenuto totalmente schiavo. Gli uomini pre-moderni – ce lo attestano l’antropologia e l’etnologia comparate, la letteratura, la storia dell’arte, la storia delle religioni, la storia della filosofia – se pure nutrivano un certo timore di questi aspetti, non se ne lasciavano però condizionare così intimamente, così radicalmente…

Continua a leggere →


Di chi è la voce che ci chiama per nome, nella notte? Da quale mondo arriva?

Mente universale

di Francesco Lamendola
Questa notte, di colpo, una voce mi ha chiamato nel perfetto silenzio delle ore morte, quando la stanchezza getta la maggior parte dei viventi nei regni misteriosi del sonno, ove è difficile separare la realtà dall’immaginazione.
Non aveva particolari inflessioni; non si capiva con certezza neppure se fosse maschile o femminile, anche se qualcosa mi diceva che doveva essere una voce di donna. Mi ha chiamato per nome, una volta sola, ma con una nitidezza, con una intensità struggenti: più che una chiamata, sembrava una invocazione, un appello.
Dormivo e sognavo: che cosa stessi sognando, non lo so; non ricordo quasi mai i sogni della notte. Ma di una cosa sono certo – nella misura in cui si può parlare di certezze, entro le regioni umbratili del sonno – che quella voce, quella chiamata, quell’appello, non faceva parte del sogno…

Continua a leggere →

Essere “Imprenditori” della propria Felicità

Ricercare la felicità

di Roberto Di Molfetta
Nell’epoca attuale, non vi è un preciso comportamento, che – tenendo conto delle variabili socio-demografiche e delle attitudini e preferenze personali – ci permetta di essere felici.
Una miriade di comportamenti simili dà origine a situazioni di benessere diverse: dal disagio alla situazione di apparente felicità. Mentre situazioni diverse, possono convergere verso una similarità di stati di appagamento. Non vi è un comportamento socialmente apprezzato, psicologicamente sostenibile, razionalmente progettabile che permetta di dire a sé stessi: “Se mi comporterò

Continua a leggere →

Il ruolo del femminile e del maschile per il divenire della Terra

Il ruolo del femminile e del maschile per il divenire della Terra

di Tiziano Bellucci
La donna dei tempi antichi aveva un rapporto diretto con le entità dell’universo e un ruolo di “ponte” tra la materia e lo spirito… poi, però, l’umanità smise di essere ispirata dalle donne, e incominciò a diventare “razionale”.
La donna rivestiva questo ruolo di mediatrice tra la materia e lo spirito. Riceveva dallo spirito le ispirazioni, le direttive dal mondo sovrasensibile: le cosiddette “muse” indovine, erano donne chiaroveggenti che effondevano nell’umanità bellezza e creatività. Attraverso la donna si è creata tutta la conoscenza…

Continua a leggere →

Il Risveglio dell’Umanità

Il risveglio dell'umanità

Hanno sistematicamente distrutto o occultato il più possibile le antiche conoscenze, poiché esse contenevano il segreto della nostra identità e della vera natura della Vita.
Hanno manipolato tutte le maggiori indagini e ricerche volte a studiare le antiche conoscenze occulte e i manufatti antichi diffusi in tutto il mondo, assicurandosi che niente trapelasse della nostra vera natura e origine e che, nel caso in cui qualcosa emergesse, non venisse mai reso pubblico, né il suo vero valore venisse compreso.

Hanno invece creato le religioni per imprigionare le menti della popolazione,…

Continua a leggere →

Perché veniamo sulla Terra?

Perché siamo sulla Terra?

di Fausto Carotenuto
La società intorno a noi ci dice: cerca il benessere, cerca la felicità. E ci pare la cosa più giusta ovviamente. Nessuno vuole la malattia e l’infelicità. Ma di quale benessere e di quale felicità si parla?
La cultura materialistica dei nostri tempi ci pone davanti una serie di “beni” da inseguire: la salute e la bellezza fisica, il posto di lavoro, il ruolo sociale, il successo, il denaro e tutto quello che è possibile comprare di fisico o di piacevole con il denaro.

Ma poi avviene sempre che nessuno di questi beni ci dà veramente la felicità o il…

Continua a leggere →

Il denaro come strumento di crescita spirituale

Spiritualizzare il denaro

di Fausto Carotenuto
Qualcuno troverà strana questa affermazione… quasi una bestemmia.
Tante persone pensano che il denaro sia in fondo una cosa “sporca”. Certe impostazioni religiose ce lo hanno fatto apparire come “lo sterco del diavolo”. E magari proprio chi ce lo ha presentato così per secoli, poi ne ha accumulato quantità incredibili, abusandone come strumento di potere e di controllo.

E così capita, nella nostra epoca di crescita della coscienza, che si sia portati a ritenere che se qualcosa ha un controvalore in denaro, sia una cosa che con la spiritualità non ha…

Continua a leggere →

Droghe e dipendenze: malattie dell’anima

Droghe e dipendenze

di Omraam Mikhaël Aïvanhov
Nel convincere gli esseri umani che non c’è Dio, che non c’è la Provvidenza e la speranza di una vita dopo la morte, i pensatori materialistici li hanno derubati di quella realtà che da senso alla vita umana: la realtà dell’anima e dello spirito.
Proclamano che la religione sia “l’oppio dei popoli” e che l’essere umano può essere perfettamente felice fintanto che ha sufficiente cibo, un tetto sopra la testa e la possibilità di studiare e crescere una famiglia. Ma è questo quel che vediamo nella realtà? No. Anche quando il corpo fisico…

Continua a leggere →

Channeling: ascoltare la spiritualità interiore

Channeling

Dott.ssa Carla Sale Musio
La parola channeling si riferisce alle comunicazioni avute per via telepatica da tutte quelle forme di vita che non possiedono un corpo. Channeling letteralmente significa: canalizzazione.
Un tempo le comunicazioni medianiche erano fenomeni rari, riservati a pochi individui chiamati medium, cioè persone capaci di abbandonare la propria identità per prestare il corpo a chi ne era privo. Grazie alla disponibilità di queste persone tante entità spirituali hanno potuto comunicare con noi e trasmetterci la loro filosofia ricca di amore e di saggezza.

Negli anni…

Continua a leggere →

Ipnosi culturale

Ipnosi culturale

di Viator
Più passa il tempo e più ci lasciamo persuadere che la maturità sia un attributo in qualche modo collegato alla rassegnazione e al cinismo, conseguibile all’interno dell’excursus di vita che accomuna ogni individuo venuto al mondo all’interno della società mercantile.
Con il susseguirsi delle generazioni e la diffusione del pensiero unico, il modello si è così fortemente radicato nell’immaginario collettivo da aver oscurato ogni altro approccio che non ruoti intorno alla capacità economica. Ci hanno ipnotizzati ed ora fatichiamo a realizzare quanto la nostra esperienza di…

Continua a leggere →

Persone prive dello Spirito

Persone prive di spirito

Persone vuote. Burattini. Pupazzi. Robot. Portali organici. Alcuni individui sembrano difettare interiormente di qualcosa… qualcosa di estremamente importante.
Queste espressioni sono state coniate da coloro che in maniera indipendente – spesso attraverso processi deduttivi differenti – hanno constatato lo stesso sconcertante fenomeno, del quale ancora non esistono definizioni ufficiali: alcuni individui sembrano cioè difettare interiormente di qualcosa di molto importante. Tutto ciò benché non siano necessariamente meno intelligenti, di successo, e fisicamente integri di chiunque…

Continua a leggere →

L’enigma del “Sosia”

Il Doppio mefistofelico

di Claudio Gregorat
Il fenomeno di cui parleremo potrà sembrare strano, singolare o misterioso. Ma si tratta di una cruda ed inquietante realtà, che affonda le sue radici nell’invisibile.
Questo argomento per l’occhio banale dell’ovvietà a tutti i costi, potrà certamente sembrare superfluo o privo di interesse. Ma i tempi premono sulla trasformazione necessaria dell’uomo, ed ogni nuova generazione porta con sé, sulla scena della vita, nuove forze, nuove aperture e nuove facoltà. La pedagogia quindi si deve aprire verso il futuro dell’umanità, per non trovarsi inadeguata e farsi…

Continua a leggere →

Il lento cammino della crescita dell’anima

Indivisibilità del Tutto

di Lidia Fassio
Vorrei iniziare con alcune riflessioni circa le più recenti teorie che alcune discipline scientifiche hanno divulgato e sul modo in cui possono essere messe in relazione con il tema della ”nuova Coscienza” del terzo millennio.
Partirò dalla fisica quantistica che ha rivoluzionato molti concetti del passato ed aperto nuove strade che anche solo alcuni decenni fa sarebbero sembrate idee balzane di uno scrittore di fantascienza o trucchi di un bravo illusionista, poiché lontane dal pensiero scientifico dell’epoca. Mi riferisco, per cominciare, al pensiero del fisico…

Continua a leggere →

La storia occulta dell’uomo

Cosmo spirituale

di Tiziano Bellucci
L’uomo proviene da una passata condizione spirituale.
La storia passata dell’uomo si basa su un primordiale distacco dall’essenzialità cosmica, nella quale l’uomo come essere spirituale era congiunto, e in comunione con essa, ma in uno stato della coscienza e della materia diverso da ora. In quello stato egli viveva a contatto con le essenzialità e le spiritualità, ma in piena dipendenza da esse. Come un neonato fra le braccia della madre. Tale madre si occupava di lui in tutto, essendo egli impossibilitato dal potersi autogestire, alimentarsi e sopravvivere….

Continua a leggere →

Il risveglio: introduzione ai misteri

Il risveglio: introduzione ai misteri

di Tiziano Bellucci

La storia passata dell’uomo, si basa su un primordiale distacco dall’essenzialità cosmica, alla quale l’uomo come essere spirituale era congiunto.
Egli era in comunione con essa, ma in uno stato della coscienza e della materia diverso da ora. In quello stato egli viveva a contatto con le essenzialità e le spiritualità, ma in piena dipendenza da esse. Come un neonato fra le braccia della madre. Tale madre si occupava di lui in tutto, essendo egli impossibilitato dal potersi autogestire, alimentare e sopravvivere. La vita dell’uomo di quei tempi era un…

Continua a leggere →

Il crepuscolo degli Dei: la morte dell’antico mondo divino

Il crepuscolo degli Dei: la morte dell’antico mondo divino

di Tiziano Bellucci
Si potrebbe chiamare “antica religione” ogni culto o dottrina del passato, ovvero tutto ciò che fu paganesimo: tutto ciò che venne prima del cristianesimo.
In altri termini “l’antico mondo spirituale”, ossia le entità che avevano guidato e sostenuto come madri nutrici l’uomo, le stesse che lo avevano fatto divenire ciò che ora è, trasportandolo di era in era, possono essere rappresentate come ciò che era il senso del “divino”, ciò per cui provava devozione e venerazione l’uomo di una determinata epoca. Il mondo degli Dei pagani, i molteplici Dei…

Continua a leggere →

Una delle questioni più controverse

Una delle questioni più controverse

di Giovanni Ravani

Una delle questioni più controverse, dibattuta fra le protochiese cristiane del terzo e quarto secolo D.C. fu quella sul libero arbitrio.
Proprio a quell’epoca, un grande dottore della chiesa, esegeta, nonchè ex maestro in eloquenza e potente avvocato dei fori romani, probabilmente risolse per primo la complicata questione. Nonostante ciò, occorsero ancora dei secoli prima che le sue soluzioni fossero completamente recepite dal clero, finalmente unificato in un sol movimento. É quasi inutile ricordare che questo grande personaggio del passato fù Aurelio Agostino…

Continua a leggere →