Articolo in evidenza
HomeScienza di confineSindrome da Kundalini

di Diego Pignatelli 

Kundalini: schizofrenia o Trascendenza? La kundalini affascina molti occidentali per il suo lato esoterico. Tuttavia, non va sottovalutato il lato pseudo-patologico della “Sindrome da kundalini”.

Sindrome da kundaliniMolti scienziati e psicologi sono all’opera per cercare di decifrare questo enorme mistero dell’anima serpentina. Tuttavia, l’equipe di Stanislav Grof è un passo avanti gli altri. Stanislav Grof (psichiatra, ricercatore nel campo degli stati non ordinari di coscienza e pioniere della Psicologia Transpersonale) ha individuato in questo “potere serpentino” una propria crisi di risveglio che egli definisce di “Spiritual Emergency”. (Grof and Grof, “Spiritual Emergency, When Personal Transformation becomes a Crisis” – New Consciousness Reader – Los Angeles J.P. Tarcher).

Questo processo di risveglio potrebbe richiedere mesi o addirittura anni, ed è accompagnato da sintomi di destabilizzazione del soggetto. La Kundalini Syndrome viene annoverata come vera e propria crisi transpersonale e gli studiosi ammettono che lo stato di kundalini può essere dovuto ad un prolungato ed intenso esercizio spirituale come lo yoga, o come risultato di esperienze passate o esperienze di pre-morte, cosiddette NDE (Near Death Experiences).

La kundalini, in ogni caso, funge da vero e proprio risveglio pseudo-patologico, che se mal interpretato o diagnosticato, potrebbe essere confuso con una patologia da psicosi, psicosi depressiva o borderline. I sintomi della Kundalini sono di ordine fisio-patologico o psicotico e non si scarta l’ipotesi di vere somiglianze con la schizofrenia. Tuttavia, cercare di sopprimere il sorgere di questa crisi, potrebbe essere rischioso e portare il paziente addirittura alla morte (Grof and Grof “The Stormy search for the Self”, New York Perigee Books).

Ci vorranno ancora ricerche a riguardo, come sosteneva C. G. Jung, uno dei primi pionieri a scorgere nella kundalini una sindrome auto-guaritiva, in correlazione al processo da lui definito di individuazione. Le ricerche sui mandala, sui loro significati psicologici, indussero Jung ad interpretare la stessa kundalini come fase o potere creativo di reintegrazione e di trasfigurazione.

KundaliniTrasfigurazione che nei miti indù, è enfatizzata dal risveglio dinamico di Shiva, il dio della danza cosmica, lo sposo che nell’unione alla sposa, la dea Shakti, propizia la kundalini. Questo stato di risveglio avviene per fasi e per gradi, attraverso i chakra (centri di energia presenti nel corpo), i punti di risveglio situati lungo il corpo e la spina dorsale, lì dove soggiace il potere della serpentina.

Quest’energia è latente in ogni individuo, ma può essere risvegliata in qualsiasi momento, specialmente se stimolata da ciò che Jung definì “immagini estetiche figurative”, disegno dei mandala e quant’altro, con cui si può accedere ad una fase superiore trascendente.

Più che una psicosi, la kundalini è un risveglio alla trascendenza di matrice mistico-psico-spirituale, e la psicologia transpersonale, al contrario della psichiatria ortodossa, non ne prende le distanze. I sintomi da kundalini sono di ordine fisio-patologico: tremore, pizzicore, battito alterato, movimenti spontanei del corpo involontari, spasmi, crampi, depersonalizzazione, depressione, ed alterazione dell’apparato respiratorio.

Chi è affetto da kundalini potrebbe sentirsi soffocare, oppure riuscire a stento a respirare. In un quadro clinico, la kundalini è una patologia da trattare con farmaci soppressivi ed antidepressivi. Invece, come rilevano i ricercatori del transpersonale, la kundalini andrebbe intesa come fase di risveglio da emergenza spirituale e se non ostruita e bloccata, può portare ad un processo di guarigione veloce. (Grof and Grof 1989).

In conclusione, la sindrome da kundalini diagnosticata di recente anche dall’American Psychiatric Association come “Problema Religioso e Spirituale” (Turner, Lukoff, Barnhouse and Lu) è ancora un vero e proprio enigma pseudo-patologico, che la moderna psichiatria non si riserva di risolvere o meglio stenta a risolvere, poiché gli mancano i supporti basilari e teoretici che provengono dalla millenaria scienza esoterica, come il Vedanta di matrice indù o la scienza vedica, che integrata da un supporto olistico, è in grado di stabilizzare i disturbi pranici legati alla respirazione, canalizzando l’energia dei chakra al sorgere del risveglio serpentino.

Articolo di Diego Pignatelli

Bibliografia:

Scotton Bruce and Battista (editors)(1996) The phenomenology and treatment of kundalini, in Chinen, Textbook of Transpersonal Psychiatry and Psychology (pp. 261-270 New York NY US: Basic Books Inc.PsycInfo Abstract.

– Lukoff David; Lu, Francis G. and Turner P. (1998) From Spiritual Emergency to Spiritual Problem: the Transpersonal roots of the New D-S-M-IV Category.Journal of Humanistic Psychology, 38 (2), 21-50, 1998.

– Stanislav Grof and Grof (eds) Spiritual Emergency: When Personal Transformation becomes a Crisis (New Consciousness Reader) Los Angeles: J.P Tarcher.

– Stanislav Grof and Christina Grof, The Stormy Search of The Self, New York Perigee Books, ISBN 0-87477-649-X.

– Sannella Lee, Kundalini, psychosis or transcendence. San Francisco 1975, Dakin.

– Greyson Bruce (2000) Some Neuropsychological correlates of the phisyo-kundalini syndrome.Journal of Transpersonal Psychology, 32, 123-134, PsycInfo Abstract.

– Greyson Bruce, The Physio-kundalini syndrome and mental illness, Journal of Transpersonal Psychology, 25, 43, 58 Psyc Info Abstract Accession Number.

– Hansen G./ Schizophrenia or Spiritual Crisis? “On Raising the Kundalini” and its diagnostic classification (Weekly Journal of Danish Medical Association) 1995.

– Bentov, I., Micromotion of the Body as a Factor in Development of the Nervous System, in White J., edt (1990)

– Kundalini Evolution and Enlightenment, New York, Paragon House.

Fonte: http://www.riflessioni.it/enciclopedia/kundalini-sindrome.htm

Potrebbero interessarti...



Commenti

Sindrome da Kundalini — Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Altri articoli nella categoria "Scienza di confine"

Esperienze Extracorporee: realtà o allucinazione?

OBE, realtà o allucinazione

di Ciro Scotto
La separazione dell’anima dal corpo viene associata prevalentemente al concetto definitivo di morte. Tuttavia, esistono esperienze particolari in cui l’anima di un soggetto può temporaneamente uscire dal proprio involucro materiale, per poi farvi di nuovo ritorno.
Si tratta di esperienze, di cui anche le religioni e le tradizioni di ogni tempo e luogo, riportano notizie nei loro testi sacri e filosofici. Nell’antichità, letterati e filosofi come Socrate, Plotonio, Platone, Plinio e Plutarco ci narrano di esperienze fuori dal corpo. In particolare, Plotonio afferma di…

Continua a leggere →

Perché la fisica odierna non ci convince…

Immobilismo scientifico

di Renato Palmieri
La fisica odierna non ci convince, semplicemente perché non esiste una “fisica odierna”. C’è bensì una fisica che risale a quattro secoli fa, e che è stata mummificata dai suoi eredi e difensori attuali.
Questi hanno fatto delle sue reliquie oggetto di culto, al punto che tutto quello che oggi appare essere rivoluzionario rispetto al passato (relatività, ecc.), viene religiosamente ricollegato ai principi stabiliti da alcuni numi tutelari: in particolare, Galileo e Newton. Ma la verità è che, come vedremo tra poco, una serie di fenomeni e di osservazioni…

Continua a leggere →

La “Wavegenetic” o Genetica ondulatoria

DNA e coscienza del'uomo

“Peter Piotr Gariaev”, è famoso per la scoperta del cosiddetto “effetto fantasma del DNA”, lavora con un team di genetisti e linguisti a Mosca e in Canada, ed è uno dei fondatori della Genetica Ondulatoria.
La quintessenza della teoria del genoma ondulatorio, può essere  rappresentata così:
– l’apparato genetico è considerato un bio-computer quantistico, che utilizza le strutture verbali del DNA, del RNA e delle proteine, per la gestione dell’organismo;
– questo bio-computer genera onde acustiche ed elettromagnetiche (suono e luce) per trasportare l’informazione 4D usata dai…

Continua a leggere →

La liberazione reale

Liberazione dall'inganno

di Giuliana Conforto
Ignorato dai media, è in atto un fenomeno annunciato da millenni. È l’Apocalisse, che non vuol dire “fine” bensì rivelazione dell’inganno colossale che ha reso questo mondo un inferno, l’idea tenace della divisione tra terra e cielo, Uomo e Dio, i privilegi di pochi e la miseria dei tanti.
Promossa da chiese e accademie, banche e governi, la divisione è l’effetto del credo nei limiti dell’uomo e/o delle risorse, credo oggi smentito da fenomeni senza precedenti che avvengono vicino e lontano. Sono eventi con energie immani che le scienze osservano e di…

Continua a leggere →

La malattia come blocco del flusso di energia: la prospettiva energetico-spirituale

La malattia come blocco energetico

La prospettiva energetico-spirituale è un modo prezioso e complementare di conoscere l’origine dei nostri disturbi e/o malattie.
Che la malattia sia un messaggio del corpo fisico, che ci dice che si è alterato un equilibrio, è banale e scontato. Non è invece banale sapere e comprendere che la causa non è esterna, ma interna e che quindi si può guarire. Virus e microbi ci colpiscono infatti dove e quando siamo più vulnerabili, non per cause genetiche, ma per cause interne, legate alle tensioni che creiamo dentro di noi quando facciamo scelte o prendiamo decisioni che non ci fanno…

Continua a leggere →

Teoria delle informazioni e fenomeni extra corporei

Fenomeni extra corporei

di Francesco Di Noto
Nella normale percezione sensoriale, l’informazione arriva al cervello attraverso uno dei cinque sensi. Nella E.S.P. (Percezione Extra-Sensoriale), invece l’informazione proviene da lontano nello spazio e/o nel tempo (passato o futuro), senza un apparente veicolo energetico, e senza passare attraverso uno dei sensi noti.
Nella percezione sensoriale, un’informazione arriva dall’ambiente spazio-temporale circostante (qui ed ora) al cervello (o mente), tramite un segnale energetico modulato (suono, luce), o tattile, o chimico (olfatto, gusto), attraverso uno dei cinque…

Continua a leggere →

Effetti dell’intenzione umana sulla realtà fisica

Effetti del pensiero umano sulla realtà fisica

Nell’articolo intitolato “Un potente campo energetico tra le particelle, influenzato dal pensiero umano”, il Prof. W.A. Tiller, Professore emerito della Stanford University, illustra brevemente i risultati delle ricerche incentrate sul rapporto esistente tra la cosiddetta realtà fisica e le proprietà del pensiero umano.
Afferma il Prof. W.A. Tiller: “Negli ultimi secoli, un assunto della scienza ha affermato che l’intenzione umana non può produrre effetti sulla realtà fisica. La nostra ricerca sperimentale degli ultimi decenni mostra invece che, nel mondo di oggi e sotto speciali condizioni, questo assunto non è più corretto. Noi umani siamo molto più di quel che pensiamo di essere e la scienza psicoenergetica continua ad espandersi e a dare prova di ciò”

Continua a leggere →

Rivoluzione della Consapevolezza e passaggio al “Nuovo Paradigma”

Rivoluzione della consapevolezza

Intervista all’astronauta Brian O’Leary
Ci troviamo nel mezzo di un mutamento degli schemi e di una rivoluzione della consapevolezza di proporzioni mai viste. Quando si instaura un nuovo modello, quelli che si aggrappano al vecchio modo di pensare, puntano i piedi e diventano così riluttanti, da risultare ben poco scientifici.
Ho incontrato O’Leary per la prima volta ad un Lifespring a Philadelphia nel 1978. I Lifespring (Primavera della Vita) sono degli stages di trasformazione interiore, durante i quali si praticano delle tecniche, come la meditazione o lo Yoga, atte ad introdurre i…

Continua a leggere →

I Cristalli, una Porta sull’Invisibile

Poteri nascosti dei cristalli

di Rosalba Nattero
Madre Natura ci fornisce molti strumenti per indagare sulle realtà ancora sconosciute che ci circondano. Dalle proprietà delle rocce o dell’acqua all’uso dei colori, delle piante o delle stesse forze telluriche del pianeta, tutto ciò che ci circonda potrebbe fornirci preziosi elementi di studio, se non fossimo ipotecati dai limiti dello scientismo che ha creato delle barriere invalicabili nella ricerca.
Uno di questi strumenti è rappresentato dai poteri nascosti dei cristalli, un’antica scienza che ancora oggi i Popoli nativi usano correntemente per curare, per predire il futuro e soprattutto come guida nel loro percorso spirituale…

Continua a leggere →

Melatonina, traghetto per l’infinito

Infinito

di Giorgio Pattera
Chi scrive ha avuto modo di occuparsi, in un recente passato, dei neurotrasmettitori (serotonina, dimetiltriptamina, encefaline, endorfine), cioè di quei neuropeptidi ad azione psicoattiva, prodotti a livello encefalico e non solo, in grado di indurre nella “mente” dell’individuo uno stato alterato di coscienza, durante il quale sarebbe possibile (il condizionale è d’obbligo) accedere ad altre dimensioni, al di là di quella umana; dimensioni che abbiamo ipotizzato “parallele”.
Anche altri ricercatori (come “Brian O’Leary”) ritengono che solo mediante uno…

Continua a leggere →