Articolo in evidenza
HomeScienza di confineSindrome da Kundalini

di Diego Pignatelli 

Kundalini: schizofrenia o Trascendenza? La kundalini affascina molti occidentali per il suo lato esoterico. Tuttavia, non va sottovalutato il lato pseudo-patologico della “Sindrome da kundalini”.

Sindrome da kundaliniMolti scienziati e psicologi sono all’opera per cercare di decifrare questo enorme mistero dell’anima serpentina. Tuttavia, l’equipe di Stanislav Grof è un passo avanti gli altri. Stanislav Grof (psichiatra, ricercatore nel campo degli stati non ordinari di coscienza e pioniere della Psicologia Transpersonale) ha individuato in questo “potere serpentino” una propria crisi di risveglio che egli definisce di “Spiritual Emergency”. (Grof and Grof, “Spiritual Emergency, When Personal Transformation becomes a Crisis” – New Consciousness Reader – Los Angeles J.P. Tarcher).

Questo processo di risveglio potrebbe richiedere mesi o addirittura anni, ed è accompagnato da sintomi di destabilizzazione del soggetto. La Kundalini Syndrome viene annoverata come vera e propria crisi transpersonale e gli studiosi ammettono che lo stato di kundalini può essere dovuto ad un prolungato ed intenso esercizio spirituale come lo yoga, o come risultato di esperienze passate o esperienze di pre-morte, cosiddette NDE (Near Death Experiences).

La kundalini, in ogni caso, funge da vero e proprio risveglio pseudo-patologico, che se mal interpretato o diagnosticato, potrebbe essere confuso con una patologia da psicosi, psicosi depressiva o borderline. I sintomi della Kundalini sono di ordine fisio-patologico o psicotico e non si scarta l’ipotesi di vere somiglianze con la schizofrenia. Tuttavia, cercare di sopprimere il sorgere di questa crisi, potrebbe essere rischioso e portare il paziente addirittura alla morte (Grof and Grof “The Stormy search for the Self”, New York Perigee Books).

Ci vorranno ancora ricerche a riguardo, come sosteneva C. G. Jung, uno dei primi pionieri a scorgere nella kundalini una sindrome auto-guaritiva, in correlazione al processo da lui definito di individuazione. Le ricerche sui mandala, sui loro significati psicologici, indussero Jung ad interpretare la stessa kundalini come fase o potere creativo di reintegrazione e di trasfigurazione.

KundaliniTrasfigurazione che nei miti indù, è enfatizzata dal risveglio dinamico di Shiva, il dio della danza cosmica, lo sposo che nell’unione alla sposa, la dea Shakti, propizia la kundalini. Questo stato di risveglio avviene per fasi e per gradi, attraverso i chakra (centri di energia presenti nel corpo), i punti di risveglio situati lungo il corpo e la spina dorsale, lì dove soggiace il potere della serpentina.

Quest’energia è latente in ogni individuo, ma può essere risvegliata in qualsiasi momento, specialmente se stimolata da ciò che Jung definì “immagini estetiche figurative”, disegno dei mandala e quant’altro, con cui si può accedere ad una fase superiore trascendente.

Più che una psicosi, la kundalini è un risveglio alla trascendenza di matrice mistico-psico-spirituale, e la psicologia transpersonale, al contrario della psichiatria ortodossa, non ne prende le distanze. I sintomi da kundalini sono di ordine fisio-patologico: tremore, pizzicore, battito alterato, movimenti spontanei del corpo involontari, spasmi, crampi, depersonalizzazione, depressione, ed alterazione dell’apparato respiratorio.

Chi è affetto da kundalini potrebbe sentirsi soffocare, oppure riuscire a stento a respirare. In un quadro clinico, la kundalini è una patologia da trattare con farmaci soppressivi ed antidepressivi. Invece, come rilevano i ricercatori del transpersonale, la kundalini andrebbe intesa come fase di risveglio da emergenza spirituale e se non ostruita e bloccata, può portare ad un processo di guarigione veloce. (Grof and Grof 1989).

In conclusione, la sindrome da kundalini diagnosticata di recente anche dall’American Psychiatric Association come “Problema Religioso e Spirituale” (Turner, Lukoff, Barnhouse and Lu) è ancora un vero e proprio enigma pseudo-patologico, che la moderna psichiatria non si riserva di risolvere o meglio stenta a risolvere, poiché gli mancano i supporti basilari e teoretici che provengono dalla millenaria scienza esoterica, come il Vedanta di matrice indù o la scienza vedica, che integrata da un supporto olistico, è in grado di stabilizzare i disturbi pranici legati alla respirazione, canalizzando l’energia dei chakra al sorgere del risveglio serpentino.

Articolo di Diego Pignatelli

Bibliografia:

Scotton Bruce and Battista (editors)(1996) The phenomenology and treatment of kundalini, in Chinen, Textbook of Transpersonal Psychiatry and Psychology (pp. 261-270 New York NY US: Basic Books Inc.PsycInfo Abstract.

– Lukoff David; Lu, Francis G. and Turner P. (1998) From Spiritual Emergency to Spiritual Problem: the Transpersonal roots of the New D-S-M-IV Category.Journal of Humanistic Psychology, 38 (2), 21-50, 1998.

– Stanislav Grof and Grof (eds) Spiritual Emergency: When Personal Transformation becomes a Crisis (New Consciousness Reader) Los Angeles: J.P Tarcher.

– Stanislav Grof and Christina Grof, The Stormy Search of The Self, New York Perigee Books, ISBN 0-87477-649-X.

– Sannella Lee, Kundalini, psychosis or transcendence. San Francisco 1975, Dakin.

– Greyson Bruce (2000) Some Neuropsychological correlates of the phisyo-kundalini syndrome.Journal of Transpersonal Psychology, 32, 123-134, PsycInfo Abstract.

– Greyson Bruce, The Physio-kundalini syndrome and mental illness, Journal of Transpersonal Psychology, 25, 43, 58 Psyc Info Abstract Accession Number.

– Hansen G./ Schizophrenia or Spiritual Crisis? “On Raising the Kundalini” and its diagnostic classification (Weekly Journal of Danish Medical Association) 1995.

– Bentov, I., Micromotion of the Body as a Factor in Development of the Nervous System, in White J., edt (1990)

– Kundalini Evolution and Enlightenment, New York, Paragon House.

Fonte: http://www.riflessioni.it/enciclopedia/kundalini-sindrome.htm

Potrebbero interessarti...



Commenti

Sindrome da Kundalini — Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Altri articoli nella categoria "Scienza di confine"

L’espansione dell’Aura

Espandere l'aura

Molti di noi non posseggono un’aura abbastanza grande.
Ciò avviene perché pensiamo a noi stessi solo come corpo fisico, e siccome la materia psichica sensibile del nostro sé interiore segue il pensiero, troppo poca materia astrale viene attratta dalla forma fisica, causando talvolta una leggera congestione nervosa.

Dovremmo liberarci dall’idea che noi siamo il corpo fisico. Il Maestro Gesù lo chiamò “il cavallo sul quale montate” ed è questa la migliore delle similitudini, perché è una cosa vivente con una vaga coscienza elementare sua propria… San Francesco invece…

Continua a leggere →

Pineale: la ghiandola anticancro

Pineale e spirito

di Paolo Lissoni, Giusy Messina, Fernando Brivio
La ghiandola pineale, per lungo tempo ignorata dalla medicina, si è recentemente rivelata di fondamentale importanza nella cura dei tumori.
La melatonina – principale ormone secreto dall’epifisi – ha un effetto antitumorale riconosciuto, e il difetto nella produzione notturna di tale ormone, è la principale causa endocrina della malattia tumorale. La ghiandola pineale, una delle sette ghiandole endocrine, è il principale organo responsabile della regolazione del ritmo biologico circadiano, sulla base del principale ritmo cosmologico,…

Continua a leggere →

DMT: la Molecola dello Spirito?

DMT la molecola dello spirito

La Dimetiltriptamina (DMT), soprannominata ‘molecola dello spirito’, è una sostanza allucinogena prodotta dall’organismo umano e responsabile delle nostre esperienze oniriche. Viene inoltre rilasciata dalla nostra ghiandola pineale, durante le esperienze di pre-morte.
Dal 1990 al 1995, il dottor Rick Strassman ha condotto la prima ricerca clinica sugli psichedelici approvata e finanziata dalla DEA (l’agenzia federale antidroga USA) in oltre vent’anni. La ricerca svoltasi nell’Università del New Mexico, vide la sperimentazione proprio della DMT su sessanta volontari. La DMT è una…

Continua a leggere →

Il Risveglio della Coscienza e il “Cambio di Logica”

di Giuliana Conforto
E’ in atto nel mondo e, soprattutto in Italia, un balzo di coscienza che ci consente di liberarci dall’impero senza combattere. Stiamo ritrovando la plasticità perduta, riconnettendo la nostra mente grigia, afflitta dal bipolarismo, alla nostra Mente Bianca, capace di integrare le funzioni del cervello e di ritrovare l’unità tra Uomo e Universo.
Qual è il ruolo della coscienza? Nella maggior parte dei casi, la “conoscenza” lo ignora…

Continua a leggere →

Nascita, cuore e cervello

L’uomo entra in contatto con il suono già nella vita intrauterina, ascoltando il battito cardiaco, la respirazione, la circolazione sanguigna e i gorgoglii intestinali della madre.
A questi suoni e rumori interni si associano poi quelli dell’ambiente esterno. L’ovulo fecondato è già in contatto con le pulsazioni del cuore materno, con i movimenti uterini, addominali e respiratori. Nel mondo intrauterino il liquido amniotico permette inoltre la rapida trasmissione dei suoni, così che già al quinto mese il feto riesce a distinguere e ricercare la voce della madre. Al sesto mese l’embrione…

Continua a leggere →

Le prove della reincarnazione secondo Ian Stevenson

reincarnazione

Ian Stevenson, professore di psichiatria presso l’Università della Virginia, si dedica da molti anni allo studio di bambini che spontaneamente presentano memorie di quelle che sembrano essere vite precedenti.
In qualità di psichiatra, Stevenson cercava di comprendere il perché di certe paure e fobie, o anche di certi talenti innati riscontrabili spesso nei bambini piccoli; voleva inoltre spiegarsi il motivo delle simpatie e antipatie che a volte i piccoli dimostrano fin dalla più tenera età.

Studiando questi aspetti, Stevenson si rese conto che i bambini, oltre a mostrare fobie o…

Continua a leggere →

Gli uomini non sono originari della Terra: lo sostiene uno scienziato

Origine non terrestre dell'uomo

Un ecologista statunitense, il dottor Ellis Silver, avanza un’ipotesi incredibile riguardante il genere umano.
Qualche tempo fa, una teoria piuttosto estrema sosteneva la possibilità che una specie “aliena” intelligente avesse visitato il nostro pianeta migliaia di anni fa e modificato il codice genetico umano, facendo compiere al genere “homo” un salto evolutivo che altrimenti avrebbe richiesto milioni di anni. Ora, il dottor Ellis Silver, nel suo ultimo libro “Humans are not from Earth: scientific evaluation of the evidence”, avanza un’ipotesi ancora più ardita secondo la quale gli…

Continua a leggere →

Medicina quantistica

La medicina quantistica si occupa dell’esplorazione profonda della dimensione anatomo-energetica del corpo umano.

La medicina quantistica si occupa dell’esplorazione profonda della dimensione anatomo-energetica del corpo umano.
Si interessa dell’energia vitale – considerata come veicolo essenziale di trasmissione e coesione delle corrette informazioni, sotto forma di frequenze – dalla quale dipende tutta la nostra vita. La medicina quantistica o quantica interagisce con l’attività di strutture quali atomi, molecole, cellule, tessuti, organi e sistemi. L’energia vitale contenuta in ogni cosa e dentro di noi, amministra i peculiari rapporti energetici che strutturano lo stato di salute. Quando il flusso di questa energia viene perturbato, per diverse motivazioni, siano esse fisiche o psichiche, si riscontra un’alterazione del giusto rapporto tra le diverse energie, dando luogo a sintomi e disturbi…

Continua a leggere →

Lo spirito che guarisce

Spirito che guarisce

di Piero Cammerinesi
E’ proprio così, oggi i neuroscienziati hanno fatto una grande scoperta: lo spirito può guarire il corpo. Essi raccontano stupefatti, e ancora increduli, di come lo spirito possa modificare la struttura biologica del corpo, aiutandola a superare la malattia.
Vale a dire di come qualcosa di non misurabile, pesabile, visibile, possa in qualche modo modificare il visibile, pesabile, misurabile. Meditare, fare Yoga e pensare positivamente – si legge su “Der Spiegel”, uno dei più diffusi e autorevoli settimanali tedeschi (maggio 2013) – conquistano ora anche la medicina…

Continua a leggere →

Melatonina, traghetto per l’infinito

Infinito

di Giorgio Pattera
Chi scrive ha avuto modo di occuparsi, in un recente passato, dei neurotrasmettitori (serotonina, dimetiltriptamina, encefaline, endorfine), cioè di quei neuropeptidi ad azione psicoattiva, prodotti a livello encefalico e non solo, in grado di indurre nella “mente” dell’individuo uno stato alterato di coscienza, durante il quale sarebbe possibile (il condizionale è d’obbligo) accedere ad altre dimensioni, al di là di quella umana; dimensioni che abbiamo ipotizzato “parallele”.
Anche altri ricercatori (come “Brian O’Leary”) ritengono che solo mediante uno…

Continua a leggere →