Articolo in evidenza
HomeSalute ed alimentazioneManuale per l’Autogestione della Salute

Come e perché ci ammaliamo? In che modo è possibile prendere in mano la nostra salute e difenderci dalla malattia? Ecco i preziosi consigli per autogestire la propria salute del Dr. Eneko Landaburu Pitarque – medico igienista naturale.

Igienismo naturaleI mezzi di comunicazione di massa ci bombardano in continuazione con l’idea che le cause dei nostri disturbi di salute siano dovute ad aggressioni di microbi, virus e batteri, oppure a dei geni ereditari difettosi. In questo modo quello che ci succede è che diventiamo dei passivi e remissivi pazienti, dipendenti dai diversi medici specialisti, giacché a quanto ci vogliono far credere, il nostro benessere dipenderebbe da suddetti virus e geni ereditari, totalmente al di fuori del nostro controllo personale. In questo modo, trascuriamo la possibilità che ci offre la malattia di riconoscere gli errori che l’hanno causata e di imparare da essi… senza per questo sentirci in colpa per esserci ammalati.

“Chiunque commette un errore e non impara da esso, tornerà a sbagliare di nuovo”.

Favoriamo il grande business farmaceutico di vaccini e antibiotici, e ultimamente anche dei farmaci antivirali e dell’ingegneria genetica. Proviamo a porci qualche semplice domanda: In che misura contribuisce a farci ammalare l’educazione ricevuta sin dalla nascita? E i maltrattamenti farmaco-alimentari che riceve continuamente il nostro corpo? E il disordine sociale? E l’aggressione umana ai danni della natura?

Come ci ammaliamo per gli abusi che infliggiamo al nostro corpo

Se il nostro organismo vive in circostanze avverse, sotto vari tipi di pressione: ambientale, sociale, sotto stress e oberato di lavoro, prima o poi (a seconda della sua resistenza) finirà per cedere. Esso difenderà anzitutto gli organi del corpo essenziali alla vita e finirà per trascurare gli altri organi meno decisivi per la sopravvivenza, facendo così affiorare i punti deboli del corpo, congeniti, acquisiti o ereditari.

Troppa attività e riposo insufficiente, portano il nostro corpo ad un esaurimento fisico e nervoso, che è poi l’origine di molte malattie. Troppa attività + riposo insufficiente = esaurimento fisico e nervoso. Ma come si disperdono le nostre energie?

1. Per eccesso di attività sensoriale, attraverso l’uso dei cinque sensi: lavorare con il computer, guardare la TV, leggere, esposizione a luci intense e a rumori molesti, ecc.

2. Per eccesso di attività nervosa: elaborare mentalmente le informazioni che passano attraverso i sensi, pensare, ricordare, immaginare, progettare, decidere, coordinare tutte le funzioni del corpo (tutte queste funzioni richiedono un dispendio di energie). Le convinzioni errate, il disgusto per certe cose, i brutti ricordi, la repressione dei sentimenti, la mancanza di comunicazione, la mancanza di apprezzamento e di contatto fisico, il disprezzo, i rimproveri, gli insulti, le minacce, lo sfruttamento economico, la discriminazione sociale, ecc., anche questi sono tutti elementi che sovraccaricano di lavoro il nostro sistema nervoso.

3. Per l’eccesso di attività muscolare: sollevare pesi, muoversi, stare fermi in piedi o seduti, chiacchierare inutilmente, essere troppo tesi, ecc.

4. Per l’attività digestiva: che dipenderà dalla quantità e dalla qualità del cibo ingerito. Alimenti cucinati, troppo concentrati ed elaborati, miscele di alimenti non compatibili tra loro, le fritture, le bevande alcoliche, gassate o nervine, danno eccessivo lavoro all’intero apparato digerente.

5. Per il movimento intestinale: mangiare cibo abbondante e povero di fibre, purghe, lassativi e clisteri, sovraccaricano l’attività intestinale.

6. Per il rinnovamento cellulare: questa attività aumenta in caso di traumi, ferite, fratture, emorragie e infiammazioni.

7. Per l’attività termica: quando fa freddo, il corpo consuma energia per riscaldarsi, tremando, battendo i denti e accelerando la respirazione. Quando fa caldo, consuma energia per rinfrescarsi, aumentando la sudorazione e attraendo il sangue a fior di pelle.

8. Per l’attività sessuale: se è eccessiva e accompagnata da sostanze eccitanti ne risulta un consumo maggiore di energie fisiche e nevose. Anche la repressione e la paura della sessualità, sono uno spreco di energia.

9. Per l’attività procreativa: gravidanza, parto e allattamento al seno ripetuti frequentemente, diventano una estenuante causa di esaurimento fisico e nervoso. Per questo si raccomanda alle donne di intervallare le gravidanze con un periodo di almeno 2 anni.

10. Per l’attività cardio-polmonare di ossigenazione, cioè, trasportare l’ossigeno dell’aria a tutte le cellule del corpo, attraverso la circolazione del sangue. L’aumento di qualsiasi attività del corpo aumenta la necessità di ossigeno. Si noti come aumenta il battito cardiaco durante una corsa, dopo un pasto abbondante, con uno spavento o per l’eccitazione sessuale.

11. Per l’attività di difesa e di purificazione: senza di essa moriremmo avvelenati rapidamente per intossicazione. Il nostro corpo ha bisogno di ripulirsi giornalmente sia dalle cellule morte e dei rifiuti tossici che si producono internamente, come risultato delle varie attività corporali (a più attività, corrisponde una maggior produzione di rifiuti metabolici tossici: Acido lattico, Acido urico, Urea, Creatinina, Acetone, ecc.), sia dalle sostanze tossiche che si introducono per la cavità respiratoria, attraverso l’apparato digerente o attraverso la pelle.

Esaurimento psico-fisico

Esaurimento psico-fisicoAbbiamo appena visto le attività più importanti in cui il nostro corpo disperde le sue energie. Se continuiamo a consumare più energie di quelle che recuperiamo con il riposo, inevitabilmente entreremo in uno stato di esaurimento psico-fisico. E questo darà luogo a diversi disturbi. All’esaurimento delle nostre energie possiamo arrivarci in due modi, improvvisamente o lentamente:

– Improvvisamente (in maniera rapida e aggressiva): per una intossicazione alimentare, una indigestione, per un’overdose di farmaci, per un’insolazione o per congelamento, per un incidente d’auto, un intervento chirurgico, una lunga corsa, ecc. Naturalmente, un corpo in buono stato di salute, sopporterà meglio questo tipo di aggressione rispetto ad un corpo già debilitato.

– Lentamente e per una somma di piccole aggressioni: cioè, stress da piccoli maltrattamenti che si accumulano nel corso degli anni. L’ultimo eccesso sarà soltanto la classica goccia che fa traboccare il vaso e innescare il malessere. Questo stress potrebbe avere varie cause: non trovare lavoro, mancanza o insufficienza di denaro, sentirsi un fallito, avere il morale sotto i tacchi, non fare abbastanza esercizio, non smettere di fumare continuamente e trangugiare ogni tipo di bevanda, che può essere birra, alcool, caffè, bevande gassate, bevande dopanti, ecc. Poi un giorno, improvvisamente beviamo un po’ più del solito, ed improvvisamente ed inspiegabilmente si può scatenare una polmonite, o qualche altro tipo di malessere, a cui non sappiamo dare una spiegazione valida.

Il fattore cumulativo

La boccata di una sigaretta non è sufficiente a causare un cancro ai polmoni, ma 20 sigarette al giorno per 20 anni, hanno delle buone probabilità di riuscirci. Stesso discorso vale riguardo l’esposizione all’inquinamento atmosferico al quale siamo sottoposti quotidianamente.

Esiste poi l’effetto ritardato: può essere cioè che alcune delle cause del nostro malessere si siano già attivate da lungo tempo. Gli studiosi della mente umana sostengono che le influenze che riceviamo nei primi 7 anni della nostra vita, possono spiegare i disturbi mentali e fisici che poi soffriamo da adulti. Per esempio: un vaccino anti-polio che milioni di inglesi e americani ricevettero nel decennio tra il 1950 e il 1960, conteneva una proteina che ha favorito poi lo sviluppo di un tipo di tumore del polmone, che si sviluppa lentamente e che può andare avanti per 20 anni senza dare alcun sintomo.

Come il nostro corpo può essere maltrattato:

1. Accidentalmente: cadendo e rompendosi un braccio, per incidenti stradali, incidenti sul lavoro, disastri naturali, ecc.

2. Per il disordine sociale in cui viviamo: l’ingiusta distribuzione della ricchezza nel mondo, lo sfruttamento economico, la repressione politica e religiosa, ecc. Questi fattori provocano situazioni che causano la miseria, la fame, la tortura, la prigionia e le guerre, e che fanno ammalare e morire tanta gente.

3. Per l’aggressione, l’inquinamento e la contaminazione fatta incessantemente alla natura, di cui noi stessi siamo parte integrante, e dalla quale dipende il futuro dell’umanità e della stessa vita sulla faccia della terra.

4. Per l’ignoranza, la disinformazione, le credenze erronee e il lavaggio del cervello che riceviamo attraverso i “mezzi di comunicazione” e l’insegnamento scolastico e familiare. Sono tutte condizioni che possono spingerci a maltrattare noi stessi, inconsapevolmente, senza rendercene conto.

La malattia ha origini multi-fattoriali o è causata da virus, batteri e geni ereditari?

Anche se la scienza medica accetta in teoria l’origine multi-fattoriale della malattia, nella pratica suole mettere soprattutto enfasi sulle aggressioni microbiche o sui geni ereditari, giacché questi ultimi contribuiscono cospicuamente all’aumento delle vendite dei farmaci.

Ovviamente, un corpo ben nutrito, ben riposato, ben disintossicato, in un ambiente favorevole, con un atteggiamento mentale sereno e positivo, terrà a bada i suoi geni e si difenderà meglio dai presunti attacchi di microbi, virus e batteri. In questo caso il business dei farmaci diminuirebbe di almeno l’80%, come pure la spesa per la Sanità Pubblica.

Invece di pensare a guarire veramente la gente e svuotare gli ospedali, si pensa sempre ad aumentare la spesa per la Sanità Pubblica. Ammalarsi è come giocare alla lotteria, quanti più biglietti si comprano, più probabilità si hanno di vincerla. Quanti più abusi e maltrattamenti riceve il corpo, più sono le probabilità di ammalarsi. Ma gli unici veri vincitori della lotteria sono sempre e solo le grandi case farmaceutiche!

Articolo sulla Autogestione della Salute, tratto da una preziosa monografia del medico igienista spagnolo, il Dr. Eneko Landaburu Pitarque.

Fonte: https://scienzanewthought.wordpress.com/2013/09/27/come-e-perche-ci-ammaliamo/

Potrebbero interessarti...



Commenti

Manuale per l’Autogestione della Salute — Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Altri articoli nella categoria "Salute ed alimentazione"

La causa principale del cancro: l’acidità organica

Liberi dal cancro

La causa principale del cancro è stata ufficialmente scoperta parecchi decenni fa, precisamente nel 1923, dallo scienziato tedesco Otto Heinrich Warburg, poi premio Nobel per la medicina nel 1931.
Da allora nulla è stato fatto, se non continuare a raccogliere in tutto il mondo soldi per la ricerca, quando la causa primaria del cancro è (ed era) sostanzialmente nota. Poche persone in tutto il mondo ne sono a conoscenza, poiché questi fatti vengono tenuti opportunamente nascosti dall’industria farmaceutica e da quella alimentare.

Otto Heinrich Warburg ha scoperto che il cancro è il…

Continua a leggere →

La dieta vegana è per tutti

Tutti possono diventare vegani

di Marina Perotta
Ecoblog ha posto a 8 esperti di alimentazione vegan – tra cui medici e nutrizionisti tra soci fondatori e appartenenti al Comitato Scientifico dell’Associazione Vegani Italiani-Assovegan – 12 domande sulla dieta vegana.
Gli esperti si sono prestati (in esclusiva per Ecoblog) a dissipare dubbi e incertezze nel merito di una corretta alimentazione priva di prodotti di origine animale, incluso il pesce. Le risposte sono molto complete e esaustive, perché racchiudono diversi punti di vista e aprono interessanti spunti di discussione in merito a questa scelta alimentare, che…

Continua a leggere →

I Segreti del pH, per avere un corpo sano e pieno di energia

Vita sana e piena di energia

Il corpo umano potrebbe tranquillamente arrivare a 120 anni, eppure quasi nessuno riesce a raggiungere questa veneranda età. Perché?
Le cause di questo, se escludiamo alcune gravi patologie, possono essere collegate al pH. L’equilibrio del pH è la chiave per vivere una vita sana e piena di energia. I concetti di salute e guarigione si basano sulla nozione di equilibrio. Equilibrio tra acidità e alcalinità. Tale equilibrio, è il più cruciale dell’organismo ed è essenziale per garantire salute, energia e vitalità.

Tutte le reazioni che definiscono le condizioni essenziali di un…

Continua a leggere →

Ascolta il tuo corpo: ne sa più di te!

Voglia di stare bene

di Daria Cozzi
E’ sempre più forte la voglia di stare bene. Con consapevolezza.
Vorremmo sapere di più. Capire meglio. Comprendere ciò che ci succede. E perché. Abbiamo bisogno di dare significati, cerchiamo la salute, l’equilibrio, la forza, la sicurezza, la luce. Vorremmo imparare a distinguere ciò che è necessario da ciò che è inutile, per poterci sgravare dai pesi che rallentano, intristiscono, impediscono di vivere una vita piena e gratificante.
Vorremmo liberarci dai sensi di colpa che attanagliano le nostre coscienze, anche quando non è nostra la responsabilità di ciò che succede. Vorremmo essere capaci di dire no, quando qualcosa non ci piace, non sta nelle nostre corde, non ci interessa. Vorremmo sentirci liberi di seguire il nostro istinto e appagare i nostri bisogni senza sentirci colpevoli ed egoisti.
Vorremmo non temere i giudizi degli altri, vorremmo avere più autostima, più equilibrio e più pace. Vorremmo essere più assertivi, più lucidi, più sicuri. Vorremmo cambiare e cambiare subito. Per piacerci di più e per sentirci più felici e più leggeri.
Allora cerchiamo qualcuno che possa insegnarci qualcosa. Qualcuno che sa. Un maestro, un guru, un insegnante, uno scienziato, un portatore di carisma e di sicurezze…

Continua a leggere →

Il nostro corpo e le malattie

Corpo e malattia

di Angela Panarese
Il nostro corpo si ammala a causa di errati stili di vita, ossia quando vengono violate le “Leggi Biologiche Naturali”, che ogni organismo dovrebbe invece assecondare.
Potremmo considerare il nostro corpo alla stessa stregua di un terreno e fare un parallelismo. Ciascun terreno ha delle caratteristiche particolari, a seconda di una serie di fattori, quali la sua collocazione rispetto al Polo Nord, al Polo Sud e all’equatore, la sua esposizione ai raggi solari, le condizioni climatiche alle quali è sottoposto, ecc. Un buon agricoltore naturalmente conosce questi…

Continua a leggere →

Manuale per l’Autogestione della Salute

Igienismo naturale

Come e perché ci ammaliamo? In che modo è possibile prendere in mano la nostra salute e difenderci dalla malattia? Ecco i preziosi consigli per autogestire la propria salute del Dr. Eneko Landaburu Pitarque – medico igienista naturale.
I mezzi di comunicazione di massa ci bombardano in continuazione con l’idea che le cause dei nostri disturbi di salute siano dovute ad aggressioni di microbi, virus e batteri, oppure a dei geni ereditari difettosi. In questo modo quello che ci succede è che diventiamo dei passivi e remissivi pazienti, dipendenti dai diversi medici specialisti, giacché a quanto ci vogliono far credere, il nostro benessere dipenderebbe da suddetti virus e geni ereditari, totalmente al di fuori del nostro controllo personale. In questo modo, trascuriamo la possibilità che ci offre la malattia di riconoscere gli errori che l’hanno causata e di imparare da essi…

Continua a leggere →

La trappola della prevenzione

Prevenzione Tumore al Seno

di Amos B.
Si parla oggi sempre più di prevenzione. Ma cosa si intende con essa?
Quando parliamo di prevenzione, ci riferiamo alla prassi degli esami preventivi da fare per accorgersi in tempo della presenza di un problema. Ma questa ovviamente non è vera prevenzione, anche se è pensare comune che tutto ciò sia comunque utile per abbassare l’incidenza delle malattie e aumentare il tasso di guarigioni.

La prevenzione è forse la più grande trappola mai innescata… A questo punto facciamoci una domanda: cos’è una industria farmaceutica? L’industria farmaceutica è un’azienda…

Continua a leggere →

Siamo ciò che mangiamo

Siamo ciò che mangiamo

Ippocrate, padre della medicina, affermò nel lontano 430 a.C.: “Lasciate che il Cibo sia la vostra Medicina e la Medicina il vostro Cibo”.
Basterebbe il comune buon senso per capire che il cibo deve nutrire, costruire il corpo e contribuire al benessere fisico e mentale giornaliero. Sia che si necessiti di perdere o mantenere il peso, sia che si voglia tonificare il fisico o raggiungere uno stato di benessere ottimale, abitudini alimentari inadeguate possono pregiudicare qualunque sforzo.

Fin dall’antichità, il cibo ha sempre avuto un valore superiore al semplice gesto del mangiare;…

Continua a leggere →

Meditazione, DNA e invecchiamento

Meditazione, DNA e invecchiamento

“La meditazione influenza il DNA e rallenta l’invecchiamento” questa l’affermazione della biologa Elisabeth Blackburn, premio nobel per la Medicina nel 2009.
I nostri pensieri e la meditazione possono influenzare lo stato di salute del DNA e la velocità con cui invecchiamo. Col passare degli anni ed il susseguirsi delle moltiplicazioni cellulari, infatti, il DNA va incontro a progressivi deterioramenti e questa è una delle cause dell’invecchiamento generale del corpo. Ad affermarlo è il premio Nobel per la medicina, Elisabeth Blackburn, che insieme alla psicologa clinica Elissa…

Continua a leggere →

Il digiuno è la tavola operatoria della natura

Digiuno terapeutico

di Valdo Vaccaro
Il digiuno viene definito spesso la “tavola operatoria della natura”, poiché tramite esso – senza bisturi, senza l’uso di alcun prodotto chimico-farmaceutico, e dunque anche senza controindicazioni di sorta – è possibile far sparire in pochi giorni lipomi, miomi, tumori al seno e altro.
Far sparire in pochi giorni lipomi, miomi e tumori al seno, mediante autolisi o auto-scioglimento, senza orribili mutilazioni e senza l’uso di farmaci, è cosa normalissima per l’igienismo, anche se medici e medicalizzati rimangono spesso perplessi, sbalorditi ed increduli, di fronte a…

Continua a leggere →