Articolo in evidenza
HomeEvoluzione personale e consapevolezzaI genitori… che ti sei trovato nella vita

di Giorgio Del Sole

Non hai avuto modo di scegliere i genitori che ti sei trovato, ma hai modo di scegliere quale genitore potrai eventualmente essere tu. Oggi sei tu il protagonista della tua vita.

Rapporto genitori figliSe oggi sto così, è colpa della mia famiglia”: molti lo pensano, ma in questo modo la propria storia gira a vuoto e si rimane per tutta la vita ‘figli’. “È colpa dei miei genitori”: è una delle frasi che spesso mi sento dire dai miei studenti. Anche quando l’immagine dei genitori è buona, qualche colpa emerge sempre: “Sono stati permissivi con me, troppo presenti”, “mi hanno sempre dato tutto senza farmelo conquistare”. Oppure al contrario: “hanno sempre preteso troppo da me”. Insomma, molti quando qualcosa nella vita non va come vorrebbero, tendono a individuarne la causa nel loro vissuto con i genitori…

Diventare adulti, una scelta necessaria

Ma se da un lato è indiscusso, quanto possa essere deleterio per la personalità di chiunque una relazione negativa con i genitori, dall’altro va anche detto che, se veramente tutti i nostri guai dipendessero da loro, automaticamente vorrebbe dire che noi, sopra quelle prime fondamenta, abbiamo costruito poco e male.

È evidente che ognuno, ha il compito di andare oltre le influenze negative ricevute nell’infanzia e nell’adolescenza, a un certo punto della vita è necessario prendersi la responsabilità unica del proprio destino e quindi, anche quella di affrontare e risolvere i cosiddetti “danni” che inevitabilmente una mamma e un papà, tra le varie cose buone, possono aver provocato. Se questo non avviene, lo sviluppo della nostra coscienza interiore rimane bloccata alla visione di noi stessi all’epoca infantile, creando problemi oggi nell’affrontare la realtà adulta in modo adeguato.

Uscire dal nido una volta per tutte

Diventare adultiMetti un argine: tu non sei solo quello di un tempo, sei anche ciò che hai costruito da allora. Se il passato continua a influenzare e a “demolire” il tuo presente, è perché tu gli dai questo potere che altrimenti non avrebbe.

Deponi le armi: non perseguire battaglie finite da tempo, pronuncia un “così sia” a tutto ciò che, nel bene e nel male, ti ha portato sin qui.

Apriti al “qui e ora”: è l’unica realtà che esiste quella che stai vivendo in questo momento, e questo è l’unico tempo nel quale devi agire. E qui, tu hai tutto ciò che ti serve per essere felice: hai te stesso e ciò che ami, tu sei come pensi di essere. Non si può vivere dentro un “fermo immagine”!

La nostra mente funziona per proiezioni ed appena può, tende a vedere le cause del proprio malessere all’esterno, a dare la colpa agli altri. Sfido chiunque, rileggendo la vita con i propri genitori, a non trovare almeno 10 aspetti criticabili in loro. Tuttavia, il passato non era solo negativo: è importante allora ricordare anche le cose buone.

Tre passi necessari

Sono proprio i momenti bui della nostra vita, a offrirci la possibilità di uscire dagli alibi che da troppo tempo ci portiamo sulle spalle, perché ci spingono a farci smettere di essere mentalmente “figli” e a diventare adulti completi. Questo fondamentale passaggio di crescita si svolge in tre fasi.

Il Primo passo è quello in cui si fermano in molti: guardare al passato come spettatori di un film. Così si può evitare di colpevolizzare eccessivamente i genitori. Il Secondo passo è quello dell’accettazione. Non si tratta di cancellare il passato, ma piuttosto di comprendere che ognuno di noi sperimenta nel suo percorso di crescita nella vita, degli ostacoli e dei vantaggi che vanno affrontati, e anche l’influenza dei genitori, fa parte di questo dono o del furto che la vita ci fa. Il Terzo passo è la responsabilità personale, in cui diventa chiaro che gli unici che possono fare qualcosa per uscire dalla situazione in cui si trovano, siamo noi stessi, e che quindi non ha più alcun senso dare colpe agli altri e al passato.

Oggi sei tu il protagonista della tua vita

Essere protagonisti della propria vitaÈ il momento di divenire finalmente il regista del tuo destino: non conta più quale trauma del passato crea l’impasse attuale, ma solo l’atteggiamento che hai oggi nell’affrontarlo. In questo modo, tutto quello che ti accade, ogni dono o furto della vita, sarà completamente tuo, non più di altri, e potrai viverlo con tutto te stesso, senza le ancore che ti tenevano bloccato nel passato. Avrai anche un grande regalo da questo nuovo atteggiamento: acquisendo padronanza della tua vita, perdonerai i genitori per gli errori, veri o presunti, che da sempre gli hai attribuito.

Gli errori da non fare mai

“Di chi è la colpa?”
Cercare le cause, le colpe, le responsabilità, recriminare, è spesso una soluzione illusoria e ottiene solo il risultato di farci permanere in un’atmosfera mentale nebulosa e confusa. Non è da quella parte che si trova la via d’uscita.

“Devo reagire”
Quando arrivano le nubi nella tua vita e la tristezza, non è per caso o per sfortuna. Sono segnali importanti che giungono dalla tua anima e vanno ascoltati. Ascoltarli senza cercare le cause, accettare il momento che si sta vivendo senza opporsi, è un atteggiamento liberatorio. 

Riconoscere i danni
E’ importante uscire dall’alibi mentale in cui si vedono i genitori come “colpevoli di tutto”, perché in questo modo il tuo passato diventa “un macigno enorme” da trascinare. Superare questa visione, ti permetterà di agire concretamente ed al meglio nel presente, permettendoti un lavoro cosciente sulle “reali” conseguenze dei loro errori.

Accettarsi per davvero
È impossibile vivere senza dover affrontare ostacoli: fanno parte della vita, fin da quando nasciamo. Prendi atto che tutto quanto è accaduto in passato, fa parte della tua storia e che è proprio questa a renderti unico. È stata la tua vita e sono certo che hai fatto il meglio che potevi: accettala e accettati.

Riprendersi il presente
Fatti questi passi, è il momento di riprendere il pieno controllo della tua vita. Ormai non è più il momento delle colpe altrui, dei traumi subiti, delle ferite aperte. Non ci sono risarcimenti da cercare, giustificazioni da opporre. C’è solo da vivere, affrontando i problemi ancora aperti come questioni personali, che solo tu puoi decidere di affrontare e risolvere.

Articolo di Giorgio Del Sole

Fonte: http://www.giorgiodelsole.it/consapevolezza/i-genitori-che-ti-sei-trovato-nella-vita/

Potrebbero interessarti...



Commenti

I genitori… che ti sei trovato nella vita — Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Altri articoli nella categoria "Evoluzione personale e consapevolezza"

Tutti attori e tutti registi… inconsapevolmente

Tutti attori e tutti registi

Tutti gli altri sono attori del mio film interiore, così come io lo sono del loro film. Siamo tutti “registi” inconsapevoli del film che vediamo, ma anche “attori” inconsapevoli del film che gli altri vedono.
Le nostre “caratteristiche particolari” attirano le persone che ne hanno bisogno per comprendere qualcosa di se stesse, così come facciamo noi con gli altri, andando a cercare certe compagnie che hanno appunto delle caratteristiche particolari che il nostro inconscio ci chiede di comprendere.

Paradossalmente, dovremmo ringraziare chi ci fa soffrire, perché quella sofferenza…

Continua a leggere →

Oltre il pianeta Mente

La consapevolezza è la direttrice naturale della mente

di Davide Fiscaletti
La nostra esperienza mentale del mondo è incompleta, e necessita di essere integrata da un’esperienza consapevole. La mente senza la consapevolezza è come una lanterna senza l’olio. La convinzione che la mente sia di per sé intelligente è quindi erronea.
La consapevolezza è la “direttrice naturale della mente”: essa la guida verso invenzioni che sono favorevoli alla natura e all’uomo. Abbiamo detto che la mente senza la consapevolezza è come una lanterna senza olio. Se l’uomo non è in contatto con la consapevolezza, può infatti arrivare a creare armi…

Continua a leggere →

Cambia l’abitudine di essere te stesso

La Fisica Quantistica nella vita quotidiana
di Joe Dispenza

Ogni azione che fai, come pensare, provare emozioni, agire e interagire con gli altri, coinvolge il tuo cervello.
Esso è, infatti, l’organo in cui risiedono la personalità, il carattere, l’intelligenza ed è da lì che parte ogni tipo di decisione. Negli ultimi vent’anni si è scoperto, grazie a risonanze magnetiche effettuate su decine di migliaia di pazienti in tutto il mondo, che quando il cervello lavora nel modo giusto tu stai bene, ma quando il cervello è turbato, risulta molto più probabile che tu possa…

Continua a leggere →

Aprire la mente

Aprire la mente

Sebbene il nostro cervello sia stato progettato per ricevere ogni tipo di frequenza di pensiero dalla Mente di Dio (la totalità della Conoscenza), esso si attiva solo per captare quelle frequenze, quei pensieri che noi ci permettiamo di ricevere.
E questo perché la parte elettromagnetica della nostra aura, attira verso di noi solo i pensieri che corrispondono al nostro modo di pensare. Se l’uomo possiede una mente chiusa, ottusa, allora attirerà solamente pensieri bassi (a bassa frequenza), quelli che costituiscono la cosiddetta “consapevolezza sociale”, i pensieri limitanti. Se…

Continua a leggere →

Lasciare andare… chi non c’è mai stato!

Lasciate andare... chi non c’è mai stato!

Non serve andarsene per non esserci. Ci sono molti modi per non essere presenti nella vita di qualcuno.
Decidere quindi di non fare più parte della vita di chi magari, a parole, sostiene di amarci (ma poi ci ferisce) è una scelta forte, benché spesso necessaria.

Dovremmo smettere di trovare scuse per rimanere, e imparare invece a dire addio, ma un Addio con la “A” maiuscola, di quelli veri, che chiudono tutte le porte, da cui altrimenti si potrebbe rischiare di rientrare. In altre parole, lasciare andare qualcuno può essere una cosa saggia, ma ancora meglio sarebbe imparare ad…

Continua a leggere →

La forza guaritrice del Cuore

La forza dell'Amore

tratto dal libro “AGISCI ORA” di Zewale Rovesta
Secondo molte tradizioni, l’Amore è la forza mediante la quale ogni elemento della Realtà si connette a qualunque altro elemento del nostro immenso Universo.
I più importanti personaggi della storia (filosofi, scrittori, artisti, scienziati, ecc.) hanno sempre condiviso l’idea che: «l’Amore è la forza più potente dell’Universo; è un impulso cosmico che crea, mantiene, dirige e informa ogni essere vivente». Il fondatore del Centro Studi Sciamanici, Nello Ceccon, nel suo libro La creazione sciamanica, scrive: «Metti l’Amore

Continua a leggere →

La ruota delle reincarnazioni

La ruota delle reincarnazioni

di Camilla Ripani
Il concetto di reincarnazione mi ha sempre affascinato, inoltre esso può spiegare moltissime questioni, per esempio i talenti manifesti fin dalla tenera età, o quella sensazione – a volte fortissima – di conoscere già luoghi mai visti e persone mai incontrate prima.
In ogni caso, per me è sempre stato facile intuire come questa non fosse l’unica vita, l’unico piano di esistenza; per non parlare di tutte quelle volte (numerosissime) in cui ho avuto la sensazione di vivere più vite nel corso di una stessa…

In genere, si pensa alla reincarnazione come a una serie di…

Continua a leggere →

Come comunicare i propri diritti: l’assertività

Assertività

“L’assertività è la capacità del soggetto di utilizzare in ogni contesto relazionale, modalità di comunicazione che rendano altamente probabili reazioni positive dell’ambiente e annullino o riducano la possibilità di reazioni negative”. (Libet e Lewinsohn)
Viviamo in una società di stampo competitivo ed individualistico, dove ognuno viene incoraggiato a inseguire un obiettivo personale nella vita. Questo atteggiamento propositivo di per sé non è malevolo, ma la realizzazione dei propri obiettivi spesso avviene calpestando gli “spazi” e nei casi più gravi la…

Continua a leggere →

Accelerazione del Processo Evolutivo: “punto di rottura”, sofferenza ed “effetto specchio”

Accelerazione del processo evolutivo

di Claudio Guarini
Stiamo vivendo un’accelerazione del processo evolutivo che inevitabilmente porta ognuno di noi, molto più rapidamente che in passato, a confrontarsi con gli effetti manifesti di tutte le proprie credenze, paure, immaginazioni, dei propri entusiasmi, delle disponibilità o resistenze alla propria Evoluzione.
L’essere umano, proprio nei settori in cui ha più paure, timori e credenze limitanti, sta vivendo oggi le crisi peggiori! Egli attrae nella propria vita proprio ciò che più teme. Posso solo dirti che la via obbligata per questo periodo, è quasi sempre quella che…

Continua a leggere →

L’angusta gabbia dell’ipocrisia

Ipocrisia

“Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti”. Luigi Pirandello
E’ sempre stato difficile in un mondo dominato dall’ipocrisia, in cui la stessa storia è sempre scaduta nella cronaca asettica di una quotidianità avvilente, parlare di un problema che ha sempre afflitto l’uomo, o meglio, quei pochi esseri umani che si sentono soffocare da un vizio appartenente alla sola specie umana e al quale spesso ci si rassegna, oppure si sfugge, cercando la solitudine o la compagnia di quella sparuta minoranza di persone che ne è…

Continua a leggere →