Prove di guerra civile

Pericolo di scontri

di Francesco Lamendola
Stanno scherzando col fuoco, e c’è il serio pericolo che, un giorno o l’altro, scoppi davvero un incendio incontrollabile. È questo che vogliono? E perché?
Dei nostri uomini politici sapevamo che sono, mediamente parlando, sia incompetenti che corrotti: una miscela esplosiva. Da alcuni anni a questa parte appare sempre più evidente che sono anche al servizio di un disegno che non conosciamo, che possiamo solo intuire – e quel che se ne capisce è tutt’altro che bello. Un disegno che passa sopra le nostre teste e che non tiene minimamente conto di quel che pensiamo e desideriamo noi. Non solo: un disegno che va decisamente contro l’interesse della nostra nazione, contro l’interesse del popolo italiano…

Continua a leggere →

Tu Non Sei Dio - Libro
Fenomenologia della Spiritualità Contemporanea
Andrea Colamedici, Maura Gancitano

La Grande Menzogna in cui viviamo

La menzogna in cui viviamo

Viviamo nell’ignavia e apatia quotidiana, plagiati e bombardati dai media di regime. E non ci spingiamo mai oltre per cercare di comprendere la china discendente e inesorabile che sta colpendo tutti noi indistintamente.
Ogni giorno ci svegliamo nella stessa stanza e ci predisponiamo a vivere esattamente come il giorno prima. Eppure, un tempo, ogni giorno era una nuova avventura. Lungo il percorso è cambiato qualcosa… e adesso i nostri giorni sono scanditi e programmati.
È questo ciò che significa essere cresciuti? Essere liberi? Ma siamo davvero liberi? Gli elementi stessi di cui abbiamo bisogno per sopravvivere sono di proprietà di multinazionali. Non c’è cibo per noi sugli alberi, l’acqua del rubinetto è inquinata e dobbiamo comprarla imbottigliata…

Continua a leggere →


Stanislav Petrov: l’uomo che salvò il mondo!

Stanislav Petrov premiato

di Alesia Miguens
A volte, nella storia, è più importante quello che è quasi successo che non ciò che è realmente accaduto. E forse, ciò che più colpisce di queste incredibili storie di eroi così lontani dallo scintillio, sono le sincronicità che li circondano.
Voglio raccontarvi di come trentaquattro anni fa un uomo, del quale la maggior parte del mondo non ha mai sentito parlare, sarebbe diventato il più grande eroe di tutti i tempi, avendo “letteralmente” salvato il mondo da un’apocalisse atomica.
Correva l’anno 1983, in piena guerra fredda, tempi “bollenti” come mai era accaduto dalla crisi dei missili di Cuba. Il 23 marzo, il Presidente Reagan lanciò la sua…

Continua a leggere →

Graham Hancock: la civiltà perduta non era materialistica, conosceva l’essenza immortale

Civiltà perdute

“Credo che la civiltà perduta, nell’antichità preistorica, fosse una civiltà molto diversa dalla nostra, che non si occupava primariamente di cose materiali”.
Graham Hancock, qui intervistato da Nick Polizzi, è stato in passato un giornalista per gli affari esteri del ‘The Economist’, ma da ormai 25 anni si dedica totalmente all’indagine dei misteri del nostro passato umano.
D: Pensi che civiltà del passato fossero tecnicamente avanzate come noi o più di noi? E nel caso, dove sono sepolti i loro computer? Dove è il computer di 18.000 anni fa?…

Continua a leggere →

Come smantellare, punto per punto, la retorica immigrazionista

Immigrazione

di Lorenzo Fernetti
E’ in atto una trasformazione epocale, in cui la nostra società così come l’abbiamo conosciuta finora, potrebbe presto scomparire grazie ad una globalizzazione che sta proseguendo spedita, assieme all’attacco finale contro gli stati nazionali.
Essi sono per definizione costituiti da popolo, territorio e sovranità, tre elementi ormai in via di profonda modificazione, se non di estinzione. Una sovranità ormai completamente sostituita da un virulento potere finanziario, da interessi stranieri e da istituzioni sovranazionali spesso non elette da nessuno. Un…

Continua a leggere →

Piacere o Felicità… una grande differenza!

Essere felici

di Marco Cammilli
Differenza tra Piacere e Felicità? Spesso facciamo l’errore di confonderli. E troppe volte rincorriamo il piacere pensando che possa offrirci un’autentica felicità. Chiediti se questa inesorabile corsa abbia mai funzionato fino ad ora? La risposta la conosciamo entrambi: no.
Ho trascorso le ferie d’Agosto in campeggio con la mia famiglia, esattamente in un bungalow. Quella sera i miei figli erano già a letto, mentre io e mia moglie eravamo seduti in veranda. Lei intenta a leggere un libro mentre io osservavo il cielo stellato che si stagliava oltre il profilo degli alberi.
Un silenzio, a cui non sono abituato, sembrava aver sfiorato ogni persona e ogni oggetto all’interno del campeggio. Le stelle brillavano con vigore nonostante la luna piena ostentasse tutto il suo chiarore. Un uccello notturno riempiva ritmicamente e con delicatezza quel silenzio. Alcune immagini si rincorrevano nella mia testa…

Continua a leggere →

CICAP… se li conosci li eviti!

Membri del CICAP

di Niccolò Talenti
È ormai da qualche anno (diciamo da quando mi occupo di controinformazione, che poi in tanti casi è l’unica informazione possibile), che non appena tocco un qualsiasi argomento “interessante” perché ancora da esplorare e da interpretare, mi imbatto in qualche “esperto” del CICAP.
Sto parlando di tematiche comunemente (e spesso erroneamente) chiamate come “teorie del complotto”. Comincio dicendo che secondo me, l’utilizzo stesso dell’espressione “teorie del complotto” è fuorviante. Non ho mai avuto una chiara idea di come mai teorie e tesi alternative a quelle “ufficiali” vengano messe tutte insieme nello stesso calderone: insomma, uno che crede che la versione ufficiale degli attentati delle Torri Gemelle presenti molte incongruenze, per quale motivo deve essere messo dentro lo stesso gruppo di un “ufologo”? Che nesso hanno le due cose? Ecco per quale motivo mi fa storcere il naso l’espressione vaga “teorie del complotto”: ci sono le teorie valide e poi ci sono le panzane. Non bisogna buttare entrambe le categorie in un solo pentolone, il rischio è quello di non ragionare più con la propria testa, ma con quella degli altri.
Cos’è il CICAP?…

Continua a leggere →

L’eterna “adultescenza” della nostra società

Adultescenza della società

di Gabriele Sannino
Viviamo tempi strani e bui, tempi in cui le persone vivono come adolescenti ma non lo sanno, dato che la qualità dei loro pensieri, dei ragionamenti e perfino delle loro vite, è imposta da mass media che rispondono a poteri occulti, calibrati decisamente su un livello anti-evoluzione.
L’ingrediente principale di questo cocktail è sempre uno: la paura. Del resto, cosa c’è di meglio per dominare le persone? Regressione e paura, oggi, sono gli elementi essenziali per un’eterna adolescenza – un’adultescenza – nella quale buona parte dell’umanità è sprofondata e non riesce più ad uscire, dato che non riesce a liberarsi di schemi mentali e automatismi comportamentali da tempo acquisiti…

Continua a leggere →

Falsi e Bugiardi

ben kingsley - the love guru

di Parsifal A. Drake
Il fenomeno della manipolazione può avvenire su diversi piani dell’individuo. Anche sul piano della spiritualità e della ricerca interiore, è molto attiva e numerosa la schiera dei manipolatori di professione. Diviene quindi necessario restare in guardia, così da essere in grado di riconoscere tempestivamente i tentativi di manipolazione perpetrati ai nostri danni.
Costoro hanno un modo d’agire spropositato che segue le linee guida delle sette. Tutto ciò, per quanto possa puzzare di vecchio e apparentemente morto, è in realtà più vivo che mai…

Continua a leggere →

Le 7 tipiche Abitudini delle persone infelici

Abitudini persone infelici

“Basta poco per rendere felice una vita: è tutto dentro di te, nel tuo modo di pensare”. (Marco Aurelio)
Le circostanze esterne possono certamente rendere la nostra vita complicata. Ma un ruolo estremamente importante – spesso decisivo – nel costante tentativo di essere felici è svolto dal nostro pensiero, dai nostri comportamenti e dalle nostre abitudini.
Se sulle circostanze esterne spesso non abbiamo il potere di incidere, perché al di fuori della nostra sfera di influenza, il nostro atteggiamento e le nostre abitudini sono, invece, elementi sui quali abbiamo la possibilità di esercitare un controllo totale.
Ecco alcuni esempi delle abitudini quotidiane più distruttive che le persone (infelici) si creano da sole e che contribuiscono a minare in modo decisivo la loro felicità…

Continua a leggere →

Come stanno funzionando i vostri Chakra?

I sette chakra

I 7 Chakra: le chiavi per manifestare ciò che desideri
Fin dalla nascita, possediamo sette preziose chiavi che ci permettono di ritrovare il nostro equilibrio fisico, mentale e spirituale. Sono i centri energetici attraverso cui fluisce tutta l’energia del nostro corpo… i 7 chakra.
Quando uno o più chakra sono deboli o bloccati, accade che alcune aree della nostra vita non siano affatto come le desideriamo e che questa energia stagnante possa addirittura portare a problemi di salute. Ecco perché è importante conoscerli da vicino e permettere alla nostra energia di fluire libera.
Potete scoprire come stanno funzionando i vostri 7 Chakra con questa breve guida…

Continua a leggere →

La pericolosa “Cultura dello Sballo”

Cultura dello sballo

di Luciano Lago
In qualsiasi sistema sociale, senso di vitalità e felicità sono proporzionali alla conservazione della propria coscienza individuale (opposta alla massa) e dipendono dalla capacità di rigettare le “illusioni” che derivano dai tentativi di manipolazione mentale.
Soggetti a queste illusioni sono maggiormente le persone che non hanno ancora raggiunto uno stadio sufficiente di maturità, come gli adolescenti e i giovanissimi. Questo spiega la vulnerabilità delle nuove generazioni ai falsi miti del consumo, del divertimento, del godimento ad ogni costo e della…

Continua a leggere →

La standardizzazione del pensiero umano

Propaganda mediatica

La fusione delle aziende mediatiche, nelle ultime decadi, ha generato una piccola oligarchia di gruppi di controllo. Gli spettacoli televisivi che seguiamo, la musica che ascoltiamo, i film che guardiamo e i giornali che leggiamo, sono tutti prodotti da cinque corporations, che in questo modo riescono a creare una standardizzazione e omologazione del pensiero umano.
I proprietari di questi gruppi di controllo hanno legami stretti con le elites di potere e, in molti casi, fanno parte di quelle stesse elites. Possedendo gran parte dei mercati in grado di raggiungere le masse, hanno il potere…

Continua a leggere →

Barbarie o civiltà?

Francesco Guadagnuolo: Pace in Terra Santa

di Giovanna D’Arbitrio
Un inevitabile, epocale bivio…

Ogni giorno i telegiornali e le altre fonti di informazione ci mostrano orrende immagini di violenza e morte: tra attentati terroristici, decapitazioni, roghi, torture e quant’altro sembra di essere ritornati ai secoli bui del Medio Evo, in un progressivo oscuro sprofondamento nell’abisso dell’inciviltà.

Siamo sgomenti e ci chiediamo attoniti quali siano le cause che producono tali effetti. C’è una spiegazione a tutto ciò? Noi comuni mortali, lontani dai complicati interessi internazionali ci poniamo inquietanti…

Continua a leggere →

Non esiste altro peccato che la stupidità…

Stupidità

«Non esiste altro peccato che la stupidità» è un celebre pensiero di Oscar Wilde, che risulta impossibile non condividere.
Pochi sono stati gli studi condotti su uno dei mali che da sempre affligge l’umanità e ne condiziona il cammino storico. E non è difficile comprenderne il motivo, né esserne stupiti: definire la stupidità o intraprendere uno studio su un argomento così vasto che investe la sfera soggettiva di ognuno di noi è decisamente complicato.

La stupidità è molto potente e si potrebbe associare ad uno stato di apatia letargica, a differenza dell’intelligenza che…

Continua a leggere →

La categorizzazione sociale come strategia di sopravvivenza

di Raffaella Addato
C’era un tempo in cui l’individuo e la sua identità erano privati di ogni forma di autonomia, minacciati dal peso incombente della collettività di cui si era parte.
Un individuo, di cui emergeva esclusivamente la sfera pubblica, a cui non era consentito percepire bisogni esclusivi e differenti rispetto all’aggregato di cui faceva parte. Un soggetto che neppure poteva essere definitivo tale, privo di identità, a cui era richiesto un adattamento ed una assimilazione totali al gruppo sociale di appartenenza.

Con il tempo, con l’affermazione…

Continua a leggere →

Gli aspetti poco conosciuti della vita di Adolf Hitler

Hitler carismatico

Quello di Adolf Hitler ormai non è un nome, è quasi un marchio satanico. Ma quanti sanno chi era veramente Adolf Hitler?
I suoi parenti ancora in vita (non figli, ma aveva delle sorelle, che hanno avuto dei figli) restano il più possibile nell’anonimato, hanno ovviamente un cognome differente ed oggi probabilmente non c’è nessuno in Germania che usi questo nome. Quando si vuole indicare qualcosa di assolutamente negativo si indica lui o il nazismo. Eppure quanti sanno chi era veramente Adolf Hitler?
Hitler era un bambino maltrattato
Il padre Alois tutte le sere, uscito dal lavoro, si…

Continua a leggere →

Io… non voglio vedere!

Scie chimiche nel cielo

di Corrado Penna
Il fisico Corrado Penna analizza le varie reazioni dei cittadini di fronte all’agghiacciante realtà delle scie chimiche, che si rivelano, in questo modo, un formidabile strumento di indagine psicologica e sociologica.
Le disquisizioni sui parametri fisici necessari alla creazione di una scia di condensa, di fronte allo scempio quotidiano dei nostri cieli, ormai non hanno quasi nemmeno più senso. Forse possono essere utili per chi vive in quelle regioni o in quei paesi in cui l’irrorazione è ancora a bassi livelli, ma adesso qui in Italia (almeno al Centro, al Nord e in…

Continua a leggere →

Quando la distrazione diventa un’abitudine

Distrazione e iperconnettività

Quando la distrazione diventa un’abitudine, un modo di essere, ti ruba e ti appiattisce la vita, ti trasporta in quel limbo dove tutto sembra frenetico, pieno di impegni, di cose da fare, ma dove in realtà non succede nulla… è solo del tempo che vola via.
Soprattutto da quando esiste il mondo di internet, degli smartphone, delle notifiche, tutti abbiamo ormai dimenticato cosa significhi essere davvero concentrati, focalizzati completamente in un’attività di valore, riuscire finalmente a realizzare qualcosa di importante nella nostra vita.

Purtroppo concentrazione e distrazione…

Continua a leggere →

Le 7 Regole di Paracelso

Paracelso

Sette semplici regole per vivere in salute, sereni nello spirito e fiduciosi nel futuro.
Philippus Aureolus Teophrastus Bombastus von Hohenheim, nato in Svizzera nel 1493, preferì chiamarsi “Paracelso”, cioè “meglio di Celso”, un famoso medico greco-romano del primo secolo dopo Cristo.

Ecco le sue famose Regole:

1- La prima è quella di migliorare la salute. Questo richiede una respirazione profonda e ritmica, riempiendo bene i polmoni, e fatta all’aperto o davanti a una finestra aperta. Bere ogni giorno a piccoli sorsi, circa due litri di acqua, mangiare tanta frutta,…

Continua a leggere →

Scienza e… spiritualità

Scienza e spiritualità

di Luca Bertolotti e Silvia Salese
E’ sempre più evidente il fatto che le nuove rivelazioni scientifiche presto o tardi si imporranno sulla visione classica e riduzionistica della vita in tutti gli ambiti di studio e di pensiero.
Eppure, non ci si riesce a rallegrare nel vedere che sempre più frequentemente gli argomenti promossi dalla nuova scienza – proprio per la loro portata rivoluzionaria – si prestano ad essere facilmente adottati, in modo semplicistico, da una qualsivoglia improvvisata corrente di pensiero filosofica, psicologica o spirituale. Pensiamo ai vari libri e dvd di…

Continua a leggere →

Essere “Imprenditori” della propria Felicità

Ricercare la felicità

di Roberto Di Molfetta
Nell’epoca attuale, non vi è un preciso comportamento, che – tenendo conto delle variabili socio-demografiche e delle attitudini e preferenze personali – ci permetta di essere felici.
Una miriade di comportamenti simili dà origine a situazioni di benessere diverse: dal disagio alla situazione di apparente felicità. Mentre situazioni diverse, possono convergere verso una similarità di stati di appagamento. Non vi è un comportamento socialmente apprezzato, psicologicamente sostenibile, razionalmente progettabile che permetta di dire a sé stessi: “Se mi comporterò

Continua a leggere →

Little Tyke: la storia vera di una dolce leonessa vegetariana

Little Tike con agnello

di Sharon Callahan, traduzione di Elena Grassi 
Tempo fa, nell’America del 20° secolo, visse una leonessa che si rifiutò di essere violenta. Coloro che si occupavano di lei, cercarono di educarla a comportarsi in un modo che ritenevano fosse dettato dalla natura, ma lei rifiutò sempre quel tentativo di educazione.

Invece, insegnò ai suoi custodi che l’idea che l’uomo ha di cosa sia un comportamento “naturale” in un animale, non corrisponde necessariamente all’idea secondo la quale Dio creò gli animali. A questo proposito, il profeta Isaia scrisse di un mondo futuro in cui: “il

Continua a leggere →

Una società a rischio esaurimento

Sindrome da esaurimento

di Gabriele Sannino
La “sindrome da esaurimento” o “burn out syndrome” è una moderna patologia causata da eccessivo stress psichico.
Questa enorme quantità di stress nasce dalla routine del lavoro, da una vita affettiva non appagante, ma anche e soprattutto dalla mancanza di autenticità nei rapporti con gli altri, cosa che porta ad un isolamento ascrivibile a numerose cause caratteriali e/o sociali.

I sintomi psichici sono sempre gli stessi: insonnia, astenia, difficoltà di concentrazione, visione pessimistica della vita, senso di tristezza e di impotenza generali, fino ad arrivare a…

Continua a leggere →

L’inizio della fine del consumismo

Consumismo al collasso

di Lilia
Molti anni fa si pensava che in futuro avremmo lavorato di meno, che il tempo libero a disposizione sarebbe stato maggiore e ciò avrebbe di conseguenza apportato un miglioramento alla qualità della nostra vita.
Coloro che avevano presagito un futuro così roseo, resterebbero oggi sbalorditi dinnanzi ad una simile involuzione, che tristemente affligge la vita dell’uomo contemporaneo. Oggi lavoriamo molto di più e siamo più stressati dei nostri genitori e dei nostri nonni. Camminiamo velocemente, comunichiamo in modo essenziale e dormiamo meno delle generazioni che ci hanno…

Continua a leggere →

Felicità…

di Antonino Schipilliti

Questo simpatico e delicato scritto ci è stato gentilmente inviato da un lettore. Una persona che sa sicuramente che cosa siano la felicità e la gioia delle cose semplici! Riuscire a trovare nelle piccole cose della propria quotidianità la bellezza, rappresenta sicuramente un grande passo nel cammino della vita. (Beatrice – fisicaquantistica.it)
Felicità…
Felicità è cogliere gli istanti nella quotidianità allorquando si percepiscono speciali sensazioni che arrecano benessere interiore.

Il sonno della nottata è ristoratore. La giornata inizia con…

Continua a leggere →

Quando la Ragione sbaglia

Fallacie argomentative

di Luca Fortunato
Tipiche del Riduzionismo sono le fallacie argomentative, particolari errori del ragionamento. Ce ne sono tante e diverse, note e meno note, e di diversa tipologia.
Lasciando al lettore la briga e il divertimento di approfondire il tema interessantissimo, ne riporto, di seguito 4, di fallacie argomentative. Sono quelle che più spesso, più di altre, ricorrono – esplicite o implicite – nelle cronache. Anche di questi giorni e in vari ambiti (Politica, Economia, Lavoro, Società, Media ecc.). E a cui l’Olismo, anche l’Olismo, può certamente contribuire a porre…

Continua a leggere →

Reincarnazione: i ricordi hollywoodiani di Ryan

Ryan

di Sabrina Pieragostini
Incredibile, ma (forse) vero: Ryan, un bambino americano, afferma di aver vissuto una vita precedente ad Hollywood, tra party esclusivi, ville di lusso e grandi star del cinema.
I ricordi di quell’esistenza passata, riemersi nella memoria di Ryan, sembrano corrispondere alla realtà in modo incredibile. Si tratta allora di un caso di reincarnazione? Non è certo un evento raro che i bimbi, soprattutto in tenera età, parlino ai genitori sbigottiti di esperienze che non possono aver vissuto, o di luoghi che non hanno mai visto. Frutto di una spiccata fantasia o…

Continua a leggere →

La “liquefazione” della sfera intima nell’era informatica

Social Network

di Raffaella Addato
I social network sono lo specchio della realtà, o uno spazio fittizio in cui si insediano relazioni sociali occasionali e altrettanto fittizie? L’istantaneità informatica riduce o aumenta le distanze tra le persone?
C’era un tempo in cui l’individuo e la sua identità erano privati di ogni forma di autonomia, minacciati dal peso incombente della collettività di cui si era parte. Un individuo di cui emergeva esclusivamente la sfera pubblica, e a cui non era consentito percepire bisogni esclusivi e differenti rispetto all’aggregato di cui faceva parte. Un…

Continua a leggere →

PNL, cos’è veramente?

PNL

di Luciano Gianazza
La PNL, al pari di altre “tecniche manipolative”, viola il libero arbitrio dell’individuo. Quando il libero arbitrio è violato, si è schiavi.
Una mattina mentre ero intento a scrivere un articolo, suonò il campanello. Al citofono (allora non avevo ancora le telecamere) si svolse questa sequenza di domande e risposte: “Sì?”  ”Sono Rossi, Signor Gianazza?”

“Si sono io, mi dica…”

“Buongiorno Signor Gianazza, sono Rossi Gilberto! (nome di fantasia) Dovrei parlarle”. Il tutto in modo chiaro con un tono di rispetto su “Signor Gianazza” e di…

Continua a leggere →