Guardare alla morte da un’altra prospettiva

Comprendere il fenomeno morte

di Marco Ferrini (Matsyavatara Dasa)
La vita scorre incessante e se ne comprendiamo il senso evolutivo e infine il suo arcano significato trascendente, possiamo superare anche la paura più grande, quella della morte.
Le grandi innovazioni della tecnologia medica e della scienza, sono in grado oggi di mantenere in vita malati – per i quali in passato non vi era nessuna speranza di prolungare artificialmente l’esistenza – che non ritroveranno mai più una condizione di salute e di vita accettabili. Tale situazione viene comunemente definita “accanimento terapeutico”.
La definizione di ‘morte cerebrale’, risalente alla fine degli anni ’60, ha permesso peraltro lo sviluppo della chirurgia dei trapianti, quando in precedenza il prelievo degli organi da un paziente con cuore ancora battente, era comunque considerato reato. Al centro dell’odierno dibattito scientifico e sociale, ci sono interrogativi sempre più cruciali: fino a che punto è giusto mantenere in vita un corpo ormai logoro e incapace di assicurare la minima dignità all’insieme psico-fisico definito persona? Qual è la linea che segna il confine decisivo tra l’ineludibile assistenza medica e l’accanimento terapeutico?…

Continua a leggere →


Questa vita l’hai scelta tu: spunti di Autorisveglio

Autorisveglio

Moltissime sono le verità in questo mondo, e ancora più numerose e variopinte le vie insegnate per raggiungerle… o almeno per riuscire, in quell’attimo che chiamiamo vita, a carpire un granello di sabbia da quell’enorme spiaggia di conoscenza.
In ogni ciclo temporale, esistono persone che riescono a squarciare il velo e dare uno sguardo dall’altra parte, o meglio, a ricordare da dove si viene, dove si andrà, perché ognuno di noi è qui, perché ci siamo stati e forse ci ritorneremo, e come funziona ciò che chiamiamo realtà.
Sei letteralmente sceso in questa Vita per imparare qualcosa che ancora non sai fare e non importa che tu abbia scelto di scendere o qualcuno ti abbia, per così dire… fatto cadere, il fatto è che ora sei qui e sei costretto ad attraversare una serie di esperienze…

Continua a leggere →


Sei in Alte Frequenze Vibrazionali? Eccoti 12 indizi

Avere alte vibrazioni

di Paolo Babaglioni
Tutti noi siamo fatti di energia e la nostra vibrazione è semplicemente il movimento della nostra energia attraverso lo spazio. Le nostre vibrazioni sono molto importanti, perché sono responsabili di come le nostre vite si svolgono.
Attraverso la “Legge di Attrazione”, creiamo tutta la nostra vita sulla base delle nostre vibrazioni. In termini più semplici, quando siamo in alte frequenze vibrazionali, creiamo ciò che vogliamo nella vita. Quando la nostra energia è bassa, creiamo di più ciò che non vogliamo.
È bene ricordare che le nostre vibrazioni sono in continua evoluzione attraverso il tempo, e non c’è niente di intrinsecamente sbagliato nell’avere una vibrazione bassa, perché le vibrazioni basse svolgono una preziosa funzione

Continua a leggere →

Cosa sono riusciti a farvi credere e… cosa avete accettato di credere!

Umanità inconsapevole

di Daniele Genova
Nei secoli, ogni sorta di pelandroni con delirio di onnipotenza vi hanno fatto credere, in molti modi e con molte tecniche, che voi appartenete alla massa e che le masse hanno bisogno di essere guidate come le pecore.
Costoro vi hanno fatto credere che loro sono lì per governarvi nel vostro interesse e nell’interesse di ciò che loro hanno stabilito debbano essere i vostri precisi interessi; nell’interesse di ciò che hanno stabilito arbitrariamente essere la vostra nazione o la vostra salvezza spirituale, o qualsiasi altra vostra necessità.
E questi soggetti, che in un mondo sano di mente finirebbero in manicomio, alla fine si sono impossessati di voi, sacrificando, lungo i millenni, miliardi e miliardi di vite umane…

Continua a leggere →

Il “Sistema Alieno”

Il Re del Mondo

di Ambra Guerrucci
Non è semplice spiegare in poche parole chi ha creato il sistema in cui viviamo, perché non si tratta di una sola entità, bensì di un’intera “piramide” con molti gradini, di cui si potrebbe parlare per ore, scalfendo appena la superficie della questione…
Chi c’è dietro la regia del grande Film che è la società terrestre? E perché questo sistema non è a misura d’uomo? Come prima cosa è interessante notare l’azione del sistema sull’uomo – e non parlo soltanto di ciò che accade oggi, né di cose a memoria d’uomo, quanto di un risultato che si è progressivamente delineato nel corso dei millenni: sconnettere l’uomo dalla natura e dall’esistenza

Continua a leggere →

Women’s Power: riconsegnare il Potere al mondo femminile

Riconsegnare il potere al mondo femminile

di Caroline Mary Moore
Le ferite inflitte sulle donne da parte del mondo femminile, sono le più profonde, le più dolorose da sopportare, perché sono oscurate dal tradimento della sorellanza femminile, quella forza della natura, tipica delle culture tribali, che protegge, assiste e sostiene una donna quando riceve un’attenzione malsana: un’invasione fisica o emozionale, che offende e danneggia la sua femminilità, trascinandola in una spirale di sofferenza tutta femminile.
La qualità della femminilità è la ricettività, ma di questa ‘forza’ abbiamo perso il significato, confondendo questa naturale caratteristica ‘non attiva’ con la passività, la sottomissione

Continua a leggere →

Il Grande Disegno

Evoluzione coscienza umana

di Nicola Zegrini
Il modo di vita attuale, per quasi chiunque si parli è inaccettabile. Viviamo in un mondo freddo, arido, che non si cura dei suoi abitanti, non esistono più valori e il vivere alle spalle degli altri è la regola piuttosto che l’eccezione.
Come il nostro mondo non si cura di noi, noi trattiamo lui in maniera anche peggiore e, se si dovesse continuare in questo modo, potrebbe divenire presto un luogo inabitabile. C’è bisogno di un cambiamento drastico, tutti o quasi ne sentiamo il bisogno. C’è la necessità di porre fine a queste sofferenze che ci vengono sbattute in faccia ad ogni minuto della giornata, c’è bisogno di trovare uno scopo nell’esistenza e di tornare alle nostre vere radici. Ma come si fa a fare ciò?…

Continua a leggere →

Posseduti dai Pensieri

Essere posseduti dai pensieri

di Vincenzo Bilotta
Che la nostra mente sia stata concepita per pensare è scontato, evidente. Quello che non è stato insegnato all’essere umano, è il non credere ad ogni pensiero, così si verifica quella che io chiamo possessione. Non possessione diabolica… o forse sì, dopotutto hanno molti punti in comune.
Ciò che li accomuna è, soprattutto, il fatto che si appropriano della volontà del soggetto che occupano e non gli danno più modo di agire in maniera autonoma e cosciente. Ogni pensiero possiede un’energia tutta sua. Partendo da questa premessa occorre differenziare i pensieri, tanto per usare un linguaggio duale, in positivi e negativi. I primi aumentano i nostri livelli energetici e ci aiutano ad evolvere, facendoci godere delle cose belle della Vita. I secondi, invece, sono proprio come dei buchi neri ed hanno la caratteristica di nutrirsi della nostra energia fino, in alcuni casi, a farci ammalare o morire…

Continua a leggere →

Il Cambiamento che terrorizza la Mente

Il Cambiamento che terrorizza la mente

di Claudio Guarini
Il Cambiamento è una scelta che spaventa la mente, ma nel contempo è qualcosa di reale che si può attuare, a costo però di lasciare andare tutti i suoi attaccamenti.
Ciò che sto per dirti – ovvero che tu non sei la tua mente – potrebbe non piacerti affatto. Inoltre, saperlo a livello intellettuale non ha molta utilità; solo il diventarne realmente consapevoli, permette di uscire dal disco incantato del dolore, in cui la mente si identifica.
Perché non vuoi accorgerti che cerchi ancora la via breve, facile, indolore ma, soprattutto, che accontenti la tua idea di felicità? Non hai ancora capito che è proprio quell’idea che devi smantellare?…

Continua a leggere →

Perché vanno eliminati criticismo, insinuazioni e maldicenza

di Conny Mendez – a cura del Dr. Mario Rizzi 
Dobbiamo avere ben chiaro nella Mente e nel Cuore quale potenza possano avere le forze che possiamo scatenare con criticismo, diffidenza, dubbio, maldicenza, gelosia, sarcasmo o insinuazioni.
Gli effetti principali di questo operare sono due:
1. Quando critichiamo e sparliamo di altre persone, ci leghiamo alla natura inferiore di queste persone con un filo a doppio senso e assorbiamo tutti i loro difetti e le loro debolezze nonché il loro magnetismo del più basso livello. È propio come se aprissimo una porta! Quando si hanno in mente solo i vizi e le colpe di qualcuno, si attirano tutte le entità più basse che si trovano nell’accusato e si fanno proprie. Come è vero anche il contrario…

Continua a leggere →

Le caratteristiche peculiari di un fenomeno vasto e complesso: il Vampirismo energetico

Vampirismo energetico

Il Vampiro della letteratura è la metafora di un tipo umano estremamente diffuso nel nostro mondo, e l’infezione vampirica è da tempo un’epidemia di vaste proporzioni.
Significato del termine energia
Il termine “energia” può apparire ambiguo ed evocare significati riferibili a qualche particolare forma di spiritualità o persino alla dottrina di qualche nuova setta religiosa. E’ qualcosa per cui non vale la pena di scomodare concetti come lo spirito e l’anima, è qualcosa di molto semplice e accessibile a tutti, tanto semplice che qui non si pretenderà neanche di spiegarne la sostanza, esattamente come ogni giorno si parla di sentimenti, stati d’animo, inclinazioni, avversioni, antipatie e simpatie, senza per questo doversi arrovellare per enunciarne definizioni religiose o scientifiche…

Continua a leggere →

I genitori… che ti sei trovato nella vita

Rapporto genitori figli

di Giorgio Del Sole
Non hai avuto modo di scegliere i genitori che ti sei trovato, ma hai modo di scegliere quale genitore potrai eventualmente essere tu. Oggi sei tu il protagonista della tua vita.
“Se oggi sto così, è colpa della mia famiglia”: molti lo pensano, ma in questo modo la propria storia gira a vuoto e si rimane per tutta la vita ‘figli’. “È colpa dei miei genitori”: è una delle frasi che spesso mi sento dire dai miei studenti. Anche quando l’immagine dei genitori è buona, qualche colpa emerge sempre: “Sono stati permissivi con me, troppo presenti”, “mi hanno sempre dato tutto senza farmelo conquistare”. Oppure al contrario: “hanno sempre preteso troppo da me”. Insomma, molti quando qualcosa nella vita non va come vorrebbero, tendono a individuarne la causa nel loro vissuto con i genitori…

Continua a leggere →

Le “ricompense” dell’infelicità

L’infelicità ha molte cose da darti, cose che la felicità non può darti. Di fatto, la felicità ti sottrae molte cose, ti porta via tutto ciò che hai sempre avuto e tutto ciò che sei sempre stato… la felicità ti distrugge.
Questo perché la felicità è fondamentalmente uno stato di assenza dell’ego, mentre l’infelicità nutre il tuo ego. Questo è il problema, il punto cruciale del problema. Ecco perché le persone trovano tanto difficile essere felici. Ecco perché nel mondo milioni di persone devono vivere nell’infelicità… hanno deciso di vivere nell’infelicità, perché questa ti dà un ego estremamente cristallizzato. Se sei infelice, esisti. Se sei felice, non esisti. Nell’infelicità, sei cristallizzato, nella felicità ti espandi…

Continua a leggere →

Il tuo corpo e la tua mente cambiano ogni 7 anni

Cicli settenalidella vita

La vita umana è composta da ritmi e da cicli. La biologia ci insegna che il nostro organismo rinnova completamente le sue cellule, ad eccezione di quelle del sistema nervoso, ogni sette anni e quindi allo scadere di ogni settimo anno il nostro corpo non è più lo stesso. La psicologia, a sua volta, individua dei cicli settennali di trasformazione individuale, cosicché ogni sette anni sperimentiamo una rigenerazione psicofisica dell’intero organismo.
La biologia ci insegna che il nostro organismo rinnova completamente le sue cellule, ad eccezione di quelle del sistema nervoso, ogni sette anni, e quindi allo scadere di ogni settimo anno il nostro corpo non è più lo stesso. La psicologia, a sua volta, individua dei cicli settennali di trasformazione individuale, cosicché ogni sette anni sperimentiamo una rigenerazione psicofisica dell’intero organismo.
Nell’antichità era diffusa la conoscenza del ciclo dei sette anni. Nella Medicina Cinese si afferma che l’energia vitale, Ying, si sviluppa nella donna con cicli di sette anni. Il Sufismo, corrente mistica islamica, suddivide la vita in cicli di 7 anni che identificano i 4 Tempi della vita…

Continua a leggere →

Storie di ordinaria follia

Mancanza di rispetto e menefreghismo

di SamBellamy
Sfido Giobbe o qualsiasi profeta del “porgi l’altra guancia” a rimanere impassibile di fronte alla maleducazione, alla tracotanza, alla strafottenza, all’egocentrismo che contraddistinguono l’uomo-tipo del terzo millennio.
Mi sono serviti giorni di meditazione e di silenzio per resettare e ricaricare le mie energie, e farmi capire ancora una volta che, se si vuole veramente evolvere, se davvero si vuole andare alla ricerca di se stessi, è necessario abbandonare i dettami di questo modo di vivere artificiale e preconfezionato, ma anche staccarsi dai propri simili, da alcuni di essi per lo meno, ovvero da quell’orda di zombies che fanno di tutto per mettere a dura prova tutte le nostre certezze e farci precipitare al loro livello…

Continua a leggere →

Presente, passato e futuro: tensione evolutiva

Vivere il Qui e Ora

di Carmen Di Muro
È nell’attimo presente che noi diventiamo padroni del nostro destino, divenendo costruttori attivi attraverso il potere della scelta da compiere.
Nel presente io compio. Nel presente io sono radicato. Eppure il nodo di aggancio ci sfugge, la gemma preziosa capace di colorare di nuove sfumature il domani, è come se risultasse invisibile ai nostri occhi e al nostro cuore. Presi come siamo dall’accadere degli eventi, dalla frenetica quotidianità, rimaniamo totalmente immersi nell’inconsapevolezza di ciò che siamo.
Ci muoviamo come macchine impazzite, nell’attesa del domani…

Continua a leggere →

New Age… formula vincente per la catastrofe!

Simulare la felicità

Tra le mie amicizie cosiddette New Age, mi è capitato più volte di osservare un modus operandi allarmante: la simulazione estenuante dello stare bene a tutti i costi e di essere felici.
Nel mondo New Age, molte organizzazioni o gruppi cosiddetti spirituali, i vari guru e operatori di luce “rivelano” ai loro seguaci la necessità di pensare sempre positivo e di concentrarsi solo sulla luce. Ma chi s’imbarca in questa visione parziale del mondo, non otterrà mai l’aiuto vero e necessario per essere sereno, completo ed integro, rischiando così di perdere la propria autenticità e sanità mentale, per la continua negazione e repressione della propria parte denominata “negativa”…

Continua a leggere →

Rimpianti… in punto di morte

Rimpianti in punto di morte

di Marco Cammilli
Nonostante l’argomento tratti i “rimpianti in punto di morte”, questo scritto vuole essere un inno alla vita e cercherò di trattarlo con le dovute cautele.
Sono certo che il contenuto saprà farti riflettere su ciò che è davvero importante per te, perché se non hai la piena consapevolezza di cosa è capace di renderti davvero felice, allora non lo sarai mai.
Bronnie Ware si ritrovò a lavorare come infermiera nell’ambito delle cure palliative per anziani e malati terminali. Ogni giorno, cercava di aiutarli accompagnandoli al capolinea della loro vita terrena. Si accorse così che…

Continua a leggere →

La creazione della realtà è una trappola planetaria!

Realtà illusoria

di Salvatore Brizzi
La Terra è allo stesso tempo un pianeta-scuola e una trappola per le anime.
È un pianeta-scuola in quanto tutte le anime non sono altro che frammenti di Dio che si incarnano qui per sperimentare l’autocoscienza – la sensazione di esserci – e sviluppare qualità sempre nuove. Detto in altre parole, l’anima usa il corpo materiale – una macchina biologica – per attirare intorno a sé persone e circostanze che le permettano di sviluppare sempre più amore, fino a quando un giorno non si sentirà “Uno con tutte le cose”.
Ma questo pianeta è anche una trappola, in quanto ognuno di noi, una volta incarnato sul piano materiale…

Continua a leggere →

Vediamo solo ciò che… vogliamo vedere!

Illusione

di Rachele Eterea
Prendiamo continuamente decisioni che hanno a che vedere con il nostro lavoro, le nostre relazioni. Tuttavia, credete che siano tutte razionali e logiche? A volte non siamo consapevoli del fatto che il nostro pensiero è “desiderativo”, ovvero influenzato enormemente dai nostri desideri.
“Puoi ignorare la realtà, ma non puoi ignorare le conseguenze della realtà“. (Ayn Rand)
Quando desideriamo un oggetto o che si verifichi una certa situazione – ad esempio, raggiungere una determinata meta o poter avere quella casa che abbiamo visto e che non possiamo toglierci dalla mente…

Continua a leggere →

La percezione visiva ci fa credere alla dualità

L'illusione della separazione

di Moksha
La percezione sensoriale visiva è senz’altro quella che, più di ogni altra, crea per ognuno di noi la convinzione di essere “separato” dagli oggetti del mondo e dalle altre persone, facendoci quindi credere, senza ombra di dubbio, all’esistenza della “dualità”.
E’ relativamente semplice chiudere gli occhi, ed accorgersi che i pensieri, le emozioni, le sensazioni fisiche e ogni altra percezione diversa dalla vista – suono, odore, sensazioni tattili, sapore – appaiono “in noi” in uno “spazio di consapevolezza”, che prima osserva e conosce, e poi mantiene l’informazione ricevuta, anche dopo che siano cessati gli stimoli esterni…

Continua a leggere →

Schiavi dei simboli. Siamo veramente liberi?

Schiavi dei simboli

di Sebastiano B. Brocchi
I simboli (religiosi, politici, etnici, economici, sportivi, sociali… ) sono degli strumenti o al contrario qualcosa che ci governa senza che ce ne rendiamo nemmeno conto? Insomma, siamo padroni o schiavi dei simboli?
Immaginate un Rabbino che, passeggiando in un mercatino nel periodo natalizio, decidesse di acquistare un presepe e di portarselo a casa. Immaginate un tifoso del Milan, che decidesse di andare allo stadio vestito con i colori dell’Inter. Immaginate un uomo…

Continua a leggere →

La Sinfonia del genere umano

Sinfonia cosmica

di Daria Pambianchi
Oggi voglio offrirvi un articolo indubbiamente più corto, più leggero di quelli che vi ho proposto in passato ma, spero, non meno sostanzioso!
Un articolo commissionato nel solito modo, semplicemente attraverso un titolo che improvvisamente buca l’etere, una sorta di contenitore apparentemente vuoto, che mi svolazza sopra la testa per alcuni giorni, in attesa di una mia decisione, che gli permetterà di entrare in circolo o lo costringerà a smaterializzarsi! L’argomento è sempre lo stesso: lo scopo e la ineluttabilità evolutivi del nostro essere qui, del nostro essere nell’universo, trattato questa volta attraverso poche righe, dalla parte dell’emisfero destro, quello intuitivo, quello che capta…

Continua a leggere →

Non hai fallito… era tutto previsto!

Senso di fallimento

Per tutta la vita hai lottato per risolvere sempre gli stessi schemi dolorosi. Ogni volta hai creduto di poterti togliere un peso, di aver pagato abbastanza. Ed ogni volta tutto è tornato. E ti sei sentito sempre più incapace, sempre più un fallito.
“Non ci sono riuscito nemmeno questa volta”. “Non ho capito nulla”. “È tutto un inganno, non c’è speranza per me”. Questo hai pensato tante volte… operatore di luce. Ma questo pensiero, è un pensiero tridimensionale. Non è la verità. È solo l’illusione che il velo ha alimentato, ma non è reale.
Adesso che il velo è sollevato, adesso che la piramide è capovolta. Puoi vedere la verità. Non potevi sciogliere quel nodo! Mai avresti potuto, non era previsto. Perché? Perché era la tua forza di gravità!…

Continua a leggere →

La Luce della Consapevolezza

Consapevolezza di sé

di Marco De Biagi
Un prezioso punto di energia cosciente, luminosa… ecco chi sei. Immagina un piccolo punto localizzato là dove sgorgano i pensieri. Quel punto pensa, ricorda, decide e prova emozioni. Quel punto sei tu.
Un essere spirituale che interagisce con il corpo… la sorgente eterna della vita e delle esperienze, la sede dell’autostima e dell’auto-rispetto. Ecco chi sei.
Consapevolezza di Sé: come ci vediamo?
Siamo soliti vedere noi stessi come un essere fisico con caratteristiche proprie peculiari (sono un uomo, sono una donna, sono alto, basso, ho i capelli biondi…

Continua a leggere →

Vincere le tre paure dell’uomo moderno: morte, povertà, solitudine

Paura

di Francesco Lamendola
L’uomo moderno è attanagliato da tre grandi paure: la paura della morte, la paura della povertà, la paura della solitudine. Quasi tutte le sue angosce, quasi tutte le sue nevrosi, quasi tutti i suoi comportamenti irrazionali e distruttivi sono riconducibili ad esse.
Si dirà: ma l’uomo ha sempre avuto paura di queste tre cose, sempre, in tutte le epoche e sotto ogni cielo. In realtà, non è vero, o meglio… ne ha avuto timore, ma non fino al punto da perderci la testa; non fino al punto da permettere loro di condizionare tutta la sua vita, i suoi pensieri, i suoi atti.
Solamente l’uomo moderno ha concesso loro un potere così grande; solamente l’uomo moderno ne è divenuto totalmente schiavo. Gli uomini pre-moderni – ce lo attestano l’antropologia e l’etnologia comparate, la letteratura, la storia dell’arte, la storia delle religioni, la storia della filosofia – se pure nutrivano un certo timore di questi aspetti, non se ne lasciavano però condizionare così intimamente, così radicalmente…

Continua a leggere →

Terza, quarta e quinta dimensione: cosa sono?

Quinta dimensione

di Alexia Meli
In generale, queste dimensioni sono soltanto stati di coscienza, accessibili a tutti coloro che vibrano in risonanza con le frequenze specifiche all’interno di ogni dimensione.
Vediamo di descrivere nel dettaglio le diverse dimensioni.
Terza dimensione
La terza dimensione è come un contenitore rigido contenente tutte le convinzioni, le regole, le norme e i vincoli che lo rendono relativamente inflessibile. Molti di noi hanno vissuto da sempre in questo stato di coscienza, credendo che fosse l’unica realtà possibile, ma non è così…

Continua a leggere →

La paura della morte… che ci rovina la vita

Paura della morte

Abbiamo tanta paura della morte perché, con essa, siamo convinti di scomparire.
Cresciamo identificandoci progressivamente con il corpo e con la mente, arrivando a credere che essi siano la nostra sola realtà. La convinzione (quasi mai veramente indagata) di essere una persona, un’entità corpo/mente, nata in un certo giorno, in un certo luogo, con una certa storia e con certe caratteristiche, conduce, inevitabilmente, alla certezza della nostra “fine”, del momento in cui smetteremo di esistere e tutto sarà perduto per sempre.
Questa convinzione rappresenta, a mio parere, il nucleo centrale e originario di tutta la sofferenza psicologica umana. Come potrebbe essere altrimenti? Perdere l’unica “realtà” che crediamo esistente, e con essa la sola possibilità di sperimentare la felicità che tanto desideriamo, non può che spaventarci, deprimerci, angosciarci…

Continua a leggere →

Ecco un “piccolo bel modo” per fare qualcosa contro la violenza

Tiziano Terzani

di Tiziano Terzani
Un estratto dal libro di Tiziano Terzani “Un altro giro di giostra”.
Una sera, il vecchio miliardario volle che cenassi con lui e la sua famiglia e mi invitò in uno dei famosi ristoranti di Wellington Street, quelli coi maialini arrostiti appesi all’ingresso a sgrondare il grasso e, esposte sulla strada come fossero acquari, le vasche di vetro con dentro, vivi, i migliori pesci, gamberi e aragoste ad aspettare che un cliente, passando, dica: “Quello!” e la bestia venga pescata e cotta secondo l’ordinazione.
Non è vero, come sostengono alcuni, che sia stata la Bibbia col suo divino invito all’uomo a moltiplicarsi nel mondo, su cui lui, solo lui, ha “il dominio”, a creare la violenza carnivora della razza umana. I cinesi sono arrivati alla stessa violenza senza la Bibbia, e per millenni questa di cucinare con raffinata tortura ogni animale, è stata parte della loro cultura, una parte fra l’altro che nessun regime e nessuna ideologia politica hanno mai osato sfidare.
Guardavo quei bei pesci muoversi nell’acqua, guardavo i maialini appesi agli uncini e pensavo a come, a parte la miseria e la fame, l’uomo ha sempre trovato strane giustificazioni per la sua violenza carnivora nei confronti degli altri esseri viventi…

Continua a leggere →

I raggi cosmici evolvono la coscienza e trasformano il DNA?

Convergenza armonica del 1987

Nel 1987, ha avuto luogo la prima meditazione sincronizzata a livello globale, comunemente nota come prima “Convergenza Armonica”. Decine di migliaia di persone si sono radunate in tutto il mondo, in luoghi sacri di tutto il pianeta, per coordinare la loro intenzione.
Con quale scopo? José Arguelles, che ha avviato la meditazione si esprime così: “Arriva un punto in cui le cose devono cambiare. Un segnale di vibrazione è stato inviato. Da qualunque fonte sia provenuto il segnale: dal nostro codice genetico, dalla Terra, dallo spazio, o da tutte quelle fonti insieme… questo segnale, in qualche modo, è arrivato e la gente ha risposto ad esso”

Continua a leggere →